oroscopo-bg-2Meteo-bg
Italian - ItalyБългарски (България)

La Repubblica Ceca giovedì (22 aprile) ha ordinato alla Russia di rimuovere la maggior parte del suo personale diplomatico rimanente da Praga in un'escalation della peggiore controversia tra i due paesi degli ultimi decenni.

La fila delle spie è esplosa sabato quando Praga ha espulso 18 membri del personale russo, che ha identificato come ufficiali dell'intelligence.

Ha detto che due spie russe accusate di avvelenamento da agenti nervini in Gran Bretagna nel 2018 erano anche dietro un'esplosione in un deposito di munizioni ceco nel 2014 che ha ucciso due persone.

La Russia ha negato le accuse ceche e domenica ha ordinato 20 dipendenti cechi per rappresaglia.

La decisione di giovedì, annunciata dal ministro degli Esteri Jakub Kulhanek, richiede alla Russia di avere lo stesso numero di inviati della Repubblica Ceca a Mosca. Ciò significa che la Russia dovrà ritirare 63 diplomatici e altro personale da Praga, sebbene Praga abbia concesso fino alla fine di maggio per farlo.

Insieme al passo iniziale, ciò ridurrà notevolmente quella che è stata di gran lunga la più grande missione straniera a Praga e molto più grande della rappresentanza ceca a Mosca.

"Metteremo un tetto al numero di diplomatici presso l'ambasciata russa a Praga al livello attuale della nostra ambasciata a Mosca", ha detto Kulhanek.

“Non voglio intensificare inutilmente ... ma la Repubblica Ceca è un paese sicuro di sé e agirà come tale. Questo non è diretto contro i russi o la nazione russa, ma una reazione alle attività dei servizi segreti russi sul nostro territorio ".

La Russia ‘s ministero degli Esteri in reazione chiesto una riduzione del livello di personale dell'ambasciata, alludendo a disparità nel numero di dipendenti locali.

"All'ambasciatore (ceco) è stato detto che ci riserviamo il diritto di intraprendere altri passi nel caso in cui la campagna isterica anti-russa volasse ulteriormente", ha detto in una dichiarazione la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

In un momento di forte tensione nelle relazioni della Russia con l'Occidente, la disputa ha spinto la NATO e l'Unione Europea a gettare il loro sostegno dietro la Repubblica Ceca , che è membro di entrambi i blocchi.

"Gli alleati esprimono profonda preoccupazione per le azioni destabilizzanti che la Russia continua a portare avanti nell'area euro-atlantica, anche sul territorio dell'alleanza, e sono in piena solidarietà con la Repubblica ceca ", hanno affermato in una dichiarazione i 30 alleati della NATO.

Giovedì la Slovacchia ha espulso tre inviati russi in solidarietà con la Repubblica ceca. La risposta russa a quel passo non è stata immediatamente chiara.

Nell'ultima settimana Mosca ha anche cacciato diplomatici da Bulgaria, Polonia e Stati Uniti per rappresaglia per le espulsioni del proprio personale.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che Mosca ha una visione negativa dell '"isteria" di Praga.

Il presidente Vladimir Putin ha avvertito le potenze straniere nel suo discorso sullo stato della nazione mercoledì di non attraversare le "linee rosse" della Russia , dicendo che Mosca le farebbe pentire.

I cechi dicono che la loro ambasciata è paralizzata 

I cechi affermano che la perdita dei 20 dipendenti ha effettivamente paralizzato il funzionamento della loro ambasciata di Mosca.

Le dimensioni dell'ambasciata russa a Praga sono una differenza rispetto all'era comunista precedente al 1989, ed era stata circa il doppio dell'ambasciata degli Stati Uniti fino a questa settimana.

Kulhanek ha detto alla televisione ceca che la Russia ha detto giovedì all'inviato ceco che ora ci sarebbe "parità rigorosa".

Ha detto che ciò significava che ogni paese avrebbe 7 diplomatici e altri 25 dipendenti nelle rispettive ambasciate, che è l'attuale livello di personale ceco a Mosca.

Ha detto che la parte ceca sta valutando come procedere ulteriormente dopo la richiesta russa di ridurre il numero di dipendenti locali.

Il ministero ha detto mercoledì che la Russia aveva 27 diplomatici e altri 67 membri del personale a Praga dopo le precedenti espulsioni.

Il servizio di controspionaggio ceco ha ripetutamente affermato che la missione è servita da base per il lavoro di intelligence e le sue dimensioni hanno reso difficile ridurre queste attività.

Secondo quanto riferito, i due sospetti nominati da Praga in relazione all'esplosione del deposito di munizioni del 2014, noti con gli alias Ruslan Boshirov e Alexander Petrov, fanno parte dell'Unità d'élite 29155 del servizio di intelligence militare russo GRU.

La Gran Bretagna li ha accusati in contumacia di tentato omicidio dopo l'avvelenamento dell'ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia con l'agente nervino Novichok nella città inglese di Salisbury nel 2018.

Gli Skripal sono sopravvissuti, ma un membro del pubblico è morto. Il Cremlino ha negato il coinvolgimento nell'incidente.

fonte noviite.com

Добави коментар

За да добавите коментар трябва да въведете имейл адрес. Коментарите се публикуват след преглед от администратор.


Защитен код
Обнови

Още по темата

Няма свързани статии


Снимка на деня

Rila

Rila

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Tecnologia

Covid: su Facebook e Instagram rimossi 18 mln contenuti

News image

Dall'inizio della pandemia all'aprile 2021 Facebook e ...

Tecnologia