oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Cargo_ship_export-import

Circa il 98% dei dazi doganali esistenti sulle importazioni dall'Ucraina di ferro, acciaio, prodotti e macchinari agricoli saranno rimossi grazie a una proposta approvata dal Parlamento giovedì. Questa misura unilaterale dovrebbe aiutare l'economia, oggi in difficoltà, dell'Ucraina facendo risparmiare ai suoi esportatori €487 milioni l'anno.

"Il Parlamento europeo ha sostenuto il cammino dell'Ucraina verso l'UE per molti anni. Questa è la nostra prima occasione per dimostrare il nostro sostegno in termini pratici, per aiutare l'Ucraina durante la crisi economica a fronte della diminuzione delle riserve valutarie e all'aumento della pressione dal Cremlino", ha detto il relatore Pawel Zalewski (PPE, PL). "Come Putin chiude mercati russi alle esportazioni ucraine, noi li stiamo aprendo", ha aggiunto.

Il Parlamento ha approvato la relazione con 531 voti a 88, con 20 astensioni.

Quali tariffe saranno eliminate?

Questa misura unilaterale, che entrerà in vigore da maggio 2014, rimuoverà il 94,7% delle tariffe doganali UE esistenti sui beni industriali importati dall'Ucraina e ridurrà quelle residue per altri beni industriali.

Saranno rimossi anche oltre l'80% dei dazi UE su prodotti agricoli.

Tuttavia, l'UE limiterà la quantità di prodotti "sensibili", come i cereali, carne di maiale, manzo, pollame, e prodotti alimentari trasformati, che possono essere importati senza dazi, in modo da non ledere gli interessi dei produttori europei di questi beni.

Una misura temporanea e unilaterale

Questo misura commerciale comunitaria non richiede reciprocità all'Ucraina che non avrà l'obbligo di ricambiare rimuovendo i propri dazi doganali sulle importazioni dall'UE, ma solo di non aumentarli.

Le importazioni nell'UE provenienti da Ucraina dovranno comunque essere conformi alle norme comunitarie in materia di etichettatura di origine e le autorità ucraine dovranno garantire che le merci dei paesi terzi "mascherate" da ucraine non entreranno nell'UE attraverso l'Ucraina.

Il provvedimento autorizza tuttavia l'Unione europea a reintrodurre i dazi sulle importazioni dall'Ucraina nel caso i beni provenienti da questo paese inondassero il mercato interno causando, o minacciando di causare, gravi difficoltà ai produttori europei degli stessi beni.

Il trattamento preferenziale si applicherà dalla data in cui sarà approvato fino massimo al 1° novembre 2014, o fino all'entrata in vigore dell'accordo di associazione UE-Ucraina, che include una liberalizzazione degli scambi bilaterali.

Prossime tappe

La normativa richiede ancora l'approvazione formale del Consiglio dei ministri dell'UE. Il capo della politica estera UE Catherine Ashton ha già annunciato che le preferenze doganali "inizieranno a essere applicate entro poche settimane".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo