oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

696x392_357952

A luglio si è tenuta la prima seduta della commissione ad hoc istituita dall’Assemblea nazionale di Sofia per fare chiarezza sulla procedura d’acquisto portata avanti dal governo ad interim di Ognjan Gerdzhikov per i nuovi caccia in dotazione all’Aeronautica bulgara. La commissione interparlamentare è stata creata su iniziativa del partito Cittadini per lo sviluppo europeo della Bulgaria (Gerb), formazione del primo ministro Bojko Borisov. Nella prima seduta era prevista una decisione in merito a quali documenti richiedere per la consultazione al ministero della Difesa bulgaro. Sui media nazionali, la commissione è stata definita come la “Commissione Gripen”, dal nome del caccia multiruolo di produzione svedese in cima alle preferenze dei funzionari del dicastero della Difesa bulgaro e dagli esperti consultati dall’esecutivo ad interim di Gerdzhikov. Il presidente Radev e i suoi sostenitori ritengono che l’istituzione della commissione risponda a dinamiche di politica interna, “una manovra di parte” diretta contro il capo dello Stato, “un tribunale” chiamato a giudicare sull’operato dell’ex comandante delle Forze aeree bulgare e ora massima carica istituzionale del paese.                                                                                                                                   Fonte:Agenzia

684x384_357952

'' Non importa quali istituzioni e leggi sono create agli alti livelli dello stato, i sindaci e i governi locali di piccole città e villaggi sono coloro che lavorano direttamente con la gente. Il criterio più evidente per lo stato di tutto il paese è la situazione nelle piccole città e villaggi che riflettono tutti i problemi e le realizzazioni ", ha detto il presidente bulgaro Rumen Radev durante la sua riunione di oggi con i rappresentanti dell'Associazione Nazionale dei Sindaci in Bulgaria e l'Associazione dei Sindaci dei Piccoli Comuni, ha riferito BGNES.

Altri temi principali erano migliorare le condizioni di vita nelle piccole città e nei villaggi.

I sindaci hanno chiesto una maggiore indipendenza finanziaria e un bilancio equo per i governi locali, il sostegno alla lotta alla criminalità delle famiglie che vive nei villaggi e un accesso più facile all'assistenza sanitaria.

Fonte:novinite.com

immigrati

La gestione efficace della questione migratoria rappresenta una priorità per il semestre di presidenza bulgara del Consiglio Ue. Lo ha dichiarato oggi il ministro dell’Interno bulgaro Valentin Radev, durante una conferenza in merito ai temi principali nell’agenda del governo in vista dell’inizio del semestre, il primo gennaio 2018. “Si tratta di una grande opportunità per la Bulgaria, poter presentare le proprie istanze e mostrare che siamo in grado di portarle avanti. I principali temi in Europa sono la migrazione e la sicurezza. Lo scambio di informazioni e il loro utilizzo nel sistema europeo sono cruciali”, ha affermato il ministro. La Bulgaria, nelle parole di Radev, lavorerà per aumentare il numero dei rimpatri fra i migranti irregolari, migliorando le procedure a livello nazionale e cercando di guidare le discussioni per l’adozione di un sistema comune europeo sui rifugiati.                                                                                               Fonte:Agenzia

Foto del giorno

1CA50D71-A98E-46A6-8BF1-8DDE6ACAC492
Foto del giorno Bulgaria (Burgas)

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

L’impatto delle sanzioni all’Iran nel sub-continente indiano

News image

Le sanzioni americane verso l’Iran stanno suscitando le pr...

Dal mondo