oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

58008135-f16a-4805-b29b-f985bd1bb2f9_169

Le tariffe per 34 servizi municipali a Sofia potranno essere pagate online dal prossimo anno. Il servizio dovrebbe essere attivo dall'inizio di marzo, ha spiegato Venera Milova del Comune di Sofia.

 

Questi sono servizi come l'emissione di un certificato di stato civile, un certificato successore, un permanente o un indirizzo corrente, per esempio. Il loro pagamento online sarà tramite il portale di servizi del Comune di Sofia. Al momento è possibile richiedere elettronicamente circa 50 servizi, ma la maggior parte richiede una firma elettronica. Si prevede che il pagamento elettronico sarà inizialmente possibile per 34 servizi relativi alla registrazione civile, all'ecologia e all'uso del suolo, alla proprietà comunale e al turismo.

 

In futuro, il servizio sarà disponibile anche per altri servizi municipali. I servizi di "Architettura e Pianificazione Urbana" sono tra i più numerosi e frequentemente utilizzati. Non è chiaro, tuttavia, quando ciò accadrà. Anche dal prossimo anno è previsto il salvataggio di parte della burocrazia al momento dell'iscrizione di un bambino in un asilo municipale. Il comune lavora sullo scambio di informazioni per l'indirizzo corrente con mezzi elettronici. L'obiettivo è quello di salvare i genitori per andare al comune a rilasciare un certificato di indirizzo corrente da presentare quando il bambino è iscritto all'asilo. Invece, solo una domanda sarà compilata, e l'indirizzo e il certificato di nascita saranno controllati dai direttori d'ufficio. Tuttavia, il sollievo è improbabile fino alla fine di maggio, quando di solito è la campagna principale per iscrivere i bambini nei giardini. L'anno prossimo verrà lanciata l'applicazione mobile del contact center del comune attraverso il quale i segnali vengono inviati all'amministrazione.

photo_verybig_185956

L'albero di Natale di Sofia è stato ufficialmente presentato martedì sera accanto al Palazzo Nazionale della Cultura.

Tradizionalmente le luci dell'albero festivo erano illuminate dal sindaco della città Yordanka Fandakova. 30mila luci illuminarono l'albero di 10 metri, che per un secondo anno consecutivo nel parco di fronte al Palazzo Nazionale della Cultura.

È decorato con ghirlande lunghe 2500 metri. L'albero è stato piantato in questo luogo per diventare un simbolo della città per la più brillante festa cristiana. La piazza era piena di persone che godevano di un programma festivo con gruppi vocali e gruppi di danza, mentre la notte gelida era piena di fuochi d'artificio.

path_2299

13766187-Vista-frontale-del-Parlamento-bulgaro-Sofia-Archivio-Fotografico

Il parlamento bulgaro ha approvato in seconda lettura il piano di bilancio per il 2018 al termine di una seduta durata 18 ore. Come riferito dall'agenzia di stampa bulgara “Bulgarian News Agency”, l'entrate derivanti dalle imposte ammontano a poco più di 21 miliardi di lev (circa 10 miliardi di euro). Le uscite previste sono di 11,923 miliardi di lev (circa 5,9 miliardi di euro) con spese correnti (comprese quelle per il personale) che arrivano a quasi 9,5 miliardi di lev (circa 4,2 miliardi di euro). La somma totale del trasferimento dal budget è di 11,100 miliardi di lev (circa 5,5 miliardi di euro). Nel 2018, lo Stato bulgaro assegnerà 3,264 miliardi di lev (circa 1,6 miliardi di euro) alle municipalità, 4,495 miliardi di lev (circa 2,5 miliardi di euro) all'assicurazione sociale pubblica e 1,286 miliardi di lev (circa 643 milioni di euro) al Fondo nazionale di assicurazione sanitaria, e di un trasferimento di 24 milioni di lev (circa 12 milioni di euro) dal ministero della Salute bulgaro. Il contributo fiscale della Bulgaria all'Ue sarà di poco superiore a un miliardo di lev (circa 500 milioni di euro). Oltre un miliardo di Lev (circa 500 milioni di euro) sarà destinato al ministero della Difesa che ha previsto una soglia per le spese del proprio dicastero a 1,193 miliardi di lev (circa 596 milioni di euro).

Il Consiglio dei ministri della Bulgaria ha adottato nelle scorse settimane il piano di bilancio per il 2018, un quadro normativo triennale in materia di bilancio nazionale, e le bozze del bilancio relativo al Fondo nazionale di assicurazione sanitaria e delle assicurazioni sociali pubbliche per il 2018. "Il bilancio dello Stato proposto consentirà di affrontare le principali priorità politiche su temi come istruzione, sicurezza, infrastrutture e consentirà agli enti e le istituzioni governative di funzionare normalmente", ha detto il ministro delle Finanze bulgaro, Vladislav Goranov, citato dai media nazionali. Goranov ha sottolineato come all'aumento dei salari nel settore pubblico non può ancora corrispondere un aumento nel settore privato. "Ma questa non è necessariamente una cattiva notizia", ha aggiunto.

"Mentre l'economia migliora, i livelli di retribuzione nel settore pubblico sono in aumento, che è qualcosa che non siamo stati in grado di permetterci fin dalla crisi finanziaria tra il 2008 e il 2009", ha chiarito il ministro che ha illustrato come nel medio termine le entrate statale tenderanno a diminuire, dal 36,2 per cento del Pil nel 2018 al 35,5 per cento del Pil previsto nel 2020, in quanto non sono state previste variazioni apprezzabili delle imposte in quel periodo. L'aumento dell'accisa sulle sigarette verrà gradualmente alzata finché il tasso minimo raggiungerà i 177 lev (circa 90 euro) per mille sigarette entro il primo gennaio 2018. Le priorità di bilancio del prossimo anno si concentrano sulle misure per il proseguimento delle riforme in materia di istruzione, difesa e sicurezza, la politica sociale e sanitaria, e per la prossima presidenza del Consiglio dell'Unione europea nella prima metà del 2018.

Foto del giorno

photo_big_3295

Alexander Nevskij

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Any data to show