oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

La sezione è in fase di sviluppo

erasmus-experience-in-sofia-bulgaria-by-xabier-21da6720e7a9715e0f61b1b97b82c776

Un tour delle capitali d’Europa non può non comprendere una sosta in Bulgaria presso la splendida Sofia. È una cittàricca sotto molti punti di vista: ha una storia millenaria e i popoli che l’hanno conquistata e abitata vi hanno lasciato un’impronta della propria tradizione; è popolata da monumenti di alto valore artistico, architettonico e religioso; inoltre, i molti musei, teatri e altre attrazioni la ravvivano con un’intensa attività culturale.

Le chiese di Sofia
Quando preparerete il vostro itinerario in questa capitale, tenente conto dei monumenti che vi consigliamo e che rappresentano alcune delle più importanti mete turistiche della Bulgaria da non perdere. Iniziate laddove sono visibili le tracce degli albori della storia della Bulgaria: la chiesa di san Giorgio; venne costruita in epoca paleocristiana intorno al IV secolo d.C. in una delle zone dell’attuale centro di Sofia.

.

Il rosso della struttura in laterizio stimola un sublime senso storico agli occhi dell’osservatore. Una volta entrati rimarrete estasiati alla vista delle decorazioni delle volte. Affreschi colorati e ricchi di simbologia religiosa vi cattureranno lo sguardo per un po’. Questi affreschi non risalgono all’epoca della costruzione iniziale della chiesa, ma a un periodo più tardo datato tra il X e il XII secolo d.C. Inoltre, già in questo edificio potete ammirare una delle collezioni di icone bulgare presenti nella capitale.

Attraversate il parco a est dell’antico edificio religioso di San Giorgio e andate alla ricerca della preziosa chiesa di san Nicola. Osservate il bianco delle pareti esterne e i bordi delle volte di uno scintillante color oro. Oltrepassando il parco troverete un altro caratteristico luogo religioso della capitale, ovvero la cattedrale di Aleksandr Nevskij. Vi trovate di fronte a una delle più belle chiese ortodosse della Bulgaria.

Probabilmente il primo sguardo si dirigerà verso le due grandi cupole dorate, le più alte della cattedrale ortodossa di Sofia. Ma oltre alla complessità dell’esterno della chiesa, dovuta all’armonica composizione delle numerose finestre, il vero spettacolo risiede nel suo cuore. Infatti, la parte interna vi entusiasmerà per il notevole uso di marmi preziosi e di altri materiali dorati di alto valore.

La cripta della chiesa di Aleksandr Nevskij possiede una delle più belle collezioni di icone ortodosse di tutta la Bulgaria. In questa capitale infatti molti artisti bulgari lasciarono il segno attraverso le loro opere: icone dal tipico sfondo monocromatico e atemporale, abitato da figure evangeliche dallo sguardo ieratico. Vi suggeriamo di ritagliarvi del tempo per visitare questa interessantissima raccolta.

I musei della capitale
La capitale della Bulgaria ha un passato glorioso alle sue spalle. L’abitarono molti popoli professanti religioni differenti e questo spiega la ricchezza dei luoghi religiosi. Oltre a ciò, Sofia è una delle città cardine per l’arte bulgara: troverete infatti molti musei interessanti e colmi di opere di artisti del territorio. La Galleria d’arte nazionale è sicuramente uno dei musei d’arte più belli di Sofia e vale la pena visitarlo anche per apprendere maggiormente l’evoluzione della città nei diversi periodi della sua storia.

Entrando nella galleria troverete alcune esposizioni permanenti riguardanti l’arte bulgara contemporanea, a partire dal 1878, anno in cui i russi liberarono la capitale dal dominio ottomano. Oltre a contenere molti quadri e sculture di valore simbolico e artistico per la Bulgaria tutta, sono di notevole bellezza le sale e i corridoi di color bianco e che risaltano i colori sgargianti delle tele.

A pochi passi dalla galleria andate a visitare il Museo storico nazionale, un altro importante sito artistico e storico della capitale utile per assaporare le tradizioni della Bulgaria. Qui troverete infatti molte opere, oggetti e armi risalenti alle varie fasi delle conquiste di Sofia: ad esempio, troverete molti reperti romani, ottomani e russi. In aggiunta, lasciatevi incuriosire dalle tradizioni di questa terra visitando l’area espositiva contenente oltre 2.000 costumi tradizionali.

Per i momenti di divertimento e di relax
Se volete trascorrere una giornata divertente e affascinante, allora lo zoo di Sofia fa al caso vostro. Quello della capitale è il più grande zoo della Bulgaria e ospita numerose specie di animali, dai mastodontici pachidermi alle feroci tigri, dalle simpatiche e saltellanti scimmie ai lunghi e viscidi serpenti. Se siete in compagnia di bambini, saranno sicuramente contenti una volta raggiunta quell’area dove il contatto fra uomo e animale si fa più diretto: in una parte dello zoo si potranno accarezzare e fotografare da vicino molti animali innocui.

Lo zoo si trova all’estremità di un’estesa zona verde della capitale, nel quartiere di Loven. Una volta terminata l’avventura potrete passeggiare nel parco di Loven e nell’adiacente parco Borisova Gradina. È un’area vedere molto ampia dove poter ripercorrere le belle esperienze vissute a Sofia, girovagando tra monumenti come l’obelisco e le statue di personaggi storici famosi della Bulgaria russa, per poi dedicarvi allo shopping di viaggio.

Fonte:siviaggia.it

elena-bulgaria-10

La città di Elena si trova nella parte alta dei Balcani a una distanza di circa 250 km dalla capitale della Bulgaria, Sofia.

Qui sono registrati circa 6500 abitanti. Secondo le testimonianze la città di Elena esiste fin dal tardo neolitico, ma il suo primo insediamento risale alla fine del 1400, quando gli ottomani la conquistarono e si stabilirono definitivamente nella regione, a causa della presenza dei loro possedimenti feudali. Grazie agli ottomani la città di Elena divenne un importante centro amministrativo, agricolo, commerciale e artistico.

Il periodo d’oro la vide impegnata nella produzione e tessitura di tappeti e nella pittura, favorendo lo sviluppo di processi culturali e d’istruzione. Tra gli edifici emblematici per la città esiste la casa museo Ilarion Makariopolski, una fra le più antiche case conservate, che espone al suo interno opere raffiguranti le lotte di liberazione nazionale. 

Fra gli altri monumenti interessanti c’ è la Torre dell’orologio, che si trova nel punto più alto della città, e le cinque case del Razsukanov, ciascuna con una propria architettura, ma tutte coordinate armoniosamente. Anche nella casa Popnikolova è collocato un museo, quello di Paleontologia, che raccoglie fossili e minerali.

La città di Elena non è bella solo per gli edifici architettonici ma anche per i paesaggi naturali. Qui i turisti si avvalgono di percorsi ecologici, che consentono loro di ammirare i monumenti e le località storiche della città passando attraverso boschi secolari, nonché attraverso le cosiddette micro-dighe, che forniscono ottime possibilità di pesca e riposo.

Fonte:bulgaria.it

Foto del giorno

Rila

Rila

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Loading
Chart
o Microsoft content-type content▼type (content-type%)
o Google content-type content▼type (content-type%)
o BRE content-type content▼type (content-type%)
o Yahoo content-type content▼type (content-type%)
NASDAQ:MSFT

Microsoft

COMPANY_ID [NASDAQ:MSFT] LAST_TRADEcontent-type TRADE_TIMEcontent-type VALUE_CHANGEcontent▼type (content-type%)
NASDAQ:GOOG

Google

COMPANY_ID [NASDAQ:GOOG] LAST_TRADEcontent-type TRADE_TIMEcontent-type VALUE_CHANGEcontent▼type (content-type%)
NYSE:BRE

BRE

COMPANY_ID [NYSE:BRE] LAST_TRADEcontent-type TRADE_TIMEcontent-type VALUE_CHANGEcontent▼type (content-type%)
NASDAQ:YHOO

Yahoo

COMPANY_ID [NASDAQ:YHOO] LAST_TRADEcontent-type TRADE_TIMEcontent-type VALUE_CHANGEcontent▼type (content-type%)