oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

1989237C-3318-4A94-AB13-6BDCDA47BF62

La Bulgaria e la Macedonia settentrionale riceveranno probabilmente la presidenza congiunta del processo di Berlino il prossimo anno ", ha confermato il vice primo ministro Ekaterina Zaharieva al vertice di Poznań.

 

  Zaharieva ha ricordato che il nostro paese non è formalmente parte del processo di Berlino dall'iniziativa della cancelliera tedesca Angela Merkel nel 2014.

 

 "L'essenza del processo di Berlino è che crea, integra e costruisce i meccanismi per un economia più forte ".

 

 Il processo di Berlino è essenzialmente un'iniziativa economica volta a sostenere lo sviluppo dei paesi dei Balcani occidentali.  Un incontro di ministri degli esteri è previsto oggi, e domani, i primi ministri dei sei paesi della regione, Polonia, Bulgaria, Germania e altri.

 

 Il forum di due giorni dovrebbe riunire i leader dei sei paesi dei Balcani occidentali e un certo numero di diplomatici e statisti di alto livello di alcuni paesi europei.  Si prevede che la cancelliera tedesca Angela Merkel, che è l'iniziatore del processo di Berlino e il primo ministro bulgaro Boyko Borissov, giunga venerdì nella città polacca.

 

 Il vertice di Poznan arriva nel bel mezzo delle tensioni tra Kosovo e Serbia sulle quote di Pristina sulle importazioni serbe e il giro di vite sui negozi nel Kosovo settentrionale, dove vivono i serbi.

 

 Questo è anche il primo forum importante dopo che i ministri degli esteri hanno rinviato l'inizio dei colloqui di adesione all'UE nella Macedonia settentrionale e in Albania.

 

 Zaharieva parteciperà alla prima giornata del vertice di Poznan.

F16-block-70-crop-604x272

Gli Stati Uniti hanno presentato formalmente alla Bulgaria la loro proposta per l'acquisto di aerei da combattimento F-16, ha dichiarato l'ambasciata Usa.

"Oggi la Cooperazione di difesa dell'ufficio dell'ambasciata degli Stati Uniti a Sofia ha consegnato formalmente al Ministero della difesa bulgaro una lettera di offerta e accettazione comprendente un potenziale accordo sull'acquisizione bulgara di otto aerei da combattimento F-16 Block 70, sistemi di armi, sostegno a lungo termine associato ai sistemi, così come una formazione completa per piloti e personale di supporto ", ha affermato l'ambasciata.

"L'Ambasciata USA a Sofia coglie l'occasione per elogiare la delegazione bulgara di esperti militari e ha assicurato che la lettera di offerta e accettazione è stata pensata su misura per soddisfare al meglio le esigenze dell'aeronautica bulgara".

Gli Stati Uniti sono ansiosi di concludere il contratto con il governo bulgaro in conformità con i requisiti procedurali bulgari, si legge nella nota.

L'11 giugno il ministro della Difesa Krassimir Karakachanov ha dichiarato che il governo avrebbe commentato l'offerta degli Stati Uniti al momento del ricevimento.

Karakachanov ha detto che c'erano tre grandi questioni sull'accordo.

"Il primo è il prezzo, così come l'equipaggiamento e l'armamento degli aerei. Questo è ciò che è responsabile per il Ministero della Difesa. Il secondo è la cooperazione industriale, di cui è responsabile il ministero dell'Economia. Il terzo è i metodi e i termini di pagamento, su cui il Ministero delle Finanze conduce i colloqui.

"Esiste la possibilità che l'importo venga depositato su un conto dal quale raccoglieremo anche interessi annuali. Sarà disegnato in ogni fase dell'affare. Ma queste sono cose che, spero, il mio collega, il ministro delle Finanze Goranov, gestisca nel modo migliore ", ha detto Karakachanov.

 

Nikola-Dimitrov-and-Ekaterina-Zaharieva-June-2019

  Il ministro degli esteri della Repubblica del Nord della Macedonia, Nikola Dimitrov, e la sua controparte bulgara, Ekaterina Zaharieva, a Sofia, il 10 giugno 2019.

 

Le personalità nelle storie condivise della Bulgaria e della Repubblica del Nord della Macedonia rimangono un tema delicato e alcuni disaccordi hanno creato scompigli negli ultimi anni.

Ciò è emerso chiaramente dopo il primo - e lungo ritardo - della riunione della commissione intergovernativa congiunta tra i due paesi il 10 giugno, copresieduta dal ministro degli Esteri bulgaro Ekaterina Zaharieva e dal suo omologo della Macedonia settentrionale, Nikola Dimitrov.

C'è una commissione congiunta sulla storia che coinvolge specialisti dei due paesi, con lo scopo di elaborare posizioni di consenso su questioni che da lungo tempo sono questioni di contesa.

Questa commissione sulla storia non ha prodotto un accordo su Gotse Delchev, un eroe nelle storie della Bulgaria e della Macedonia settentrionale. È difficile dire molto sul rivoluzionario del XIX secolo senza essere accusato di schierarsi dalla parte di uno dei due paesi.

Parlando dopo la commissione intergovernativa congiunta, la bulgara Zaharieva ha affermato che il suo paese continuerà a sostenere la Macedonia settentrionale per ottenere una data per l'inizio dei colloqui di adesione all'UE, ma "osserverà rigorosamente l'attuazione" del trattato bilaterale di buon vicinato - "specialmente nel sezione storia ".

Zaharieva ha sottolineato che nell'accordo di associazione della Macedonia settentrionale con l'UE c'era un obbligo per le relazioni di buon vicinato "e la nostra condizione è l'attuazione del trattato di amicizia, buon vicinato e cooperazione, compresa la parte sulla storia".

Fonte:SofiaGlobe

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo