oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

1000x563_361646

I nazionalisti nel nuovo governo di Boyko Borissov ed il sistema giudiziario sono gli argomenti principali sulla situazione in Bulgaria nei media internazionali.

“Il conservatore bulgaro Boyko Borissov, nominato per la terza volta consecutiva alla carica di Premier, ha inserito due dei leader di estrema destra nella composizione del suo futuro gabinetto, formando in tal modo un’ insolita coalizione che verrà approvata dal Parlamento” ha scritto AFP notando che dopo diverse settimane di trattative in seguito alle elezioni parlamentari che si sono tenute il 26 marzo u.s. due dei tre leader della coalizione nazionalista “Patrioti uniti”(Obedineni patrioti) hanno avuto la carica di vice ministri.

L’Agenzia ha aggiunto che i Patrioti uniti hanno avuto anche due dei diciotto seggi ministeriali – quello dell’Ambiente e dell’Economia, sebbene i futuri ministri siano più conosciuti come esperti che come attivisti nazionalisti.

La formazione „Patrioti uniti“ ha evidenziato le proprie idee filo- europee e filo- NATO ed ha anche ammorbitito il tono contro la minoranza rom e turca, restando comunque nettamente contro l’accoglienza di migranti, ha scritto ancora France press.

Il leader del partito VMRO, il più vecchio partito nazionalista bulgaro, e futuro 

ministro della Difesa ha detto  a France press di sentirsi “vicino alla politica del premier ungherese Victor Orban in quanto difende gli interessi dell’Ungheria nell’UE”. 

La partecipazione senza precedenti dei nazionalisti che si sono classificati terzi alle elezioni parlamentari, garantirà a Boyko Borissov una maggioranza parlamentare di 122 sul totale di 240 deputati.

“Il governo, inoltre, potrà contare sul sostegno del partito populista “Volya” (con 12 seggi parlamentari) e in misura minore sul partito della minoranza turca DPS (con 26 deputati)”, ha scritto AFP. 

L’ex Ministro della Giustizia Ekaterina Zaharieva sarà a capo del Ministero degli Affari esteri ma avrà anche la carica di Vice primo ministro responsabile della riforma giudiziale – elemento chiave in un Paese pervaso dalla corruzione dove i cambiamenti profondi richiesti da Bruxelles accadono con tempi lentissimi. 

I nazionalisti, che per la prima volta faranno parte del governo del Paese balcanico, hanno ottenuto diverse cariche di vice ministri ed i ministeri della Difesa, dell’Economia e dell’Ambiente, ha scritto Reuters.

L’Agenzia ritiene che il nuovo governo rispetterà gli impegni di Sofia nei confronti della NATO e della Commissione Europea e opererà per l’aumento dei redditi nel Paese più povero nell’UE.

Una delle sfide principali del governo è la Presidenza bulgara del Consiglio europeo che inizierà il prossimo gennaio, quando avranno luogo le discussioni per il suo futuro e le trattative sulle condizioni del Brexit, ha scritto Reuters aggiungendo che Borissov ha proposto il proprio ex ministro dello Sviluppo regionale Lilyana Pavlova alla carica di Ministro della Presidenza bulgara.

Reuters ha rilevato anche che i Patrioti uniti, che nella propria campagna elettorale hanno puntato su una linea fortemente anti – migratoria e anti- turca, hanno ammorbidito in modo significativo il tono, il che dovrebbe calmare le preoccupazioni della Commissione europea che si trova davanti a un crescente sostegno del populismo di estrema destra.

FONTE:mediapool.bg

IMG_8427

Il leader di GERB Boyko Borissov è il nuovo Primo ministro della Bulgaria, eletto con 133 voti a favore, 100 contrari e nessun astenuto. 

Il Primo ministro della Bulgaria per la terza volta consecutiva è Boyko Borissov. Lo ha annunciato il Presidente della riunione plenaria per l’elezione del Premier della Repubblica Bulgaria Dimitar Glavchev.

 

Il gabinetto “Borissov 3” è stato approvato con 134 voti e 101 contrari. I ministri di questo governo hanno ricevuto l’approvazione di 133 parlamentari. Il numero dei contrari è stato 101.

L’ex esponente del partito DPS, espulso dallo stesso, ha dato il proprio supporto al governo GERB – Patrioti uniti. Boyko Borissov ha promesso una presidenza di successo. Ha promesso, inoltre, di riuscire a superare la microcriminalità e di ridurre i flussi migratori.L'ambizione è quella di aumentare i redditi dei cittadini e ridurre la povertà.

Dalla tribuna parlamentare ha promesso, inoltre, misure per l'occupazione, soluzione dei problemi demografici della Bulgaria e un rapporto intercorrente tra l’assistenza sociale con l’istruzione e l’occupazione. Per noi l’istruzione e di priorità, ha detto il leader di GERB, sottolineando che è stato previsto un aumento dei fondi per il settore dell’istruzione e della scienza.

Borissov ha promesso di mantenere le aliquote fiscali.

Il Currency board non ha alternativa, ha detto il futuro Premier, indicando che la situazione verrà mantenuta almeno fino all’entrata della Bulgaria nella Zona euro. Un altro degli obiettivi del gabinetto è la liberalizzazione dell'energia. Uno degli obiettivi startegici è quello di migliorare la salute della nazione. Verràavviata una graduale de-monopolizzazione del Fondo cassa, ha detto Boyko Borissov. Continuerà anche la riforma del sistema giudiziale.

Un altro obiettivo è il raggiungimento di un’infrastruttura moderna ed ecologica.

Il Consiglio dei ministri punta su uno sviluppo positivodella Bulgaria, nonchè il miglioramento della vita dei cittadini bulgari.

Il Consiglio dei Ministri sarà composto da:

Vice Primo Ministro - Tomislav Donchev.

Vice Primo Ministro per la politica economica e demografica - Valeri Simeonov.

Vice Primo Ministro per l'ordine pubblico e la sicurezza e Ministro della Difesa - Krasimir Karakachanov.

Vice Primo Ministro per la riforma giudiziale e Ministro degli Affari Esteri: Ekaterina Gecheva - Zacharieva.

Ministro delle Finanze - Vladislav Goranov.

Ministro degli Interni - Valentin Radev.

Ministro dello Sviluppo Regionale e dei Lavori Pubblici Nikolay Nankov.

Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali - Biser Petkov.

Ministro della Giustizia  Tsetska Tsacheva.

Ministro dell'Istruzione e della Scienza - Krasimir Valchev.

Ministro della Sanità - Nikolay Petrov.

Ministro per la Presidenza bulgara del Consiglio dell'UE 2018 - Lilyana Pavlova.

Ministro della Cultura - Boil Banov.

Ministro dell'Ambiente e delle Acque - Neno Dimov.

Ministro dell'Agricoltura, degli Alimenti e delle Foreste - Rumen Porozhanov.

Ministro dei Trasporti, delle Tecnologie dell'informazione e delle Comunicazioni - Ivaylo Moskovski.

Ministro dell'Economia - Emil Karanikolov.

Ministro dell'Energia - Temenuzhka Petkova.

Ministro del Turismo - Nikolina Angelkova.

Ministro della Gioventù e dello Sport - Krasen Kralev 

 

 

Dopo il voto per la composizione e la struttura,  il nuovo gabinettha prestato giuramento.

Fonte:radiovox.bg

5c_zx584q

Sabato pomeriggio GERB e i Patrioti uniti hanno concordato la ripartizione dei Ministeri del nuovo governo – il gabinetto Borissov 3. Lo ha comunicato il quotidiano “Standart”. L’elenco completo dei ministri verrà allegato all’Accordo di coalizione. 

 

Conformemente all’ accordo raggiunto, ai Patrioti  verranno assegnati i ministeri della Difesa, dell'Economia, dell' Ambiente e del Turismo. Anche uno dei quattro vice-primi ministri sarà rappresentante dei Patrioti.

Ciò corrisponde al rapporto tra il numero dei deputati di GERB e dei Patrioti Uniti, hanno detto dal partito di Boyko Borissov. I nomi concreti dei ministri devono essere ulteriormente concordati ed approvati.

La sorpresa arriva dal fatto che il Ministro dell’Ambiente della quota dei Patrioti dovrebbe essere Neno Dimov ex esponente del partito di destra SDS che attualmente è il Presidente della ONG Istituto per politica di destra. Dimovè stato Vice Ministro e Segretario generale nel Ministero dell’Ambiente e dell’Acqua durante il periodo del governo Kostov (1997-2001).

Il candidato favorito per il Ministero dell’Economia è l’ex capo dell’Agenzia per le privatizzazioni Emil Karanikolov, della quota di Ataka.

Nessuna sorpresa per quanto riguarda il Ministero della Difesa: come atteso il Ministro sarà il leader del VMROKrasimir Karakachanov. Ai Patrioti, comunque, nonostante le loro aspirazioni, non verranno assegnati i ministeri dell’Energia e della Cultura.

Terzo mandato per il Ministro della Cultura Rashidov. In questo modo il desiderio di Borisov, della presenza obbligatoria di un turco etnico nel governo, verrà soddisfatto. "Non dovrebbero esserci grandi sorprese nella composizione delgoverno. I ministri  principali del precedente governo di Gerb riavranno i loro posti.

 Fonte:radiovox.bg

 

 

 

 

Foto del giorno

1CA50D71-A98E-46A6-8BF1-8DDE6ACAC492
Foto del giorno Bulgaria (Burgas)

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

L’impatto delle sanzioni all’Iran nel sub-continente indiano

News image

Le sanzioni americane verso l’Iran stanno suscitando le pr...

Dal mondo