oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

C'è un popolo del genere (TISP), il secondo gruppo più numeroso al Parlamento eletto il 4 aprile, ha presentato una nomina a presidente della nuova Commissione elettorale centrale ( CEC ) dopo che la prima e unica nomina è stata ritirata dal GERB giovedì. Venerdì il TISP ha presentato Kamelia Neykova, ex portavoce della CEC , durante le nuove consultazioni con il presidente Rumen Radev.

Le consultazioni sono state programmate dal l'Ufficio del Presidente, poco dopo GERB ha detto che stavano tirando fuori il loro candidato
 per la prima posizione al CEC , Krassimir Tsipov, come sospettavano che tutti gli altri gruppi parlamentari aveva cospirato per dare la colpa a lui per qualsiasi inadempimento da CEC per soddisfare la compiti ad esso assegnati da un codice elettorale recentemente rivisto.

Dopo la nomina di Neykova, Radev ha detto che ora era tutto chiaro e che l'avrebbe nominata presidente della CEC . Ha ringraziato i partecipanti alle consultazioni per essere stati cooperativi e responsabili e per essersi assicurati che il nuovo CEC sarà formato in tempo.Questa conclusione è stata preceduta da accesi scambi di opinioni in cui il GERB è stato accusato dal resto di essersi rifiutato di assumersi la responsabilità in quanto hanno affermato di non voler entrare a far parte della leadership della CEC . 

Il Movimento per i diritti e le libertà ha suggerito che il nuovo CEC potrebbe funzionare senza un presidente, ma il consulente legale del presidente, Emilia Droumeva, ha affermato che la legge non lo consente.Successivamente, Neykova è stata promossa eletta. GERB-UDF avrà quattro rappresentanti nella CEC , There Is a Such People e BSP per la Bulgaria ne avranno tre ciascuno, il Movimento per i diritti e le libertà e la Bulgaria democratica due ciascuno, e Stand Up! Mafiosi Out! uno.  

La nuova CEC sarà responsabile dell'organizzazione di nuove elezioni generali dopo che tutti e tre i tentativi di formare un governo all'interno del nuovo Parlamento sono falliti. Il presidente Radev ha detto che l'11 luglio è la data probabile per le elezioni.

fonte novinite.com

L'Assemblea nazionale bulgara ha votato il 5 maggio per respingere un disegno di legge che modifica la legge sui partiti politici, che avrebbe ridotto le dimensioni del sussidio statale per i partiti politici e le coalizioni che hanno ottenuto più dell'uno per cento dei voti alle ultime elezioni da otto leva (circa 4,1 euro) a un lev.

Il disegno di legge è stato presentato dal partito politico ITN del presentatore della televisione via cavo Slavi Trifonov, che è arrivato secondo alle elezioni parlamentari del 4 aprile. La questione dei sussidi statali ai partiti politici è stata una delle domande del referendum del 2016 avviato da Trifonov e dal suo talk-show a tarda notte. Il plebiscito è caduto appena al di sotto della soglia legale che avrebbe richiesto al Parlamento di legiferare i suoi risultati in legge. Dopo un fallito appello per raccontare e far convalidare i risultati, Trifonov ha annunciato nel 2019 la sua intenzione di fondare un partito politico, il cui obiettivo principale sarebbe quello di garantire che le risposte alle domande del referendum del 2016 fossero trasformate in legge.

Durante il dibattito di quattro ore del 5 maggio, i parlamentari di ITN hanno ripetutamente fatto riferimento al voto schiacciante di sostegno nel plebiscito per ridurre l'entità delle sovvenzioni statali per i partiti politici, respingendo le critiche secondo cui un tale taglio renderebbe i partiti politici eccessivamente dipendenti. su donazioni e quote associative come "ipocrita". Nonostante la sua promessa di sostenere il disegno di legge, il GERB del primo ministro uscente Boiko Borissov ha dedicato gran parte del dibattito a criticare la proposta dell'ITN, ma alla fine i suoi parlamentari hanno votato a favore. Il disegno di legge è apparso inizialmente approvato, ma non ha raccolto abbastanza sostegno nel voto ripetuto - consentito dalle procedure parlamentari bulgare, di solito perché non tutti i parlamentari hanno avuto abbastanza tempo per esprimere i loro voti.

Anche se fosse stata approvata, non era certo che il Parlamento avrebbe avuto abbastanza tempo per votare il disegno di legge in seconda lettura, dato che la 45a Assemblea nazionale dovrebbe essere prorogata la prossima settimana, dopo essersi seduti per meno di un mese, dopo i partiti politici. fallito in tre tentativi di formare un governo.

fonte sofiaglobe.com

Il 5 maggio il presidente del capo di stato bulgaro Roumen Radev ha dichiarato di voler firmare il decreto di scioglimento della 45a Assemblea nazionale l'11 maggio.

Radev ha fatto il commento dopo che il leader del partito socialista bulgaro Kornelia Ninova ha restituito il mandato esplorativo per formare un governo pochi minuti dopo la sua presentazione.

Il capo dello stato ha affermato che intende completare il processo per nominare una nuova Commissione elettorale centrale, in linea con gli emendamenti al codice elettorale approvati dall'Assemblea nazionale la scorsa settimana , contemporaneamente allo scioglimento del Parlamento e alla nomina di un gabinetto di controllo.

Ha detto che avrebbe tenuto consultazioni con i partiti politici per prendere le loro candidature per i membri della CEC più tardi il 5 maggio, seguite da controlli di conformità il 6 maggio e audizioni dei candidati il ​​7 maggio. Radev ha detto che "sembrava" che le elezioni parlamentari si sarebbero tenute l'11 luglio. Per legge, il capo dello stato da solo decide quando fissare la data delle elezioni, l'unica restrizione è che dovrebbe essere non oltre 60 giorni dopo la proroga. la precedente legislatura. Ha avvertito che le elezioni anticipate potrebbero provocare un altro stallo nella prossima Assemblea nazionale, che potrebbe innescare "una crisi non solo politica, ma costituzionale".

"Colgo questa opportunità per invitare tutti i partiti politici e le coalizioni a chiarire le loro priorità, a ripensare il loro comportamento e a cercare l'unità di azione", ha detto. Ninova ha restituito il mandato in linea con la decisione del partito, presa il 1 ° maggio , di non tentare di formare un governo. Ha detto durante l'incontro con Radev che i socialisti non hanno avuto “l'opportunità oggettiva” di fare un simile tentativo perché la sua offerta di colloqui è stata respinta da altri partiti in Parlamento.

I partiti che hanno vinto, rispettivamente, la quota maggiore e la seconda quota nelle elezioni parlamentari regolari del 4 aprile -  GERB di Boiko Borissov  e  ITN di Slavi Trifonov  - hanno già restituito i mandati loro offerti.

fonte sofiaglobe.com

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

L'UE intende autorizzare i nuovi medicinali Covid-19 entro ottobre

News image

Nella sua strategia terapeutica, adottata giovedì, la ...

Dal mondo