oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
E9D170C5-7D68-44CB-9671-E88AB25A7C31

L'ufficio del procuratore bulgaro accusa di cattiva gestione due funzionari, dopo nuove svolte nelle indagini in corso sugli eventi che hanno portato alla carenza idrica  nella città di Pernik.

 

 L'accusaha identificato i funzionari :  l'ex capo dell'utility per l'acqua di Pernik Ivan Vitanov e l'ex sindaco di custode di Pernik, Sevdelina Kovacheva.

 

 Kovacheva è accusata di non aver adempiuto ai suoi doveri, i quali richiedevano di introdurre il razionamento dell'acqua dopo essere stata informata che i livelli dell'acqua nel serbatoio di Studena erano bassi.  La dichiarazione non specificava quando esattamente la proposta di razionamento dell'acqua fu presentata a Kovacheva.

 

 Vitanov è accusato di stipulare contratti sfavorevoli e di esercitare una supervisione insufficiente delle operazioni di manutenzione e riparazione.  I pubblici ministeri hanno affermato che la cattiva gestione di Vitanov era intenzionale e ha causato danni per un valore di 11,7 milioni di leva.

 

 I pubblici ministeri hanno anche affermato che le prove raccolte finora indicano che la cattiva gestione da parte dei due funzionari non avrebbe avuto esito, senza la presunta cattiva gestione da parte del ministro dell'Ambiente Neno Dimov, arrestato all'inizio di questo mese - danni significativi che avrebbero portato all’attuale  carenza d'acqua a Pernik.

 

 Sia Vitanov che Kovacheva sono stati detenuti per 72 ore, ha affermato la procura.

 

 Nel frattempo, la polizia ha arrestato due partecipanti a una protesta al di fuori del Ministero dello Sviluppo Regionale della Bulgaria, organizzato da un partito politico minore, contro la gestione da parte del governo della crisi.

 

 I manifestanti hanno tentato di sfondare la linea di polizia per entrare nell'edificio del ministero, costringendo  le forze dell'ordine a usare spray al pepe, ha riferito la televisione nazionale bulgara.  Trenta persone hanno richiesto cure mediche, afferma il rapporto.

 

 Il 27 gennaio, una seduta congiunta di tre comitati del Consiglio municipale di Sofia ha discusso  la proposta di dirottare parte della fornitura idrica della capitale, 300 litri / secondo, verso Pernik.  L'intero consiglio comunale voterà in giornata.

 

 Sofiyska Voda, il servizio idrico della città, ha affermato che potrebbe deviare tale importo a Pernik senza alcun rischio per l'approvvigionamento idrico di Sofia.  Le assicurazioni sono state fornite durante una visita del sindaco di Sofia Yordanka Fandukova al centro di controllo della compagnia il 27 gennaio, secondo quanto riferito dalla Radio nazionale bulgara.

photo_verybig_202852

Le percezioni sulla corruzione in Bulgaria - le più forti in tutta l'Unione europea, secondo l'ultimo sondaggio di Transparency International. L'IPC 2019 si basa su 13 sondaggi e valutazioni di esperti per misurare la corruzione del settore pubblico in 180 paesi e territori, dando a ciascuno un punteggio da zero (altamente corrotto) a 100 (molto pulito). A livello globale, l'analisi copre 180 paesi, con la Bulgaria che condivide il 74 ° posto con Giamaica e Tunisia. La corruzione in Danimarca, Nuova Zelanda e Finlandia è percepita come la "più pulita". I più corrotti, secondo la percezione della gente, sono la Somalia, il Sudan e la Siria. L'indice di percezione della corruzione classifica 180 paesi e territori in base ai livelli percepiti di corruzione del settore pubblico, secondo esperti e uomini d'affari. L'analisi di quest'anno mostra che la corruzione è più diffusa nei paesi in cui grandi quantità di denaro possono fluire liberamente nelle campagne elettorali e in cui i governi ascoltano solo le voci di individui ricchi o ben collegati.

photo_verybig_202855

Il 52% degli adolescenti bulgari di età compresa tra 14 e 19 anni è stato esposto a contenuti estremi online, secondo un sondaggio rappresentativo a livello nazionale, parte di una campagna nazionale "Trova altro modo" volta a promuovere il pensiero critico e l'impegno civico tra i giovani. Circa il 30% di loro si è imbattuto in tali contenuti per caso, secondo il sondaggio. La campagna è finanziata dalla direzione generale della Commissione europea per la migrazione e gli affari interni Programma di responsabilizzazione della società civile e proseguirà nel 2020. "Trova un altro modo" è stato sviluppato per sostenere le politiche della Commissione europea che mirano a garantire la crescita economica, culturale e sociale dei paesi dell'UE e possono svilupparsi in un ambiente stabile, legale e sicuro, nonché per costruire in un'Europa aperta e più sicura . Il sondaggio è stato condotto tra 1018 intervistati di età compresa tra 14 e 19 anni attraverso un'intervista faccia a faccia tra aprile e giugno 2019. Il sondaggio si concentra su una serie di atteggiamenti tra i giovani riguardo al contenuto online che incontrano, nonché influenzando i fattori nel formare il loro opinione su importanti questioni pubbliche. L'attenzione si concentra sulla misura in cui i giovani sono stati esposti a contenuti estremi nello spazio online invitando l'aggressività e l'odio contro determinati gruppi sociali e su come si collegherebbero a questo tipo di messaggio.

Foto del giorno

90520000_2571867486436318_2546411497626533888_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

CoronaVirus: la posizione shock dello scienziato Montanari

News image

La biografia del dottor Stefano Montanari, nanopatolo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Coronavirus,momento critico per le Borse.

News image

  Giornata da dimenticare per Piazza Affari: l'indic...

Dal mondo