oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
13CB8344-91FD-45E9-A55E-84278894BA67

Sei banche bulgare si classificano nella Top 100 delle maggiori istituzioni finanziarie dell'Europa centrale e orientale.  DSK, First Investment Bank e UBB stanno facendo progressi significativi nella classifica rispetto allo scorso anno.

 Le banche bulgare incluse nella prestigiosa classifica sono: UniCredit Bulbank - 42 ° posto;  DSK - 57 ° posto, United Bulgarian Bank - 69 ° posto, First Investment Bank - 76 ° posto, Postbank - 88 ° posto e filiale Raiffeisen in Bulgaria, che è 91 °.

 

 Le banche bulgare stanno migliorando le loro posizioni rispetto alla classifica 2018.  Il salto più grande viene effettuato da UBB con 27 posizioni in totale.  Ha mostrato le migliori dinamiche tra le Top 100 nel 2018. Le sue attività sono cresciute del 46% a $ 6,6 miliardi.  Circa il 90% dell'aumento delle attività di questa banca è spiegato dalla sua fusione con un'altra banca bulgara - Sibank.

 

 Lo studio ha analizzato le prestazioni finanziarie delle banche di 14 paesi: Bulgaria, Bielorussia, Ungheria, Kazakistan, Lettonia, Lituania, Estonia, Moldavia, Polonia, Russia, Romania, Slovacchia, Ucraina e Repubblica ceca.  Il rating include le maggiori banche di 13 paesi dell'Europa centrale e orientale (CEE).  La soglia minima di entrata è di $ 4,3 miliardi di attività.

 

 Tra i 100 maggiori istituti finanziari della CEE, ci sono 28 russi, 16 polacchi, 11 cechi e 10 ungheresi.  Immediatamente dopo di loro, sono la Bulgaria e la Romania al quinto posto, con ciascuno di questi due paesi rappresentati da 6 banche.

 

 La più grande banca nella CEE all'inizio del 2019 è la Sberbank russa, le cui attività al 1 ° gennaio 2019 ammontano a $ 449 miliardi.  La seconda risorsa consolidata più grande è VTB con $ 212 miliardi.  Tra i primi tre c'è un'altra banca russa, Gazprombank, con $ 94 miliardi di attività.

 

 La top ten comprende tre banche polacche e una ungherese.  La più grande banca della Polonia, PKO Bank Polski, è al quarto posto con $ 86 miliardi di attività.  La Banca ungherese OTP, proprietaria di DSK in Bulgaria, si colloca all'ottavo posto con $ 52 miliardi di attività.

 

 Confrontando il PIL con il numero di banche, Bulgaria, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia hanno un settore finanziario ben sviluppato.


B0C42EDD-FEEA-4E85-8AF4-89C8E8146DF3

Astral Holidays, il partner bulgaro della defunta società turistica britannica Thomas Cook e uno dei maggiori tour operator bulgari, ha dichiarato il 7 ottobre che sta entrando in una procedura di bancarotta.

 

 Il ministro del turismo bulgaro Nikolina Angelkova ha dichiarato di aver convocato un incontro con la direzione di Astral Holidays e il suo assicuratore.

 

 In una dichiarazione sul suo sito web, Astral Holidays ha affermato che con grande rammarico e delusione, ha dovuto cessare le operazioni a partire dal 7 ottobre ed entrare in una procedura fallimentare, dopo quasi 24 anni sul mercato turistico “e nonostante gli incredibili sforzi della gestione  e dipendenti ".

 

 La decisione era stata presa dopo molte discussioni, sforzi e tentativi di assicurarsi finanziamenti per l'azienda, ha detto Astral Holidays.

 

 La società aveva adottato tutte le misure necessarie e adempiuto ai propri obblighi ai sensi della legge sul turismo per proteggere i propri clienti.

 

 I viaggi di tutti i clienti che avevano acquistato le vacanze da Astral Holidays e che erano attualmente all'estero sono stati interamente pagati "quindi non vi è alcun rischio di problemi con i voli o il rifiuto di alloggio in hotel o altri servizi turistici".

 

 I clienti che avevano acquistato solo biglietti aerei con compagnie aeree di linea o a basso costo sarannoin grado di proseguire i loro viaggi, poiché tutti i biglietti sono stati acquistati e pagati da Astral Holidays.

 

 “Sottolineiamo che i clienti di Astral Holidays International Ltd che hanno effettuato depositi o pagato interamente per i loro viaggi, ma dove Astral Holidays non ha pagato a un partner o un fornitore di servizi, saranno compensati come previsto dalla legge.  Sono garantiti con l'assicurazione del tour operator stipulata con la compagnia assicurativa Unique, con una copertura di 700 000 leva ”, ha affermato Astral Holidays.

 

 Il ministero del turismo bulgaro ha dichiarato che si sta lavorando per chiarire il numero preciso di turisti che hanno contratti con Astral Holidays.

 

 "Il Ministero del Turismo è in costante contatto con i rappresentanti del tour operator e sta monitorando la situazione al fine di proteggere gli interessi dei turisti secondo le norme della legislazione bulgara."

 

 La società di vacanza britannica Thomas Cook è entrata in liquidazione obbligatoria il 23 settembre 2019.

 

 La Bulgaria è stata tra i numerosi paesi da cui i clienti di Thomas Cook sono stati rimpatriati nel Regno Unito.

 

 Pur non essendo il principale attore nel mercato turistico estero delle vacanze estive in Bulgaria, vi è stata una seria preoccupazione per l'impatto che il fallimento di Thomas Cook avrà sul mercato turistico della Bulgaria.

 

 L'Autorità per l'aviazione civile del Regno Unito ha dichiarato il 7 ottobre che il giorno vedrà la conclusione dell'operazione Cervino, rimpatriando circa 140.000 clienti Thomas Cook da varie parti del mondo.

 

 "Il programma di volo di due settimane, che prevedeva l'uso di 150 velivoli da 50 partner provenienti da tutto il mondo, termina più tardi oggi, con il volo finale che arriva all'aeroporto di Manchester da Orlando con gli ultimi 392 passeggeri a bordo", ha dichiarato il CAA britannico.



L'acquisizione dei caccia F-16V Block 70 non è solo un acquisto, ma una partnership a lungo termine che consente all'Aeronautica bulgara di affrontare con successo le nuove sfide del settore, ha dichiarato il Primo Ministro bulgaro Boiko Borissov in una riunione con i rappresentanti  di Lockheed Martin.

 

 Il focus dei colloqui del 7 ottobre è stata la cooperazione a lungo termine che deriverà dal programma di partenariato industriale, afferma la nota.

 

 Questo fa parte del processo di acquisizione dei caccia ed è regolato da un contratto tra il Ministero dell'Economia della Bulgaria e Lockheed Martin.

 

 Il contratto prevede che gli aeromobili vengano mantenuti e riparati in Bulgaria, anche da specialisti bulgari, afferma la nota.

 

 "Verranno inoltre creati posti di lavoro e un know-how unico verrà introdotto nel nostro paese nel settore bulgaro della sicurezza e della difesa", secondo la dichiarazione.

 

 All'incontro, tra Borissov e Randy Howard, direttore dello sviluppo commerciale dell'F-16, e Lisa Herman dello sviluppo commerciale internazionale per l'Europa centrale presso l'azienda, è stato notato che l'F-16 era l'aereo da combattimento polivalente di maggior successo per  La Bulgaria e copre pienamente le esigenze di difesa del paese, nonché per l'adempimento dei suoi compiti all'interno della NATO.

 I rappresentanti della compagnia americana hanno sottolineato a Borissov che nella sola Europa ci sono più di 700 velivoli F-16, e nel mondo sono stati venduti più di 4000 velivoli, rendendolo il combattente militare più venduto e il più usato nell’industria militare.

 

 "La Bulgaria sta rispettando con successo il proprio impegno per gli investimenti nel settore della difesa concordato al vertice della NATO del 2014 in Galles", ha affermato Borissov.

 

AF2C531A-489E-4BFE-81CD-CEEFC44F5901

 

 Ha affermato che dall'inizio del 2018 la Bulgaria ha attuato il piano nazionale per aumentare le spese per la difesa fino al 2024.

 

 "Con l'acquisto di 8 aeromobili Block 70 F-16V quest'anno, questo obiettivo è già stato raggiunto e entro la fine del 2019 la spesa per la difesa dovrebbe superare il tre per cento del PIL", ha affermato Borissov.

 

 All'incontro, a cui ha partecipato anche il ministro delle finanze Vladislav Goranov, è stato anche discusso che la partnership industriale della Bulgaria con la società americana svilupperà talenti nel campo della scienza e dell'ingegneria nel settore.

 

 Lockheed Martin è inoltre programmato per fornire all'Accademia aeronautica bulgara un addestramento all'avanguardia per piloti e meccanici nell'ambito di programmi progettati dall'aeronautica americana.

 

 Ciò consentirebbe alla Bulgaria di educare un'intera nuova generazione di piloti, che è uno dei risultati più importanti della partnership del paese con la società americana, ha dichiarato il governo.

Foto del giorno

2D746BB4-9C57-4312-B78D-91E999C94392

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo