oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

plovdiv-vaccination-raina-crop-600x312

I canali televisivi nazionali bulgari hanno trasmesso in diretta l'inizio del processo di vaccinazione del paese contro il Covid-19 il 27 dicembre, con il ministro della Salute Kostadin Angelov il primo a ricevere il colpo BioNTech-Pfizer. Il processo è iniziato verso le 10 simultaneamente a Sofia, Plovdiv e Bourgas. Fa parte di una campagna di vaccinazione a livello dell'UE che inizia il 27 dicembre contro il Covid-19. Angelov, a cui è stata fatta la prima iniezione all'ospedale St Anna nella capitale della Bulgaria, Sofia, ha detto subito dopo: "Credo che gli scienziati abbiano fatto il loro lavoro. Credo che presto inizieremo a prevalere sul Covid-19. Non vedo l'ora di vedere mio padre di 70 anni senza preoccupazioni ". Ha dichiarsto che dopo la vaccinazione si sentiva bene. Il governo bulgaro ha ripetutamente sottolineato che la vaccinazione contro il Covid-19 è volontaria, raccomandata e gratuita. Angelov, parlando prima dell'evento a Sant'Anna, ha detto: "Vogliamo dimostrare che l'Europa in un giorno, tutti gli Stati membri (UE) vaccineranno diverse categorie di popolazione". Altrove a Sofia, il primo ad essere vaccinato presso l'Accademia Medica Militare è stato il Maggiore Generale Ventsislav Mutafchiyski, capo dell'Accademia e del quartier generale operativo nazionale bulgaro contro il Covid-19.

"Siamo in guerra e questa è la nostra arma, in queste bottigliette", ha detto Mutafchiyski. Tra gli altri nel primo gruppo ad essere vaccinato c'era il professor Assen Baltov, capo dell'ospedale di emergenza Pirogov di Sofia. Ha invitato il pubblico a vaccinarsi, sottolineando che il vaccino è innocuo. Il capo del quartier generale della vaccinazione nazionale della Bulgaria, il professor Krassimir Gigov, ha ricevuto l'iniezione all'ospedale Pirogov. Ha invitato tutti a vaccinarsi, dicendo che era l'unica via d'uscita. Gigov ha sottolineato che il vaccino è efficace al 95%. "Vogliamo dimostrare che il vaccino è sicuro, innocuo e ha solo effetti positivi", ha dichiarato.

ALe vaccinazioni vengono somministrate in diversi ospedali, tra cui l'ospedale universitario di Plovdiv, due ospedali municipali e gli ospedali delle città di Rakovski e Assenovgrad. Per il processo di vaccinazione, la Bulgaria è stata divisa in sei regioni. Nella quinta regione, che comprende i distretti di Plovdiv, Stara Zagora, Pazardzhik, Haskovo, Smolyan e Kurdzhali, sono previste circa 1100 vaccinazioni. A Bourgas, la prima iniezione è stata somministrata all'infermiera dell'ospedale universitario Zlatina Parusheva. In città, circa 120 medici e altro personale medico avranno il vaccino il ​​27 dicembre. Un totale di 250 dosi del primo lotto di vaccino, arrivato in Bulgaria il 26 dicembre, sono state fornite al distretto di Bourgas e 100 ai distretti di Yambol e Sliven. Il processo di immunizzazione in altre regioni della Bulgaria inizierà il 28 e 29 dicembre, con Vratsa e Veliko Turnovo che riceveranno rifornimenti da Sofia il 28 dicembre. A Varna sono arrivate le prime dosi per 975 operatori sanitari di prima linea. La regione di Varna comprende sei distretti nel nord-est della Bulgaria. La distribuzione a Dobrich, Shoumen, Turgovishte, Razgrad e Silistra inizierà il 28 dicembre. Il piano per la regione è di somministrare tutte le dosi disponibili del vaccino entro il 30 dicembre.

Fonte:Sofiaglobe

photo_verybig_207118

Le misure antiepidemiche di emergenza in Bulgaria rimarranno in vigore fino al 31 gennaio 2021. Ciò è diventato chiaro dopo che la sede operativa nazionale ha presentato le sue proposte al primo ministro Boyko Borissov. - Le autorità sanitarie insistono affinché discoteche, ristoranti, centri commerciali, palestre e casinò rimangano chiusi. Sia le conferenze che i congressi saranno banditi fino al 31 gennaio. - Gli asili nido apriranno e le scuole elementari apriranno il 4 gennaio. -  "Non basta che i bulgari siano curati. Voglio che stiano bene", ha dichiarato il ministro della Salute Prof. Kostadin Angelov al regolare briefing delle autorità sanitarie. "Se mi chiedi se siamo soddisfatti dei dati sulla morbilità, la mia risposta è un secco no. Voglio che i cittadini bulgari siano sani", ha dichiarato Assoc. Prof. Angel Kunchev.

"Sì, c'è un serio ottimismo su ciò che sta accadendo, ma è insufficiente, soprattutto per quanto riguarda la mortalità. Ecco perché abbiamo dovuto proporre queste misure al governo. Nonostante il duro dibattito con gravi conseguenze economiche sia per le imprese che per i bambini, abbiamo dovuto proporre l'estensione delle misure fino al 31 gennaio. Noi della Sede Operativa Nazionale abbiamo sempre condiviso la filosofia che ci dovrebbero essere meno pazienti e meno morti affinché più bulgari vivi e sani possano ricevere i vaccini ", ha commentato il capo della Staff Gen. Ventsislav Mutafchiiski. "Dobbiamo essere rapidi e flessibili nelle misure, nel sostenere le imprese e le persone, nella fornitura di medicinali, vaccini, poiché la pandemia in tutto il mondo sta diventando più complicata e il numero di morti purtroppo rimane alto", ha detto all'inizio il Primo Ministro Borissov. dell'incontro prima del briefing, ha annunciato il servizio stampa del governo. Il Presidente del Consiglio ha osservato che, sebbene il numero di pazienti nel nostro Paese sia molto più basso e il numero di pazienti sia superiore a quelli infetti, il nostro Paese è al 14 ° posto in Europa in termini di morbilità. "Abbiamo sempre messo al primo posto la vita e la salute delle persone, quindi continuiamo ad agire su queste misure", ha detto il primo ministro Borissov. Durante l'incontro di lavoro, il ministro dell'Istruzione e della Scienza Krassimir Valchev ha sottolineato che per i giovani studenti l'interazione pedagogica diretta è la più importante e ha sottolineato l'importanza del ritorno nelle classi dei bambini dal 1 ° al 4 ° grado. Valchev ha anche sottolineato che gli emendamenti adottati alla legge sull'istruzione scolastica e prescolare consentono ai genitori preoccupati di poter mantenere i propri figli a studiare in un ambiente elettronico presentando una domanda a tale scopo. "Abbiamo discusso molte opzioni in estate, ma questa si è rivelata la migliore. Grazie al fatto che abbiamo un parlamento funzionante, abbiamo fornito questa opportunità", ha detto il ministro Valchev. Il primo ministro Borissov ha sottolineato che le modifiche alle misure antiepidemiche, che saranno in vigore fino al 31 gennaio 2021, tengono conto delle argomentazioni degli esperti e agiscono nell'interesse dei giovani studenti per ricevere una formazione adeguata in caso di pandemia, facendo affidamento su supervisione pedagogica e formazione degli insegnanti per guidarli. Durante l'incontro di lavoro con il Primo Ministro Borissov, il Ministro della Salute Kostadin Angelov ha riferito sui dati attuali sull'incidenza del COVID-19 in Bulgaria. "C'è una lievissima diminuzione dell'incidenza e della percentuale di test positivi. Tuttavia, il tasso di mortalità rimane alto, ieri 191 cittadini bulgari hanno perso la vita e l'occupazione dei letti d'ospedale rimane alta. Per questo proponiamo l'estensione del le misure antiepidemiche fino al 31 gennaio ", Angelov è stato categorico. Il primo ministro Borissov ha anche affermato che la pandemia COVID-19 ha portato a una crisi finanziaria ed economica senza precedenti e stava portando al fallimento. Alcuni di loro hanno già un deficit inferiore al 15%. "Non esiste un paese che abbia una riserva sufficiente. In questa fase, abbiamo fornito oltre un miliardo e cento milioni di lev a sostegno delle micro, piccole e medie imprese", ha aggiunto il primo ministro Borissov. Il ministro dell'Economia Lachezar Borisov ha dichiarato che lunedì verrà aperta la piattaforma attraverso la quale le imprese possono richiedere il sostegno nell'ambito delle misure sviluppate insieme all'Agenzia nazionale delle entrate. Allo stesso tempo, dopo la notifica della Commissione Europea, subito dopo il nuovo anno ci sarà l'opportunità di varare il provvedimento a sostegno delle cosiddette "Grandi piccole imprese" con un fatturato di oltre 500.000 BGN. Il ministro dell'Economia ha inoltre dichiarato che insieme all'ispettore capo dello Stato per la salute Angel Kunchev terranno colloqui con le grandi catene di vendita al dettaglio per una più rigorosa osservanza delle misure antiepidemiche.

Fonte:novinite

Vaccino-Covid19

Ondate di ricoveri ospedalieri, strutture sanitarie congestionate, personale insufficiente: è il comune denominatore della stagione pandemica in Europa.

La Bulgaria, tuttavia, ha il più alto tasso di mortalità Covid del blocco, con quasi 27 morti ogni 100.000 abitanti.

Nel Paese scuole, ristoranti e bar sono stati chiusi. Le autorità sanitarie avvieranno la campagna di vaccinazione il 27 dicembre, quando saranno consegnate le prime dosi del vaccino.

Angel Kunchev, ispettore sanitario, illustra i tempi: "Circa 5000 persone saranno vaccinate per prime. Si tratta per lo più di operatori sanitari che lavorano negli ospedali delle grandi città, soprattutto nelle unità Covid. Queste sono le persone che si occupano quotidianamente dei pazienti, e il virus è intorno a loro".

Il programma di inoculazione si concentrerà poi su altri operatori del pubblico.
Il timore espresso dalle autorità sanitarie è legato in particolare alla mancanza di fiducia: "La logistica e l'accesso ai vaccini non sono la nostra principale preoccupazione - dice Kunchev - superare la paura e l'esitazione lo è. A giudicare da altri programmi di vaccinazione volontaria che stiamo conducendo, posso dirvi che la percentuale di persone vaccinate non è molto alta. Raramente supera il 30 o il 35%. Spero solo che la gente sia ragionevole".

Dal punto di vista pratico, per la Bulgaria, ricevere le vaccinazioni è stato il primo ostacolo. Il secondo è stata la mancanza di infrastrutture per mantenere i vaccini a meno settanta gradi centigradi.

Per poter conservare e spedire il vaccino in modo sicuro in tutto il Paese, il governo bulgaro ha dovuto acquistare dei congelatori.

Alla loro consegna, all'inizio di dicembre, il primo ministro è stato rapido ad annunciare il piano di vaccinazione: "La gente dovrebbe avere il vaccino se vuole, anche se è nel bel mezzo delle vacanze. È volontario! Il vaccino è stato approvato dall'Unione europea. È stato negoziato dalla commissione e l'Agenzia europea per i medicinali lo garantirà. Questo è ciò che bisogna spiegare ai bulgari", ha dichiarato Boyko Borissov.

Circa il 70% della popolazione deve essere vaccinato nel futuro prossimo. Ciò significa che la prima campagna di vaccinazione sarà operativa per tutto il 2021.

Fonte:euronews

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffi...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Maggioranze bulgare

News image

Come gli italiani ben sanno questo modo di dire evoca ...

Punti di vista | Franco Branca

Dal mondo

Google Earth mostra i cambiamenti della Terra con Timelapse

News image

Google ha aggiunto una nuova funzione alla sua piattaf...

Dal mondo