oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Con una mossa apparentemente coordinata, la coalizione democratica bulgara e il gruppo parlamentare di Maya Manolova hanno alzato la posta in gioco verso l'ITN di Slavi Trifonov che propone un governo.

L'ITN, che ha ricevuto la maggior parte dei voti nelle elezioni parlamentari anticipate dell'11 luglio in Bulgaria, ha il diritto, in base alla costituzione, di ricevere dal Presidente il primo mandato per cercare di formare un governo.

Il partito di Trifonov ha detto che annuncerà la sua proposta di governo riveduta quando riceverà quel mandato, mentre il presidente Roumen Radev ha detto che consegnerà il mandato quando sarà chiaro che un governo proposto sarà sostenuto.

ITN ha insistito sul fatto che non è impegnato in trattative con le altre parti, ma solo in discussioni sulle politiche. Dopo aver escluso l'incontro con GERB-UDF di Boiko Borissov, ITN ha tenuto colloqui con “Rise Up Bulgaria! Stiamo arrivando”, il Partito Socialista Bulgaro, la Bulgaria Democratica e il Movimento per i Diritti e le Libertà lo scorso fine settimana. In una dichiarazione del 28 luglio, il co-leader democratico bulgaro Hristo Ivanov ha affermato che la coalizione voleva il completo isolamento dell'MRF dai colloqui sulla formazione di un nuovo governo. Ivanov ha insistito affinché i nomi dei ministri candidati fossero annunciati in modo che le politiche potessero essere discusse con loro e potessero prendere impegni per l'attuazione di tali politiche.

La Bulgaria democratica insiste su una visione comune per eliminare i regolatori, i servizi di sicurezza e il sistema finanziario dal denaro sporco e ripristinare la sovranità energetica. "Ci aspetteremo una visione molto chiara, un impegno per un programma chiaro per affrontare l'ondata di Covid", ha affermato Ivanov. La Bulgaria democratica vuole anche un accordo firmato su un governo che terrà a distanza MRF e GERB-UDF. Ivanov ha affermato che l'inclusione dell'MRF nei cicli di colloqui è particolarmente preoccupante, insieme alla possibilità che l'MRF partecipi in qualche forma.

Ha detto che è difficile capire perché non sia stato fatto alcuno sforzo per integrare gli attuali membri del governo provvisorio, come il ministro dell'Economia Kiril Petkov, il ministro delle finanze Assen Vassilev e il ministro dell'Istruzione Nikolai Denkov, in un futuro governo proposto. Ivanov ha detto che voleva che ci fosse un governo, ma uno che potesse davvero trasformare la Bulgaria, non solo una foglia di fico o uno schermo. Manolova, capo del gruppo “Rise Up Bulgaria! Il gruppo parlamentare We're Coming – con ITN e Bulgaria Democratica, il terzo dei “partiti di protesta” – ha affermato che il rispetto delle loro condizioni e priorità determinerebbe se voteranno a favore di un governo proposto dal partito di Trifonov.

“La gente si aspetta un governo in cui GERB e MRF non abbiano alcuna influenza. Non sosterremo un governo che mostri il braccio lungo di GERB e MRF", ha detto Manolova, aggiungendo che se ciò stesse accadendo si sarebbe visto chiaramente quando sarebbero stati annunciati i nomi dei ministri candidati. Manolova ha elencato le condizioni e le priorità del gruppo come una “riforma giudiziaria reale, profonda”. "Non dovrebbe essere limitato ai cambiamenti nella costituzione bulgara e nel dibattito costituzionale e dovrebbe includere modifiche legislative specifiche a breve termine, che consentirebbero un cambiamento del Consiglio giudiziario supremo e del procuratore generale", ha affermato.

Altre priorità includevano un "audit" del governo GERB. “La gente si aspetta che la verità sui rifiuti del gabinetto di Borissov venga conosciuta. Tutte le informazioni su di loro dovrebbero essere note al popolo bulgaro e tutti coloro che hanno partecipato allo sperpero di miliardi di leva del contribuente bulgaro dovrebbero essere ritenuti responsabili", ha affermato Manolova. Il gruppo aveva anche condizioni per quanto riguarda i cambiamenti nella politica sociale.

Questi includevano un ricalcolo di tutte le pensioni dal 1° ottobre, sussidi per la nascita di un primo, secondo e terzo figlio – rispettivamente di 2000 leva, 3000 leva e 4000 leva – un aumento dell'indennità di maternità nel secondo anno e 10 000 leva per la nascita di un secondo e terzo figlio se uno dei genitori ha pagato l'assicurazione sociale negli ultimi due anni.

fonte sofiaglobe

Il partito ITN di Slavi Trifonov ha tenuto colloqui con il Movimento per i diritti e le libertà il 25 luglio, con l'MRF che ha affermato che il sostegno a un governo nominato dall'ITN non sarebbe stato incondizionato e il partito di Trifonov che ha insistito sul fatto che non stava cercando il sostegno dell'MRF.

I colloqui hanno segnato la chiusura di tre giorni della prima fase di ITN, che ha ottenuto la maggior parte dei voti alle elezioni parlamentari anticipate e quindi ha diritto al primo mandato per cercare di formare un governo, incontrando tutti gli altri gruppi parlamentari tranne quello di Boiko Borissov Coalizione GERB-UDF. Il vice leader dell'ITN Toshko Yordanov ha affermato che il partito non ha chiesto all'MRF i voti in Parlamento per la nomina di un nuovo governo, ma ha solo presentato le sue priorità alla delegazione dell'MRF, guidata da Mustafa Karadayi. "La nostra condizione irrevocabile per sostenere un governo è il ripristino della normalità in politica e democrazia", ​​ha detto Karadayi. Ha detto che l'MRF non nominerà i membri del gabinetto.

Domenica, il co-leader della coalizione democratica bulgara Atanas Atanassov ha dichiarato di aver sentito da una fonte senior di ITN che nessuno legato al MRF sarebbe stato nominato nel governo proposto. Trifonov ha annunciato una proposta di governo il 12 luglio, il giorno dopo le elezioni parlamentari anticipate, ma l'ha ritirata tra l'indignazione pubblica per i candidati legati ai partiti dell'establishment politico passato. Non è chiaro quando ITN annuncerà il suo promesso set di candidati al gabinetto rivisto. Trifonov non si è presentato come deputato, ha detto che non sarà il candidato del suo partito a diventare primo ministro e non ha partecipato a nessuno dei colloqui con gli altri partiti.

Sempre domenica, il giorno dopo che il Partito socialista bulgaro ha avuto colloqui con ITN, si è riunito il consiglio nazionale del BSP. Parlando dopo l'incontro, il leader del BSP Kornelia Ninova ha affermato che la decisione più importante alla riunione del consiglio nazionale, approvata con 120 voti a favore e uno contro, è stata una dichiarazione che il partito voleva sicurezza e stabilità e si impegnerebbe per un gabinetto per formarsi “per continuare il completo smantellamento dell'attuale modello di governo”.

Al di fuori della riunione del consiglio nazionale, c'è stata una grande protesta da parte dei membri del BSP, che chiedevano le dimissioni di Ninova, visti gli ultimi tristi risultati elettorali del partito. Ninova ha detto che non si sarebbe dimessa perché le persone che chiedevano le sue dimissioni non erano quelle che l'avevano eletta. In un'intervista di sabato, l'ex leader del BSP ed ex primo ministro Sergei Stanishev ha chiesto le dimissioni di Ninova, affermando che, in proporzione, le elezioni parlamentari anticipate di luglio hanno visto il BSP perdere più voti del GERB.

Nel fine settimana, il presidente Roumen Radev ha dichiarato che consegnerà il primo mandato per cercare di formare un governo una volta che i "partiti di protesta" avranno garantito di aver ottenuto un risultato positivo verso la formazione di un governo.

fonte sofiaglobe

Oggi, il presidente Rumen Radev terrà consultazioni con i rappresentanti di tutti i gruppi parlamentari prima di consegnare il mandato per la formazione di un governo al candidato primo ministro del più grande di essi. Nel frattempo, il partito vincitore "C'è un tale popolo" ha annunciato che nei prossimi giorni inviterà partiti e coalizioni nell'Assemblea nazionale per colloqui su un nuovo governo , ad eccezione del partito GERB.

"Sono necessari colloqui per trovare la strada giusta e non lasciare il Paese senza un governo stabile nei prossimi mesi", ha affermato il leader del BSP Korneliya Ninova. Il copresidente di " Bulgaria democratica " Hristo Ivanov ha sottolineato che il sostegno dipenderà dagli obiettivi politici del gabinetto e dalla configurazione parlamentare che lo proporrà.

fonte BNR

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

TRENT’ANNI DOPO LA JUGOSLAVIA. I BALCANI COME MEDIORIENTE EUROPEO

News image

Trent’anni dopo, molti sono i nodi ancora irrisolti, t...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia

Google richiederà vaccino per rientro dipendenti in ufficio

News image

Google richiederà ai suoi dipendenti che rientrano in ...

Tecnologia