oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Parliament_session_003

Dopo i numerosi dibattiti e la forte resistenza da parte dell'opposizione, il Parlamento ha approvato definitivamente la nuova legge per il ritiro a favore dello stato di beni acquisiti illegalmente.

La legge permette il ritiro dei beni senza sentenza entrata in vigore. In presenza di una ricchezza inspiegabile di oltre 250 000 leva verranno avviati dei controlli, nonché in caso di un provvedimento entrato in vigore per violazione amministrativa, in seguito alla quale ci è stato un arricchimento per oltre 150 000 leva. Potrà essere sottoposto a controlli patrimonio acquisito al massimo 15 anni fa. Con la nuova legge decadono le barriere amministrative per l'avvio di controlli sul patrimonio, quali occultamento o decesso del colpevole, immunità acquisita ecc. Sarà possibile controllare o sequestrare dei beni appartenenti anche ad altri componenti della famiglia e persone collegate. I beni ritirati saranno utilizzati da enti sostenuti dal bilancio statale o saranno venduti dall'Agenzia delle Entrate.

Calorifero_003

Criminalizzare il furto di riscaldamento, propone il partito di governo GERB, è quanto ha detto il numero due del gruppo parlamentare Valentin Nikolov. Il motivo è l'enorme numero di utenti che si lamentano delle bollette eccessive. Per fermare gli abusi attraverso i quali alcuni inquilini rubano il riscaldamento a spese dei loro vicini, tutti i contatori devono essere sostituiti. L'obiettivo è effettuarne la lettura con il cosiddetto sistema di lettura remoto. In questo modo quando si tenta di manipolare o cambiare il dispositivo viene segnalato un errore.

Bansko_snow_machine_001

Due mesi dopo che il concessionario di Vitosha aveva deciso di boicottare lo stato non mettendo in funzione gli impianti di risalita e le attrezzature per la stagione invernale nel villaggio sciistico della città, il Parlamento ha adottato in prima lettura i testi controversi della legge sulle foreste. Se la decisione sarà adottata in seconda lettura, la costruzione di piste da sci e di tralicci per gli impianti di risalita in aree forestali in pratica sarà risolta. L'opposizione ha detto di non essere contro lo sviluppo delle stazioni sciistiche bulgare, ma ha rimproverato il governo perché fa in modo da favorire alcune determinate persone. Il concessionario delle piste da sci di Bansko eVitosha è il banchiere Tzvetan Vasilev con le sue società off-shore "Ulen" e "Vitosha Ski".

Foto del giorno

60464676_2316692978620438_8310989518530412544_n
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Prezzi del petrolio ed equilibri mondiali

News image

La guerra del prezzo del petrolio si sta surriscaldando. E...

Dal mondo