oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Il CEO dell'Agenzia Esecutiva per la Promozione delle Piccole e Medie Imprese Dr. Boyko Takov in un'intervista con l'agenzia Focus. 

Focus: i problemi delle piccole e medie imprese si sono approfonditi nella seconda parte dell'anno a causa della pandemia?

Boyko Takov: Sì, purtroppo nella seconda metà dell'anno si è verificato un notevole aggravamento dei problemi per le aziende. Vediamo tutti quali sono i settori più colpiti, questi sono il turismo e la ristorazione, ma oltre a loro hanno sofferto molte aziende della filiera. In altri settori il quadro è più contrastante: ci sono aziende che si trovano in una situazione molto difficile, così come quelle che sono riuscite a superare le difficoltà e sono in crescita. Esempi di imprese in buono sviluppo nell'ambiente attuale sono abbondanti nel settore IT, nel settore automobilistico, nel settore dei cosmetici e degli oli essenziali, nelle aziende del settore della trasformazione alimentare e in molti altri. Ovviamente, in generale, la situazione è estremamente complicata per le piccole e medie imprese bulgare ( PMI), ma non dimentichiamo che è una conseguenza della situazione a livello globale. Al momento ci sono difficoltà ovunque e noi, essendo un'economia aperta, siamo immediatamente influenzati da ciò che sta accadendo con i nostri principali partner commerciali.

Focus: Qual è l'Agenzia che fare ne durante l'anno per aiutare le PMI ottenere con successo attraverso la crisi?

BT: È stato un anno davvero impegnativo, un anno con un ambiente di lavoro senza precedenti. Dallo scoppio della pandemia di Covid-19, abbiamo iniziato ad analizzare la situazione e ad adattarci ad essa. Quest'anno abbiamo organizzato meno eventi del solito per ragioni oggettive, e ovviamente ci siamo concentrati principalmente sui moduli online. Riassumendo, posso dire che siamo stati in grado di organizzare sia eventi fisici - missioni commerciali e delegazioni aziendali, mostre e fiere internazionali, sia eventi online, che includevano webinar di formazione e forum aziendali per più di 3.700 partecipanti in più di 30 eventi.

Quest'anno abbiamo lanciato il nostro progetto per la mappatura di diversi settori ,  attraverso il quale sia le aziende bulgare che quelle straniere possono trarre informazioni molto preziose e analizzare l'ambiente, in quanto le aziende straniere che vogliono investire in Bulgaria o fare affari con le nostre aziende ne trarranno grande vantaggio .

Inoltre, all'inizio della pandemia, abbiamo lanciato una piattaforma di informazioni online per aiutare le aziende a navigare più facilmente tra le nuove normative data la situazione, apprendere quali strumenti finanziari hanno attualmente e possono utilizzare da diverse fonti, ecc. La piattaforma è stata riconosciuta da la Clearing House alla Commissione europea come buona pratica, che è un'alta valutazione dei nostri sforzi.

Al momento il focus della piattaforma è principalmente sugli strumenti finanziari, e siamo riusciti a svilupparlo in " Advisor PMI " e insieme al Fondo di Fondi offriamo alle aziende consulenza e assistenza individuale.

Attualmente stiamo anche avviando due nuovi progetti - GoDanuBio "Ecosistemi per promuovere la cooperazione nelle aree rurali e urbane nella regione del Danubio attraverso la gestione della bioeconomia circolare", nell'ambito del Programma di cooperazione transnazionale del Danubio 2014-2020 e GoInt - "Go International" - nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg VA "Grecia-Bulgaria 2014-2020". Questi progetti devono ancora essere lanciati e raccoglieremo i benefici per le PMI.

Abbiamo anche fatto domanda e intendiamo candidarci per molti altri progetti e siamo in attesa dei risultati. Iniziamo il nostro programma di formazione in Export Hub Bulgaria - EXPO 1, dove abbiamo 15 grandi aziende che per diversi mesi trarranno esperienza e conoscenza da mentori e docenti di provata efficacia. 

Abbiamo concluso con successo, anche se in un ambiente di lavoro molto difficile, l'undicesima sessione del Fondo nazionale per l'innovazione, fornendo supporto a 25 aziende innovative per un valore di quasi 7 milioni di BGN. iniziare a raccogliere offerte, valutarle e distribuire buoni, che è davvero un buon risultato.

Abbiamo attualmente erogato 450 voucher e, in vista della risorsa ora disponibile, saremo in grado di supportare circa 65 aziende. D'altra parte, con questo programma supportiamo anche più di 150 aziende bulgare, fornitori dei rispettivi servizi.

Nell'ultimo mese abbiamo potuto lanciare un altro programma insieme a DSK Bank, Mastercard e CloudCart, con il quale aiuteremo 130 aziende ad avviare il loro business online.

Abbiamo fatto delle analisi serie - sullo stato delle piccole e medie imprese, sui mercati esterni e sulle prospettive di sviluppo per le nostre aziende, ecc. Siamo inoltre diventati membri di due organizzazioni molto autorevoli - l'International Network for PMI , che opera sotto gli auspici dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico - http://www.insme.org, nonché dell'Associazione delle organizzazioni europee di promozione commerciale .

 L'appartenenza dell'Agenzia a queste due organizzazioni fornirà un valore aggiunto rispettivamente a noi e alle PMI bulgare .

Focus: in agosto avete espresso la speranza che la crisi spingerà le aziende a scoprire nuove opportunità e prospettive. Quali sono le tue impressioni: le piccole e medie imprese bulgare riescono a diventare più flessibili e innovative e ad adattarsi al nuovo clima imprenditoriale? La crisi è stata una possibilità per alcuni di loro?


BT: La risposta a questa domanda difficilmente potrebbe essere inequivocabile, poiché stiamo vedendo molte aziende che vanno in modo impressionante, altre che riescono a controllare la situazione e altre ancora che hanno maggiori probabilità di fallire. In generale, sono ottimista, i bulgari sono persone intelligenti e saranno in grado di adattarsi e trovare una via d'uscita dalla situazione. Vediamo molti esempi di aziende che sono presenti online, hanno negozi online e riescono a commercializzare i loro prodotti, anche in volumi maggiori rispetto a prima della crisi.

Altri fanno le giuste ottimizzazioni e riadeguamenti delle politiche e fanno anche bene. Tutti questi imprenditori, propositivi e alla ricerca di tutte le possibili vie di realizzazione, riescono anche a sfruttare la situazione. Sì, la crisi è sia un'opportunità che una sfida per tutti. Chi e come trarrà vantaggio dipende dalle diverse circostanze, ma soprattutto dal personale dirigente della società data.

Focus: le imprese sono state in grado di fare un uso efficace dei fondi pubblici e mantenere i posti di lavoro? Ci sono stati molti fallimenti e sono previsti? Gli aiuti di Stato sono arrivati ​​abbastanza rapidamente?

BT: Rispondendo alla prima domanda, citerò le cifre e i dati che abbiamo, e dicono che le misure del Ministero del lavoro e delle politiche sociali hanno salvato oltre 250.000 posti di lavoro, per i quali sono stati pagati oltre 580 milioni di BGN. Penso che le cifre parlino da sole, va anche notato che questa misura è stata aggiornata due volte e in dialogo con le organizzazioni dei datori di lavoro.

Quanto al fatto che ci siano stati molti fallimenti e se se ne aspettano di nuovi, non posso non fornire un quadro preciso o una previsione. Attualmente stiamo preparando la nostra analisi annuale dello stato delle PMI , e sarà pronta tra pochi mesi, perché abbiamo bisogno di dati statistici per la parte analitica, e vengono rilasciati gradualmente durante tutto l'anno. In questa linea di pensiero potremo parlare nello specifico del numero di aziende fallite e di altri dati tra qualche mese, quando l'Istituto Nazionale di Statistica pubblicherà le informazioni necessarie.

Per quanto riguarda la tempestiva risposta dello Stato, direi che l'assistenza alla liquidità potrebbe essere fornita più prontamente, come qualsiasi altra assistenza per le imprese bulgare, ma d'altra parte, penso che molte risorse siano canalizzate a beneficio dell'economia e io spero che fornisca il risultato atteso. Quando la situazione diventa difficile, l'azienda ha bisogno di fondi immediatamente, "il giorno dopo" come si dice, ma purtroppo ogni procedura richiede tempo tecnico.

Focus: quali sono le previsioni per una recessione economica in Bulgaria e cosa è rispetto alle previsioni per l'Unione Europea? Sei ottimista per il 2021, pensi che favorirà le PMI ?

BT: Le previsioni per la nostra economia variano, ad esempio, la Commissione europea prevede un calo del 5,1%, il Fondo monetario internazionale - del 4,0%, la Banca nazionale bulgara prevede un calo di circa il 5,5%. Nel complesso, la flessione della nostra economia è meno significativa che nelle principali economie europee e nella maggior parte delle economie globali.

Per la zona euro nel suo complesso, i tassi previsti variano tra -7,5% e -12,0%. Per quanto riguarda la tua seconda domanda, mi scapperei da moderato ottimista. Ci sono tutti i presupposti per essere ottimisti, vediamo quanti progressi si stanno facendo nella disponibilità dei vaccini, il loro avvento rassicurerà il mondo e quindi le economie. Certo, ci sono ancora molti motivi di preoccupazione, è difficile prevedere ora perché non sappiamo come si svilupperà la situazione. Alla vigilia del nuovo anno, auguro a tutti salute, forza, coraggio e spirito di squadra.

fonte novinite.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Tecnologia

Covid: su Facebook e Instagram rimossi 18 mln contenuti

News image

Dall'inizio della pandemia all'aprile 2021 Facebook e ...

Tecnologia