oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Nel corso della giornata sono proseguite le consultazioni politiche con i partiti rappresentati nella nuova Assemblea nazionale con il presidente Rumen Radev.

Prima di aprire il primo incontro Radev si è rivolto alle parti dicendo:

"Chiedo a voi e a tutti i gruppi parlamentari di assumervi la responsabilità - senza scrollarvi di dosso, ma senza andare oltre la vostra commissione".

GERB-UDF

Il gruppo parlamentare GERB-UDF era rappresentato alla riunione dalla capogruppo Desislava Atanasova, dal vice primo ministro uscente Tomislav Donchev e da Daniel Mitov, che il gruppo nominerà primo ministro.

Durante l'incontro con i rappresentanti della coalizione Radev ha affrontato le questioni costituzionali sollevate dal leader del loro partito e primo ministro uscente Borissov:

 "Il governo ha rassegnato le dimissioni e il Primo Ministro uscente è in congedo, quando, in conformità con la Costituzione, la responsabilità di governare la  Bulgaria  spetta a questo governo fino a quando il Primo Ministro ei ministri consegnano le chiavi dei loro uffici al prossimo governo"

La Bulgaria dovrebbe avere un governo con un sostegno parlamentare schiacciante - questo, secondo i rappresentanti del GERB, era il punto di consenso nei loro colloqui con il presidente Rumen Radev.

A nome del GERB-UDF Atanassova ha dichiarato di essere pronta sia all'opposizione che a governare il Paese, oltre che per un governo provvisorio.

GERB ha chiesto che il gabinetto sia formato il più rapidamente possibile, disposto a "prestare" 2-3 parlamentari per sostenere il secondo più grande partito di Slavi Trifonov "C'è un tale popolo", ha detto il vice primo ministro Donchev.

C'è un tale popolo

Il secondo più grande partito parlamentare "C'è un popolo simile" è stato rappresentato alle consultazioni dal vicepresidente del partito Toshko Yordanov e dai leader del partito Victoria Vasileva e Filip Stanev.

Nel discorso ai media, Rumen Radev ha sottolineato l'importante ruolo che gli elettori hanno dato al partito del presentatore televisivo Slavi Trifonov - l'opportunità di formare un gabinetto se GERB-UDF fallisce.

L'unica dichiarazione di "C'è un popolo del genere" dopo le consultazioni con il Presidente ha detto che non si sarebbero coalizzati con i partiti dello "status quo" e un governo può essere formato solo con il sostegno di altre formazioni di protesta, come la Bulgaria democratica e "Alzati! Mafiosi Out!". Yordanov ha confermato che esiste un tale popolo pronto ad assumersi le responsabilità come seconda forza politica nell'Assemblea nazionale.

BSP

"Durante le consultazioni odierne, chiederò a voi ea tutti i partiti parlamentari dopo di voi la questione di quanto siate pronti ad attuare il terzo mandato per formare un governo" - con queste parole il presidente Rumen Radev si è rivolto ai rappresentanti del Partito socialista bulgaro all'inizio del loro incontro .

Secondo la Costituzione, se i primi due maggiori gruppi parlamentari non riescono a formare un gabinetto o non è approvato dall'Assemblea nazionale, il mandato di governo è affidato a un terzo gruppo parlamentare a discrezione del Presidente.

Il leader del partito Kornelia Ninova ha ribadito che il BSP voterà per il gabinetto del GERB.

Il Partito socialista bulgaro ha confermato al presidente che sosterrà il governo di C'è un popolo del genere nel rispetto delle condizioni pre-formulate, ha dichiarato il leader del Partito socialista Kornelia Ninova dopo consultazioni con Rumen Radev.

MRF

Rumen Radev ha incontrato il leader del "Movimento per i diritti e le libertà" Mustafa Karadayi e ha chiesto cosa farebbe il partito se il terzo mandato di formare un governo fosse servito alla MRF.

Karadayi ha affermato la posizione del suo partito: non sosterrebbe il governo GERB o BSP, ma sosterrebbe il governo di una delle nuove formazioni se fissassero come priorità affrontare la crisi COVID, emendando il piano di ripresa e resilienza e sviluppando un programma per l'accelerazione economica sviluppo.

Dopo l'incontro, il leader dell'MRF Mustafa Karadayi ha indirettamente accusato il più grande partito in parlamento, il GERB, di arroganza e aggressività. Senza citare i nomi, ha detto che l'aggressione e l'arroganza sono un "marchio di fabbrica" ​​di un gruppo parlamentare dell'Assemblea nazionale, ovviamente riferendosi al GERB che è stato in isolamento durante i primi due giorni della 45a Assemblea nazionale.

Bulgaria democratica

Durante l'incontro con il presidente, i rappresentanti della Bulgaria democratica hanno dichiarato di non vedere un motivo per attuare il terzo mandato per formare un governo se la prima e la seconda forza politica non lo fanno.

"Non pensiamo che con 27 seggi abbiamo il diritto di ricevere un terzo mandato", ha detto il co-presidente della coalizione Hristo Ivanov all'inizio delle consultazioni presidenziali.

Secondo lui, la solida base su cui concentrare gli sforzi è il mandato della seconda formazione politica - C'è un tale popolo. La Bulgaria democratica è pronta a tenere colloqui costruttivi con il partito di Svali Trifonov, su cui la maggioranza degli elettori che cercano un cambiamento nel sistema politico ha riposto le proprie speranze.

Hristo Ivanov ha avvertito che l'obiettivo principale dei colloqui tra partiti politici e istituzioni dovrebbe essere quello di fornire sostegno parlamentare non solo per un nuovo governo , ma per l'attuazione di alcune politiche che porteranno la Bulgaria fuori dalla crisi.

Dopo i colloqui, la Bulgaria democratica ha detto che il partito è pronto a voltare le spalle alle divergenze con gli altri nuovi partiti in parlamento, in nome di un cambiamento. Siamo pronti a dimenticare le differenze perché le opinioni comuni e l'obiettivo che condividiamo sono più importanti", ha detto Ivanov.

In piedi! Mafiosi Out

Maya Manolova, leader di "Stand Up! Mafiosi Out!", Ha detto che è improbabile che la coalizione, con i suoi 14 parlamentari, possa attuare un mandato per formare un governo. Allo stesso tempo, però, ha invitato il presidente, se questa è l'opzione finale, a cedere il mandato a uno dei nuovi partiti dell'Assemblea nazionale, perché questa sarebbe un'opportunità per formare un governo di cambiamento.

fonte novinite.com

Il Consiglio nazionale del Partito socialista bulgaro ( BSP ) ha deciso che il partito sosterrà il presidente Rumen Radev per un secondo mandato.

La decisione è stata presa all'unanimità durante il Consiglio nazionale BSP , che si è svolto sabato.

Il Consiglio nazionale BSP ha accettato la proposta dell'ufficio esecutivo BSP di sostenere il presidente Radev e il vicepresidente Iotova con 122 voti a favore, nessuno contrario e 9 astensioni, secondo il centro stampa BSP .

I membri del Consiglio Nazionale BSP hanno formato un gruppo di lavoro che discuterà con il Presidente e il Vice Presidente la formula della loro nomina, il loro comitato di iniziativa e le politiche che Radev e Yotova sosterranno.

Il gruppo sarà guidato da Kornelia Ninova e includerà rappresentanti della direzione del partito e rappresentanti della direzione del gruppo parlamentare BSP - Christian Vigenin e Hristo Prodanov.

In un briefing dopo l'incontro, Ninova ha anche commentato come reagirà il BSP quando formerà un governo. Il gruppo parlamentare BSP per la Bulgaria voterà contro un governo proposto dal GERB, ma sosterrà un gabinetto formato da "There Is a such a People" a cinque condizioni:

un'azione rapida per ridurre gli effetti della pandemia e della crisi sanitaria; misure urgenti per combattere la corruzione e ripristinare il parlamentarismo; verifica oggettiva del bilancio dello Stato; trasparenza nei programmi operativi; emendamenti alla legislazione elettorale per garantire un voto equo.

La leadership del BSP pone anche un'altra condizione: se la maggioranza parlamentare o il gabinetto perseguono politiche che contraddicono gli impegni pre-elettorali del BSP , allora questo governo non riceverà il sostegno del gruppo parlamentare BSP .

Il governo bulgaro si è dimesso giovedì, dopo le elezioni di domenica scorsa, e il primo ministro Boyko Borissov ha annunciato che andrà in congedo retribuito da venerdì, il che significa che non si presenterà davanti al parlamento per spiegare la sua decisione di non presentare il piano di ripresa della Bulgaria alla Commissione.

Il potere esecutivo temporaneo nel paese balcanico sarà guidato dal vice primo ministro Tomislav Donchev, che è direttamente responsabile della comunicazione con la Commissione europea e i fondi europei. 

Il termine indicativo per la presentazione del piano di risanamento scade alla fine di aprile. La posta in gioco è di 6 miliardi di euro, che l'UE sta assegnando alla Bulgaria per superare i danni della pandemia e la transizione verso un'industria a basse emissioni di carbonio. 

Borissov è noto per la sua riluttanza a visitare il parlamento e riferire ai legislatori. Dopo l'elezione, ha rifiutato di diventare un parlamentare, anche se è stato scelto come capo del lista del suo partito GERB in Bulgaria due più grandi città ‘s, Sofia e Plovdiv. 

Borissov ha presentato giovedì le dimissioni del suo governo all'ufficio del parlamento senza annunciarlo in anticipo. Allo stesso tempo, il nuovo parlamento bulgaro ha tenuto la sua prima seduta e i deputati hanno prestato giuramento. 

Il governo di Borissov gestirà il paese fino a quando non verrà eletto un nuovo governo dal parlamento o non verranno indette nuove elezioni. Se il parlamento non riesce a eleggere un nuovo governo, il presidente deve quindi nominare un governo ad interim per tenere le elezioni e consegnare il potere.

fonte sofiaglobe.com

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

L'UE intende autorizzare i nuovi medicinali Covid-19 entro ottobre

News image

Nella sua strategia terapeutica, adottata giovedì, la ...

Dal mondo