oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

0A17936C-B2FC-429A-8454-9D2193F14541

Una protesta dal titolo "No ai nazisti nelle nostre strade" si terrà a Sofia il 16 febbraio come contromossa della marcia di Lukov in programma per la capitale bulgara quel giorno.

 

La protesta si terrà alle 14:00,  alle Terme Minerali Centrali come punto d'incontro. La marcia di Lukov è programmata per le  17:00.

 

Gli organizzatori del "No ai nazisti nelle nostre strade", Antifa Sofia, hanno affermato che "per 16 anni a metà febbraio, Sofia è stata la capitale del neo-nazismo".

 

"Nazisti e fascisti di tutta Europa vengono in Bulgaria per marciare insieme ai loro aderenti bulgari per la celebrazione di un generale antisemita", si legge nella nota.

 

Lukov era il capo dell'Unione ultranazionalista delle legioni nazionali bulgare dal 1942 al 1943 "che proclamava chiaramente antisemitismo, xenofobia, totalitarismo e fascismo".

 

La tolleranza delle parate neonaziste è stata una disgrazia per la società bulgara, la dichiarazione. "È importante che ognuno di noi dichiari chiaramente la propria posizione rispetto a tali eventi".

 

Febbraio 2019 sarà la sedicesima volta che la marcia di Lukov si è tenuta a Sofia. La contro-protesta di Antifa si svolge per la settima volta.

 

Di recente, il sindaco di Sofia ha chiesto che la marcia non avvenisse  della marcia di Lukov, ma la richiesta è stata rifiutata in parlamento .

 

 Poichè si sostiene  che dietro la marcia di Lukov c'erano organizzazioni formali e informali di lunga data, nazionaliste e "apertamente fasciste".

 

L'organizzatore principale è l'Unione nazionale bulgara, e i partecipanti includono membri del VMRO, parte degli United Patriots, un partner governativo, così come il Partito Radicale Nazionale bulgaro, l'Associazione dei sostenitori del calcio bulgaro,  i neo-nazisti auto-descritti come Kruv i Chest (" Blood and Honor "), National Resistance e Byal Front (" White Front ")".

 

Gli "ospiti" stranieri includono un certo numero di organizzazioni, tra cui alcune vietate nei loro paesi - La Falange (Spagna); NPD, Die Rechte, Der III Weg (Germania); Terre et persone (Francia), Casa Pound (Italia), Narodowe Odrodziene Polski (Polonia), The Nordic Front (Svezia), , afferma la dichiarazione. Fonte:Sofiaglobe 

violenza-sessuale

In Bulgaria negli ultimi tre anni, gli omicidi sulle donne commessi da coniugi,partner o parenti stretti sono aumentati del 50%. 

Un terzo degli omicidi in Bulgaria e' collegato alla violenza domestica , questo e' ciò che mostra le statistiche del Ministero Degli Interni fornite a Mediapool.

La gelosia e' uno dei motivi principali per cui molte donne sono rimaste uccise nel 2018. Nello stesso anno si contano 28 donne gravemente ferite a causa della violenza domestica.

Nel 2017, le donne uccise per violenza domestica hanno rappresentato circa il 30% di tutte le vittime di omicidio intenzionale in Bulgaria

Gli investigatori hanno dimostrato nel corso degli anni di avere la capacita' di rilevare questo tipo di attacchi ma ad omicidio commesso.

Malgrado nel corso degli anni le sanzioni per questo tipo di omicidi sono aumentate; condanne che sono passate dai 10 anni di carcere ai 15, il progressivo aumento di lesioni gravi contro le donne dimostra che il problema non e' la mancanza di sanzioni.

Lo studio di Mediapool suggerisce fortemente che esiste attualmente un'efficace repressione penale, ma non riduce le vittime. Al contrario, il loro numero cresce ogni anno. La risposta ovvia è dovuta all'educazione, alla salute e al sistema sociale, non al ministero dell'Interno e ai tribunali penali.

Negli ultimi tre anni le autorità potrebbero salvare la vita di almeno sette donne se avessero stabilito l'intolleranza dei loro autori in tempo e non durante il procedimento penale dopo l'esito fatale. Se le autorità sanitarie e sociali avessero la capacità di agire, probabilmente queste persone non sarebbero ora degli assassini Tuttavia, il sistema di assistenza psichiatrica è in declino a causa della mancanza di finanziamenti.

Anche il sistema educativo non affronta il problema in alcun modo, anche se il governo stesso riconosce l'aumento di tali violenze.

Il dibattito sui cambiamenti nell'Assemblea nazionale ha dimostrato che è molto difficile per il parlamento bulgaro affrontare questo problema.

Dimitar Stoyanov (BSP) ha spiegato dal Parliamentary Tribune che a volte "la vittima è alla ricerca di abusi".

Valeriy Zhablyanov (BSP) ha spiegato che nella mentalità bulgara il padre è impostato per essere una figura centrale nella famiglia e la violenza domestica è anche provocata da "condizioni di vita socialmente degradanti in Bulgaria, dall'ineguaglianza iniziale tra i due sessi, dalla disoccupazione e la miseria a casa, di bambini che non possono comprare materiale scolastico elementare ".

La spiegazione "sociale" di Zhablyanov della violenza domestica affronta i fatti. Negli ultimi tre anni il salario medio del paese è aumentato di oltre 200 leva, la disoccupazione è scesa a livelli record, la popolazione sta diminuendo, ma gli omicidi di donne sono in aumento.

L'ovvia risposta al problema della violenza contro le donne in Bulgaria è l'educazione, che può portare a un lento ma significativo cambiamento negli atteggiamenti di massa. Non si tratta solo di campagne, ma dovrebbe essere il risultato di sforzi coerenti, anche istituzionali, per eliminare la percezione nella società che la violenza contro le donne sia accettabile.

All'inizio dell'anno scorso, il governo ha rifiutato di ratificare la Convenzione di Istanbul, che obbliga gli Stati ad adottare misure per sradicare la violenza domestica sin dalla tenera età. In Bulgaria c'è stato un dibattito frenetico ispirato a VMRO e BSP con false accuse di legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso, terzo sesso,minacce contro "valori bulgari" e così via.

GERB ha rifiutato di assumersi la responsabilità politica e ha trasferito la Convenzione alla Corte costituzionale, che ha proposto un livello "dignitoso" di dibattito politico. Pertanto, il documento internazionale è stato respinto in quanto incostituzionale. Il CC ha annunciato che il termine "genere" nella Convenzione di Istanbul contravviene alla costituzione e offusca i confini tra sesso maschile e sesso femminile.

Le modifiche proposte al codice penale sono state un tentativo di compensare la convenzione respinta, ma praticamente non fanno nulla per compensare. Le autorità bulgare stanno ancora una volta gettando alla ricerca delle misure più economiche e insignificanti, rifiutando di spingere le leve che possono cambiare qualcosa.

Statistiche di MediaPool, articolo di Novinite.com

DA5C531A-5009-49C7-A87E-E548FB6761DB

Il ministero della Difesa bulgaro ha affermato che la sua spinta a far arruolare la gente nelle forze armate riprenderà il 7 febbraio e continuerà fino alla fine di ottobre 2019.

 

Intitolato "Be a Soldier", la campagna è stata lanciata dal Ministero della Difesa nell'ottobre 2018, in risposta al grave deficit di personale militare in Bulgaria.

 

Il ministero ha affermato che in 29 città della Bulgaria ci sarebbero uffici di informazione per le persone interessate al servizio militare.

 

Sarebbero disponibili informazioni dettagliate sui requisiti per l'adesione alle forze armate e anche su incarichi specifici nell'esercito, nell'aviazione, nella marina, nelle forze speciali, nella guardia nazionale e nella polizia militare.

 

"Tutti saranno in grado, sul posto, di conoscere i criteri di selezione, i vantaggi della professione di soldato e le opportunità di sviluppo professionale nel servizio militare", ha dichiarato  il ministero della Difesa.

Foto del giorno

3676C664-62E8-4FD2-B71B-38E542CBC9CE
Foto del giorno Bulgaria 

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Franco Cfa, “Per Macron si può uscire? Chi ci prova viene fatto fuori.

News image

“Liberare l’Africa dal franco Cfa, moneta coloni...

Dal mondo