oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Gallup international Balkans ( Attenzione: non Gallup International association ndr) ha diffuso i dati di un sondaggio (su un campione di 1007 bulgari adulti) sui risultati delle elezioni politiche se si fossero svolte tra il 2 e il 10 settembre. 

Naturalmente questo sondaggio - riportato da molti media -  non lascia il tempo che trova ed offre l'occasione per fare un esercizio interessante.

Vediamo innanzitutto i "risultati" percentuali:

GERB 22,5 -

Partito socialista 16,1 -

Bulgaria Democratica 15,8 -

C'è un tale popolo 15,5 -

Movimento per i diritti e libertà 11,9 -

Alzati Bulgaria 4,8 -

Vazrazhdane 3,1 -

Imro 2,4.

Cosa ci dicono questi numeri?

I partiti "storici" di governo e di opposizione (GERB, BSP, MDL) manterrebbero  grossomodo il loro elettorato fidelizzato ed i nuovi, che rappresentano istanze di cambiamento,  manterrebbero complessivamente grossomodo i voti registrati nelle due ultime elezioni. Le novità maggiori  sarebbero rappresentate dal dimezzamento dei consensi a Trifonov in gran parte a favore di Bulgaria democratica.

Il motivo di questo cambiamento di opinione non può che individuarsi negli elettori raziocinanti rispetto alle bizzarre pretese di Trifonov di governare da solo - che però verosimilmente maschera una sostanziale incapacità di qualsiasi tipo di affrontare problemi reali di gestione della società bulgara. Sarebbe lungo addentrarsi nelle ipotesi di un nuovo eventuale governo con questi risultati ma certamente da questi dati si desume che se l'orientamento dei partiti del "rinnovamento" fosse mantenuto non sarebbe possibile formare un nuovo governo senza l'alleanza con BSP (e MDL) o in alternativa con GERB - anche se Borissov  indubbiamente è il grande perdente delle ultime elezioni.

Il messaggio del sondaggio ai bulgari pare evidente: se non cambiate orientamento di voto, ancora una volta  difficilmente si riuscirà a formare un nuovo governo. 

Tutti i resoconti dei media sul sondaggio si fermano qui ma Gallup international Balkans aggiunge: "lo studio non può stabilire inequivocabilmente il supporto per la neonata formazione di Kiril Petkov e Asen Vassilev - poiché il campo dello studio precede l'annuncio delle loro intenzioni.

Entrambi sono tra i personaggi politici del nostro Paese con il rating personale in più rapida crescita. Per tutte la condizionalità della segnalazione di fiducia personale, con Borisov, ad esempio, è del 15,1% (che per lui è un minimo storico), mentre con Kiril Petkov questo mese è del 33,8%, che lo colloca tra i primi nella classifica classifica dei politici più apprezzati, guidata da Rumen Radev (con fiducia personale del 65,5% questo mese)".

Non si tratta di affermazioni di poco conto - per chi sa coglierne le implicazioni - considerato che la percentuale rilevata dei bulgari sicuramente decisi a votare è solo del 47% e che circa un quarto dichiara di essere disponibile a partecipare alla votazione ma ancora non ha deciso. Infine, anche l'impatto dello svolgimento di elezioni parlamentari e presidenziali nello stesso giorno avrà certamente una certa rilevanza.

Le forze riformiste hanno una grande possibilità di vincere le elezioni generali e ricevere il primo mandato di formazione del governo per la prima volta nel 1997, se la "Bulgaria democratica" e la nuova formazione politica "Continuiamo il cambiamento" partecipano alle prossime elezioni in una coalizione , ha detto l'eurodeputato Radan Kanev per il BNR. Nelle sue parole, le forze riformiste non avranno una simile opportunità in tempi brevi.  

Secondo uno dei leader di "Alzati, BG! Stiamo arrivando! "Arman Babikyan, prima si forma una coalizione, meglio è.  L'anno scorso eravamo uniti nelle nostre proteste e nessuno ha chiesto a Kiril Petkov se ha studiato ad Harvard o Yale quando ha tenuto un discorso ai cittadini” , ha aggiunto Arman Babikyan. 

Alexander Simov del Partito Socialista Bulgaro non ha escluso la possibilità che gli elettori di sinistra possano sostenere il nuovo progetto politico. Tuttavia, non vede questo progetto come un rivale dei partiti di sinistra.

fonte BNR

È una bugia che il partito "C'è un tale popolo" sia responsabile della mancanza di un governo regolare, ha scritto su Facebook il leader di "C'è un tale popolo" Slavi Trifonov in occasione delle dichiarazioni di "sociologi, politologi e persone con determinati interessi”. 

Quando abbiamo fondato il progetto politico “C'è un tale popolo”, ho affermato chiaramente che non avremmo formato una coalizione con il GERB, il Partito socialista bulgaro e il Movimento per i diritti e le libertà. Un governo regolare è stato possibile con il sostegno delle formazioni politiche “Bulgaria democratica” e “Stand up BG! Stiamo arrivando”, ma hanno affermato che non avrebbero sostenuto il nostro governo. Adesso mi dica di chi è la colpa della mancanza di un governo”, scriveva ancora Slavi Trifonov. 

 

fonte BNR

Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

  • 0
  • 1
prev
next

Vendita societa'

News image

Per l'apertura di una nuova società in Bulgaria è nece...

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

Nel centro ideale di Sofia, in una strada molto traffica...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

I nostri Lettori

Copiare senza scrupoli

News image

La pagina   BUSINESS ITALIA - BULGARIA - БИЗ...

I nostri lettori

Punti di vista

Bulgaria, le conseguenze della pandemia sui giovani studenti

News image

La Bulgaria è stata colpita duramente dalla pandemia d...

Punti di vista | Administrator

Tecnologia

Cnr: Anna Vaccarelli premiata come pioniera cibersicurezza

News image

Anna Vaccarelli, dirigente tecnologo dell'Istituto di ...

Tecnologia