oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_150234

Gli stipendi in Bulgaria stanno crescendo molto velocemente, con un incremento dell'8-10% all'anno. Tuttavia, rimangono bassi rispetto ad altri paesi dell'UE. Questo è il commento del principale economista della UniCredit Bank, Lubomir Mitov, che ha presentato  giovedì l'analisi della banca Bulgara al mondo. I dati NSI mostrano anche che i costi del lavoro in Bulgaria sono in crescita - nel primo e nel secondo trimestre del 2017 gli incrementi sono del 10% rispetto all'anno precedente, riferisce Sega.

Anche se la maggior parte dei bulgari sono molto scettici per quanto riguarda la raccolta dei redditi, i fatti dimostrano che la remunerazione in Bulgaria non è "distorta" ma proporzionale alla dimensione dell'economia. La quota dei salari netti (dopo deduzione delle imposte e dei contributi previdenziali) dal prodotto interno lordo è addirittura superiore alla media UE, secondo l'analisi di Unicredit. Siamo simili a Svezia e Finlandia e siamo davanti alla Gran Bretagna e alla Francia, ha detto Lyubomir Mitov. La spiegazione è che nei paesi occidentali le imposte sul reddito sono elevate e "mangiano" gran parte dei salari.

Le statistiche di Eurostat mostrano anche che i redditi dei Bulgari sono i più bassi nell'UE, ma che i salari nel nostro paese stanno crescendo più rapidamente negli ultimi 20 anni. Ultimamente, tuttavia, il problema è che i salari crescono ad un tasso più elevato della produttività.

Il settore delle costruzioni può ancora una volta diventare una locomotiva per lo sviluppo - ha sperimentato il crollo più grande della crisi economica nel 2009, ma allo stesso tempo ha grandi potenzialità, ha spiegato l'economista. Grazie ai fondi dell'UE, il settore è già in crescita, che dovrebbe continuare anche l'anno prossimo. Ciò significa che le imprese di costruzione apriranno nuovi posti di lavoro e la concorrenza per il personale porterà ad aumenti salariali.

Nell'ultimo anno, le esportazioni sono un motore importante per la nostra economia ", ma come percentuale del PIL non è così forte come altri paesi dell'Est Europa", ha detto Mitov. Per la Bulgaria nel 2016, le esportazioni pro capite della Bulgaria ammontavano a 4209 euro, mentre in Ungheria erano 10.577 euro e nella Repubblica ceca superano 13.300 euro.

"Il motivo è che le nostre esportazioni sono ancora in gran parte costituite da beni con basso valore aggiunto", ha spiegato l'esperto.

Fonte:novinite.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

TRENT’ANNI DOPO LA JUGOSLAVIA. I BALCANI COME MEDIORIENTE EUROPEO

News image

Trent’anni dopo, molti sono i nodi ancora irrisolti, t...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia

Re.corder è il flauto dolce che si trasforma in digitale

News image

C'è la startup marchigiana Artinoise dietro re.corder,...

Tecnologia