oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

La Commissione Europea (CE) ha approvato il 17 febbraio un secondo contratto con l'azienda farmaceutica Moderna, che prevede un ulteriore acquisto di 300 milioni di dosi (150 milioni nel 2021 e un'opzione per acquistarne ulteriori 150 milioni nel 2022) per conto di tutta l'UE paesi, ha affermato la Commissione.

Il nuovo contratto prevede anche la possibilità di donare il vaccino a paesi a reddito medio-basso o di reindirizzarlo ad altri paesi europei. Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, ha dichiarato: “Oggi ci assicuriamo 300 milioni di dosi aggiuntive del vaccino COVID-19 prodotto da Moderna, che è già utilizzato per la vaccinazione nell'Unione europea.

"Questo ci avvicina al nostro obiettivo principale: garantire che tutti gli europei abbiano accesso a vaccini sicuri ed efficaci il più rapidamente possibile", ha affermato Von der Leyen.

"Con un portafoglio fino a 2,6 miliardi di dosi, saremo in grado di fornire vaccini non solo ai nostri cittadini, ma anche ai nostri vicini e partner", ha detto.

Stella Kyriakides, Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: "Il contratto è importante non solo per le esigenze a breve termine dell'UE, ma anche per il nostro lavoro futuro per limitare la rapida diffusione di nuove varianti". La Commissione ha affermato che il contratto del 17 febbraio con Moderna si basa sull'ampio portafoglio di vaccini da produrre in Europa, compresi i contratti già firmati con BioNTech-Pfizer, AstraZeneca, Sanofi-GSK, Janssen Pharmaceutica NV, Curevac e Moderna.

"Questo portafoglio diversificato di vaccini garantirà all'Europa l'accesso a 2,6 miliardi di dosi, una volta che i vaccini avranno dimostrato di essere sicuri ed efficaci", ha affermato la Commissione.

fonte sofiaglobe.com

Nelle ultime 24 ore sono stati documentati 1.246 nuovi contagi e 564 guariti, secondo le statistiche del 18 febbraio.

Ieri sono stati effettuati 11.545 test diagnostici: 6.001 PCR, 5.544 antigene.

Al 18 febbraio i casi attivi erano 24.710, come mostrano i dati del Portale unico informativo. Il numero di pazienti con COVID-19 che necessitano di cure ospedaliere continua a crescere: ad oggi sono 3.613 i ricoverati. Nelle unità di terapia intensiva, 296 di loro vengono curati.

Nelle ultime 24 ore sono stati somministrati 4.582 vaccini e 85.920 dall'inizio della campagna vaccinale.

Entro 24 ore la malattia ha causato la morte di 41 pazienti con Covid-19 .

Dallo scoppio della pandemia, ci sono state 9.744 vittime in Bulgaria , 198.888 persone si sono riprese.

Dall'inizio della pandemia, i portatori confermati del virus SARS-CoV-2 in Bulgaria sono stati 233.342. Di questi, 9.937 erano medici.

I casi diagnosticati più di recente sono a Sofia, Burgas e Plovdiv.

Statistiche della giornata per regioni: Blagoevgrad - 53 nuovi casi, Burgas - 137, Varna - 60, Veliko Tarnovo - 28, Vidin - 8, Vratsa - 49, Gabrovo - 8, Dobrich - 7, Kardzhali - 9, Kyustendil - 55, Lovech - 12, Montana - 14, Pazardzhik - 29, Pernik - 22, Pleven - 68, Plovdiv - 72, Razgrad - 5, Ruse - 21, Silistra - 14, Sliven - 34, Smolyan - 17, Sofia-grad - 369, Sofia-Oblast - 32, Stara Zagora - 22, Targovishte - 1, Haskovo - 29, Shumen - 48 e Yambol - 23.

fonte novinite.com

Si prevede che la vaccinazione di massa contro il Covid-19 inizierà in Bulgaria a marzo, ha detto l'emittente pubblica Bulgarian National Television il 16 febbraio.

Il paese sta seguendo un piano di vaccinazione nazionale in cinque fasi approvato dal governo bulgaro all'inizio di dicembre .

La politica è che la vaccinazione contro il Covid-19 è volontaria e gratuita.

Gli emendamenti legislativi approvati dal parlamento bulgaro il 12 febbraio autorizzano i residenti permanenti della Bulgaria e i membri del personale delle missioni diplomatiche e delle organizzazioni internazionali rappresentate nel paese anche a ricevere le vaccinazioni Covid-19. Queste vaccinazioni avverranno nelle fasi finali dell'attuazione del piano vaccinale nazionale. Il rapporto afferma che i membri del pubblico che hanno un'assicurazione sanitaria statale dovrebbero registrarsi con il proprio medico di famiglia per ricevere il vaccino. Anche coloro che non hanno tale assicurazione possono ricevere il vaccino, ma devono contattare il proprio ispettorato sanitario regionale. Chi si sarà registrato riceverà giorno e ora in cui verrà amministrato.

Il dottor Nikolai Branzalov dell'Associazione medica bulgara ha detto alla televisione nazionale bulgara che le persone dovrebbero essere puntuali in modo che non ci fosse affollamento davanti agli uffici dei medici. "Molto dipenderà dai pazienti stessi", ha detto. Vaccini diversi richiedono periodi di tempo diversi tra le due dosi.

Dopo la somministrazione della prima dose, il medico dovrebbe informare il destinatario della data e dell'ora per la seconda dose - e ancora una volta, la puntualità è essenziale, afferma il rapporto. Secondo il rapporto giornaliero del 16 febbraio del sistema informativo nazionale bulgaro, nelle ultime 24 ore sono state somministrate in Bulgaria un totale di 2048 dosi di vaccino contro il Covid-19. Ad oggi, le dosi totali somministrate sono 77 436. Un totale di 21 323 persone hanno ricevuto una seconda dose.

Branzalov ha detto che “pochissime” persone tra quelle vaccinate finora avevano riferito di aver avuto effetti collaterali. L'ispettore sanitario capo dello Stato bulgaro Angel Kunchev, parlando a Nova Televizia il 15 febbraio, ha affermato che "teoricamente" si potrebbe parlare di una persona che sceglie quale vaccino ricevere, ma in pratica, all'inizio dell'attuazione del piano vaccinale, ciò potrebbe non succede.

"Al momento non c'è una vera scelta, che può accadere quando ci sono altri due (marchi di) vaccini, a seconda della decisione della Commissione europea e più consegne dei vaccini già ordinati dal nostro paese", ha detto Kunchev. Ha detto che le autorità non avevano sentito parlare di alcun caso di un medico di famiglia che si rifiuta di somministrare il vaccino.

“Ciò significherebbe che sta semplicemente abdicando alle sue responsabilità per prendersi cura dei suoi pazienti. Sono sicuro che tutti i medici generici faranno le vaccinazioni. Abbiamo anche metodi legali con cui potremmo forzarli, ma non è questa l'idea ", ha detto Kunchev.

fonte sofiaglobe.com

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

In posizione centralissima a Sofia si offre in gestion...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

Governo, il testo integrale del discorso di Mario Draghi al Senato

News image

Il primo pensiero che vorrei condividere, nel chiedere...

Dall'Italia

Read more

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Il governo ceco ha dichiarato un nuovo stato di emergenza

News image

Il governo ceco venerdì sera ha dichiarato un nuovo&nb...

Dal mondo