oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Tsvetlin_Yovchev_003

La Bulgaria ha chiesto il trasferimento di profughi in altri Stati europei

"La Bulgaria si trova in stato di emergenza. Un gruppo di esperti della Commissione europea e' giunta in missione nel nostro Paese e a seguito di questa visita otterremo un sostegno la cui dimensione per ora e' ancora sconosciuta". Lo ha dichiarato ieri il Vice Primo Ministro e Ministro degli Interni Tsvetlin Yovchev in occasione di una conferenza.

Secondo le previsioni 11 mila immigrati clandestini potranno passare la frontiera bulgara fino alla fine dell' anno, il che costera' alla Bulgaria 30 milioni di lev. Il Ministro ha dichiarato che il governo sta valutando la possibilita'di chiedere l' attivazione della direttiva 55 della Commissione europea che si esprime nel ricevere ulteriori finanziamenti per i profughi ed il ponte verso altri Paesi dell' UE, che si assumeranno congiuntamente tale rischio. Tuttavia anche se cio' dovesse accadere, rimane sconosciuta la tempistica dell' attivazione e la dimensione del finanziamento, ha sottolineato il Ministro degli Interni. Secondo lui la chiusura della frontiera per i profughi sarebbe una misura estrema che verrebbe a costare caro ai contribuenti bulgari.

Il Ministro ha fatto il reso conto della situazione attuale nei campi profughi: vengono effettuati check up sulla frontiera stessa, sono previsti equipe di medici e vaccini per prevenire le epidemie. Squadre dell' Agenzia Statale per la Sicurezza nazionale DANS stanno operando tra i rifugiati per eliminare il rischio di attacco terroristico. Ad oggi sono state arrestate dieci persone, ritenute una potenziale minaccia per la sicurezza nazionale.

Nell' ambito di un mese potranno essere garantiti altri 1500 alloggi e protezione temporanea ai rifugiati e le previsioni sono di esaurimento entro un mese anche di questi. " Nonostante i nuovi 1300 posti procurati di recente per ospitare i profughi, attualmente vi e' l' eccesso di capacita' nei campi con 222 posti letto", ha dichiarato Yovchev.

Il Vice Primo Ministro ha presentato dati secondo i quali dall' inizio del 2013 alla fine del mese di settembre in Bulgaria sono entrati 5815 profughi quasi la meta' dei quali provenienti dalla Siria. Rispetto allo stesso periodo del 2012, l' aumento dei profughi in Bulgaria e' pari a quasi sette volte.

Yovchev ha detto ancora che a causa della mancanza di coordinamento e il lavoro troppo lento e' stato licenziato il direttore dell' Agenzia per i profughi Nikola Kazakov. Lo stesso verra' sostituito da Nikolay Chirpanliev.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

La scienza e la democrazia

News image

Qualche giorno fa Franco Prodi, ordinario di mete...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia

Expo Dubai: Glisenti, scelti 26 video per spazio innovazione

News image

"Sono stati raccolti 159 contributi da tutti i centri ...

Tecnologia