oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Con l’attuale progetto di riforma della giustizia il 50 per cento processi, anche per reati gravi, rischia di non celebrarsi. A lanciare l’allarme sulla riforma firmata dal ministro, Marta Cartabia, sono stati due importanti esponenti dell’antimafia italiana, il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, ed il procuratore nazionale, Federico Cafiero De Raho, che con toni diversi hanno evidenziato in particolare le problematiche relative all’improcedibilità dell’azione penale. Il procuratore di Catanzaro, audito questa mattina dalla commissione Giustizia della Camera dei Deputati, ha parlato di “grande allarme sociale: il 50 per cento dei processi, anche gravi, come rapine e reati contro la pubblica amministrazione, non si celebreranno più in secondo grado ed in Cassazione”. Questa nuova disposizione relativa all’improcedibilità, secondo il procuratore Gratteri “avrà l’effetto di travolgere un enorme numero di sentenze di condanna con tutto ciò che comporta”. Innanzitutto, “ci sarà una diminuzione del livello di sicurezza per la nazione perché sarebbe ancor di più conveniente delinquere”.

Concetti molto affini a quelli espressi dal procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho, secondo cui “immaginare che tanti processi, indipendentemente dalla natura, verranno dichiarati improcedibili è cosa che mina la sicurezza del nostro Paese”. Per poi aggiungere: “Questo è un aspetto che ricade sulla sicurezza della nostra democrazia”. Fra l’altro, ha voluto rimarcare, “l’imputato, a conoscenza delle difficoltà di celebrare i processi in secondo grado con l’improcedibilità, mirerebbe ad attuare pratiche dilatorie. Inoltre – ha poi concluso – non c’è un’indicazione specifica per i reati di mafia, terrorismo e corruzione” e ciò “crea delle problematiche rispetto alla capacità di contrato”.

Sulla scia delle critiche mosse da Gratteri il Movimento cinque stelle ha chiesto di aprire una riflessione sulla riforma. “Siamo ancora in tempo per modificare una riforma del processo penale che, così come rilevato dal procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, non porta miglioramenti alla macchina della giustizia. Anzi va nella direzione opposta”, ha dichiarato la deputata calabrese del M5s Elisa Scutellà, componente della commissione Giustizia. “I rilievi molto critici di Gratteri sull’impostazione della riforma – ha aggiunto – non possono restare inascoltati. Il procuratore capo di Catanzaro è stato chiarissimo: si rischia ‘un aumento smisurato delle impugnazioni in Appello e Cassazione’ e almeno la metà dei processi ‘finirà sotto la scure della improcedibilità’. Tra questi Gratteri ha inserito anche i 7 maxi-processi contro la ‘ndrangheta che si stanno celebrando nel distretto di Catanzaro”. “Stiamo parlando di danni incalcolabili che vanno assolutamente evitati. Lavoriamo in commissione per modificare il testo. Per il bene di tutti”. Intanto il presidente dei senatori di Italia viva, Davide Faraone, ha segnalato che “sono circa 1.000 gli emendamenti alla riforma del processo penale che il M5s ha depositato in commissione giustizia alla Camera” e ha commentato: “Solo ieri Conte aveva garantito a Draghi collaborazione, ma poi avrà sentito Travaglio”. Una riforma della Giustizia che ha bisogno di aggiustamenti per il Pd: “Siamo convinti che l’impianto della ministra Cartabia sia estremamente valido. Vanno fatti degli aggiustamenti. Uno di questi riguarda la prescrizione che ha una certa rigidità. Dobbiamo intervenire per garantire flessibilità”, ha detto in mattinata Debora Serracchiani, capogruppo del Partito democratico alla Camera, ai microfoni di “Radio Anch’io”.

fonte novanews

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

TRENT’ANNI DOPO LA JUGOSLAVIA. I BALCANI COME MEDIORIENTE EUROPEO

News image

Trent’anni dopo, molti sono i nodi ancora irrisolti, t...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia

Google richiederà vaccino per rientro dipendenti in ufficio

News image

Google richiederà ai suoi dipendenti che rientrano in ...

Tecnologia