oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

L'Assemblea nazionale bulgara ha votato il 17 febbraio per ribaltare i veti del presidente Roumen Radev sugli emendamenti al codice di procedura penale del paese e alla legge sulla pianificazione urbana.

Il disegno di legge sul codice di procedura penale, che prevede la nomina di un procuratore speciale con l'autorità di indagare sui vertici dell'ufficio del pubblico ministero, è stato posto il veto nella sua interezza, con Radev che ha affermato nelle sue motivazioni che non "offre una soluzione giusta e sostenibile al problema della mancanza di indagini efficaci sul procuratore generale o sul vice procuratore generale ".

La mozione di revoca del veto è passata con 125 parlamentari favorevoli, 77 contrari e tre astensioni. Il veto è stato sostenuto solo dai due maggiori partiti di opposizione, i socialisti e il Movimento per i diritti e le libertà (MRF) prevalentemente di etnia turca.

Nel dibattito che precede il voto, i parlamentari dell'opposizione hanno ampiamente fatto eco ai punti sollevati dal capo dello stato, descrivendo la posizione del procuratore speciale come un "Frankenstein legislativo".

In risposta, i parlamentari della coalizione di governo hanno sostenuto che questo era l'unico modo, 

fonte novinite.com

Solo il 19% dei bulgari crede che questo paese sia governato secondo la volontà del popolo e il 74% è di parere contrario, il 6% non dà una risposta specifica. Non ci sono stati cambiamenti significativi in ​​questo senso negli ultimi anni, secondo l'ultimo sondaggio globale Voice of the People (VOP) della Gallup International Association alla fine del 2020.

Gli atteggiamenti in Bulgaria rimangono simili per quanto riguarda la libertà e l'equità delle elezioni: il 22% dei bulgari intervistati ritiene che le elezioni in questo paese siano libere ed eque. Il 65% esprime scetticismo e circa il 10% non ha risposta.

Il sondaggio copre 44 paesi in tutto il mondo e oltre 42.000 cittadini adulti. Il punteggio più alto per la democrazia nel loro paese è stato dato dal popolo dell'Azerbaigian (84%).

fonte novinite.com

Il presidente Rumen Radev ha posto il veto alla legge che integra il codice di procedura penale, adottata dall'Assemblea nazionale il 29 gennaio 2021. Il Capo dello Stato restituisce la legge nella sua interezza per ulteriori discussioni da parte dei legislatori.

Secondo Rumen Radev, la legge adottata alla fine di gennaio non offre una soluzione equa e sostenibile alla mancanza di un controllo effettivo su un procuratore generale in carica o sul suo vice.

La creazione di una nuova posizione di "procuratore autorizzato a indagare presso il procuratore generale o il suo sostituto" viola una serie di principi costituzionali di base, tra cui l'indipendenza del tribunale, l'indipendenza dei pubblici ministeri all'interno della magistratura e l'uguaglianza dei cittadini davanti alla legge.

Nella sua motivazione, il Presidente sottolinea che il problema relativo alla mancanza di un'indagine efficace contro un procuratore generale o un suo sostituto, nonché contro persone ai vertici del governo in generale, rappresenta una sfida fondamentale alla supremazia del diritto in Bulgaria .

Nell'ultimo anno e mezzo si tratta della terza iniziativa legislativa consecutiva della maggioranza al potere, che cerca di trovare una soluzione al problema.

L'oscillazione tra le diverse opzioni istituzionali mostra chiaramente che il problema è complicato, il concetto della sua soluzione non è stato ancora chiarito e il dibattito deve continuare in un circolo di esperti.

Le obiezioni agli emendamenti cui il Presidente ha posto il veto sono già arrivate, più o meno con lo stesso ragionamento, dalla Commissione di Venezia e dal Plenum del Consiglio superiore della magistratura (CSM). Il Consiglio d'Europa ha dichiarato alla Bulgaria che, sebbene le revisioni siano state un passo positivo, sono apparse insufficienti per soddisfare i requisiti di indipendenza di un'indagine sul procuratore generale. Hanno chiarito che la riforma proposta poteva essere vista solo come un meccanismo temporaneo e hanno stabilito ulteriori passi molto specifici che dovevano essere compiuti.

Hanno anche affermato che la procedura proposta per l'elezione del procuratore speciale non sembra garantire un'indipendenza sufficiente, ha suggerito di ridurre la durata del mandato del procuratore speciale da cinque a un massimo di tre anni e ha chiesto di consentire un meccanismo di indagine contro il procuratore generale in base al quale un giudice / elenco di giudici può fungere anche da procuratore / i ad hoc.I critici sostengono che il procuratore speciale non può in alcun modo essere indipendente poiché è ancora un pubblico ministero eletto dalla maggioranza al CSM, che è sotto l'enorme influenza del procuratore generale e può essere rimosso dal CSM per qualsiasi cattiva condotta, compresa quella non dimostrata.

fonte novinite.com

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

L'UE intende autorizzare i nuovi medicinali Covid-19 entro ottobre

News image

Nella sua strategia terapeutica, adottata giovedì, la ...

Dal mondo