oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Ci sono tre possibili risultati elettorali a seconda dell'affluenza nel giorno delle elezioni secondo Alpha Research Agency.

Lo scenario più probabile al momento è dopo le imminenti elezioni del 4 aprile per avere un parlamento frammentato con 5 o 7 partiti. Lo ha annunciato alla Radio nazionale bulgara la sociologa Boryana Dimitrova dell'Agenzia di ricerca Alpha.

Ci sono altre due opzioni, il fattore determinante e imprevedibile è l'affluenza alle urne.

"COVID-19 può influenzare l'affluenza alle urne. In una situazione di pandemia, nessuno può dire con certezza quante persone andranno alle urne. L'intera atmosfera di incertezza rischia di portare a una minore affluenza alle urne - preoccupazioni economiche, incl." Sfiducia psicologica, timori, il suggerimento di elezioni predeterminate, che non porteranno a una soluzione definitiva alla crisi, ma ci saranno ulteriori elezioni ", ha spiegato Dimitrova.

Ha commentato che attualmente la maggior parte dei sondaggi mostra un parlamento frammentato con 5-7 partiti e una battaglia di leadership tra GERB e BSP. Questo dato che circa 3 milioni di elettori si recano alle urne e la probabilità che ciò accada è fissata al 60%.

La seconda opzione è per un forte calo dell'affluenza alle urne a causa del COVID-19 e dell'intera galassia di fattori a cui è associato. In tal caso, l'affluenza alle urne sarà di 2 milioni - 2,4 milioni di elettori, e la probabilità è del 25%, ha spiegato Dimitrova.

Ciò porterebbe a bonus per i tre partiti con il più grande elettorato duro: GERB, BSP e DPS.

"In uno scenario del genere, alcuni dei partiti minori potrebbero uscire dal parlamento e vederne uno con pochi partiti, di natura abbastanza diversa e con serie difficoltà nel formare un governo.

Nessun partito può essere abbastanza forte da formare un governo, ma anche abbastanza debole da essere eliminato.

La grande domanda è come formare un governo in una situazione del genere ", ha detto Dimitrova. L'ultimo scenario possibile, che è il meno probabile (circa il 15%) è per un aumento del voto di protesta, rispettivamente dei partiti di protesta.

Dimitrova ha descritto come tale "Bulgaria democratica", "Alzati! Esci" e "Ci sono queste persone". In un tale scenario, è prevista la partecipazione attiva dei giovani.

"Se i giovani che sono tornati in Bulgaria dopo il COVID, secondo le nostre stime, circa 130.000 persone, saranno attivamente coinvolti nelle elezioni, il quadro sarà molto cambiato", ha detto il sociologo.

fonte novinite.com

Solo il 19% dei bulgari crede che questo paese sia governato secondo la volontà del popolo e il 74% è di parere contrario, il 6% non dà una risposta specifica. Non ci sono stati cambiamenti significativi in ​​questo senso negli ultimi anni, secondo l'ultimo sondaggio globale Voice of the People (VOP) della Gallup International Association alla fine del 2020.

Gli atteggiamenti in Bulgaria rimangono simili per quanto riguarda la libertà e l'equità delle elezioni: il 22% dei bulgari intervistati ritiene che le elezioni in questo paese siano libere ed eque. Il 65% esprime scetticismo e circa il 10% non ha risposta.

Il sondaggio copre 44 paesi in tutto il mondo e oltre 42.000 cittadini adulti. Il punteggio più alto per la democrazia nel loro paese è stato dato dal popolo dell'Azerbaigian (84%).

fonte novinite.com

La Commissione elettorale centrale bulgara (CEC) ha aperto l'8 febbraio la registrazione dei partiti politici e delle coalizioni per la partecipazione alle elezioni dell'Assemblea nazionale del 4 aprile.

Negli ultimi anni, tradizionalmente il primo a registrarsi è stato il partito GERB del primo ministro Boiko Borissov, con i documenti consegnati dall'allora capo dello staff della campagna elettorale del partito, Tsvetan Tsvetanov. Tsvetanov, che ora ha i suoi repubblicani per il partito bulgaro, aveva intenzione di ingannare il GERB essendo il primo a registrarsi l'8 febbraio, ma è stato sostituito dalla coalizione riformista della Bulgaria democratica, co-guidata da Hristo Ivanov e Atanas Atanassov.

Entrambe le formazioni hanno presentato documenti di domanda di registrazione con il numero massimo di firmatari, 9999. Atanassov ha detto ai giornalisti che la Bulgaria democratica voleva prima registrarsi "per dimostrare che siamo molto seriamente mobilitati e motivati ​​a partecipare a queste elezioni perché vogliamo il cambiamento". Ivanov ha affermato che gli obiettivi della Bulgaria democratica includevano l'attuazione di un programma di modernizzazione radicale, di cui la Bulgaria aveva bisogno.

"Naturalmente, questo include le nostre priorità come la riforma giudiziaria, l'e-government e la rimozione dal potere di GERB, Boiko Borissov, MRF (il Movimento per i diritti e le libertà), Delyan Peevski e (Ahmed) Dogan", ha detto Ivanov. Tsvetanov ha detto che i repubblicani per la Bulgaria sono stati, in effetti, il primo partito politico a registrarsi, perché la Bulgaria democratica era una coalizione.

La registrazione dei partiti e delle coalizioni continua fino alle 17:00 del 17 febbraio. Devono presentare le loro liste di candidati alle elezioni entro il 2 marzo. Con la presentazione dei documenti, ogni partito politico o coalizione deve versare un deposito di 2500 leva (circa 1278 euro) a una banca conto presso la Banca nazionale bulgara centrale.

fonte sofiaglobe.com

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Tecnologia

Covid: su Facebook e Instagram rimossi 18 mln contenuti

News image

Dall'inizio della pandemia all'aprile 2021 Facebook e ...

Tecnologia