oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

87287B7F-F7D4-4AB5-9910-64AB89BEEE07

Il rimpatrio di turisti stranieri che erano arrivati ​​in vacanza in Bulgaria sui voli dell'ormai defunta società di vacanze Thomas Cook è iniziato, ha detto la radio nazionale bulgara il 24 settembre citando gli aeroporti del Mar Nero a Varna e Bourgas.

 

 Più di 500 persone sono partite su tre voli di altre compagnie aeree, per Londra e Manchester.

 

 Un piccolo gruppo di turisti stava per essere trasportato da Bourgas a Londra, e altri vacanzieri stavano valutando se tornare temporaneamente negli hotel dove erano stati alloggiati.

 

 L'aeroporto di Varna ha dichiarato che fino al 1 ottobre era stato programmato un solo volo Thomas Cook.

 

 Sono stati programmati 10 voli all'aeroporto di Bourgas e attualmente si è discusso su quale altra compagnia aerea avrebbe trasportato i passeggeri, secondo il rapporto.

 

 Secondo le cifre dell'ambasciata britannica del 23 settembre, ci sono stati circa 2500 clienti Thomas Cook in Bulgaria.

 

 Il programma di volo dell'Autorità per l'aviazione civile del Regno Unito (CAA) ha completato 64 voli il primo giorno di operatività, riportando le prime 14 700 persone nel Regno Unito, ha dichiarato il CAA il 24 settembre. Si ricorda ai clienti di Thomas Cook di controllare il sito Web dedicato per ulteriori informazioni  - thomascook.caa.co.uk.

 

 "Con 13 giorni rimanenti e circa 135.300 passeggeri ancora da riportare nel Regno Unito, stiamo lavorando tutto il giorno, in collaborazione con il governo e l'industria aeronautica, per consegnare il programma di volo dopo che Thomas Cook ha smesso di operare", ha affermato il CAA.

 

 Il 24 settembre, secondo giorno del programma di volo, il CAA ha pianificato di operare altri 74 voli, con posti a sedere per oltre 16 800 persone per tornare nel Regno Unito.

 

 Il ministro del turismo bulgaro ha incontrato operatori turistici, proprietari di hotel, funzionari per la protezione dei consumatori e rappresentanti dell'ambasciata britannica il 24 settembre per discutere le conseguenze del fallimento di Thomas Cook.  Dopo l'incontro si terrà un briefing, ha affermato il ministero.

 

 Il 23 settembre, il ministro del turismo Nikolina Angelkova ha dichiarato che il fallimento di Thomas Cook avrà  gravi conseguenze per la stagione turistica 2020 della Bulgaria.

 

 Thomas Cook ha portato in Bulgaria tra 350.000 e 450.000 turisti ogni estate negli ultimi anni, ha affermato Angelkova.

 

 I media bulgari hanno dichiarato il 24 settembre che Thomas Cook deve milioni agli hotel sulla costa bulgara del Mar Nero.

38BB13D4-37B4-47CC-9B3B-AAFDA89CCF6B

Maya Manolova ha presentato il suo programma di gestione come candidato sindaco di Sofia.  Contiene 23 misure.  L'ex mediatore ha promesso una capitale pulita e verde, nonché una digitalizzazione del comune metropolitano.  La candidata a sindaco della capitale ha annunciato che gestirà in modo trasparente e farà una revisione completa di Toplofikatsiya Sofia e delle società municipali.

 

 Per facilitare il traffico a Sofia, Manolova eliminerebbe i privilegi di parcheggio dei dipendenti VIP.  La stessa Manolova e il personale municipale viaggerebbero con i mezzi pubblici.

 

 "Per rendere la nostra capitale non solo una città di opportunità economica, un centro politico e culturale. Per renderla una moderna capitale europea. Una città pulita, una città verde, una città rispettabile, una città senza periferia, una città della gioventù,  una città con energia e con prospettive di sviluppo ”, Manolova ha elencato alcune delle sue priorità.

FFEFE545-34B9-438B-BBC0-358022DD2AA1

Più di 100 partner del settore pubblico e privato che operano lungo la catena del valore della plastica firmeranno la Dichiarazione dell'Alleanza sull'uso circolare delle materie plastiche (Circular Plastics Alliance), che promuove azioni volontarie a sostegno di un mercato UE di materiali riciclati ben funzionante.

 

 La dichiarazione delinea i modi in cui l'Alleanza raggiungerà l'obiettivo di utilizzare 10 milioni di tonnellate di plastica riciclata entro il 2025 ogni anno per produrre nuovi prodotti in Europa.  L'obiettivo è stato fissato dalla Commissione europea nel 2018 nella sua strategia per la plastica.

 

 La dichiarazione, firmata da piccole e medie imprese, grandi aziende, associazioni di imprese, standardizzatori, organizzazioni di ricerca e autorità locali e nazionali, fissa un obiettivo di 10 milioni di tonnellate di plastica riciclata e chiede il passaggio a zero rifiuti di plastica in natura e  azzerare lo smaltimento della plastica.  Prevede azioni specifiche per raggiungere l'obiettivo.

 

 Sul sito web della Commissione, la dichiarazione dell'Alleanza continuerà ad essere accessibile e aperta alla firma di nuove parti interessate, in particolare le autorità pubbliche di tutta Europa.

 

 Le associazioni e le aziende sono inoltre incoraggiate a presentare impegni volontari per utilizzare o produrre più plastica riciclata.

Foto del giorno

2D746BB4-9C57-4312-B78D-91E999C94392

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo