oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Stop_ebola

L'UE ha l'"obbligo morale" di aiutare i paesi colpiti dal virus Ebola, ha dichiarato Tonio Borg, commissario alla Salute, durante uno scambio di opinioni con i membri della commissione all'Ambiente, sanità pubblica e sicurezza alimentare sulla crisi Ebola in Sud-Africa, mercoledì 3 settembre. "Più riusciremo a contenere l'epidemia, e meno ci sarà il rischio per la malattia di raggiungere l'Europa", ha sottolineato. I membri condividono la necessità di reagire malgrado le difficoltà budgetarie.

"Il rischio che questa malattia arrivi in Europa rimane bassa", ha detto Tonio Borg. I motivi principali rimangono il tipo di infezione, le norme igieniche in UE e la preparazione degli Stati membri a dei casi potenziali. L'UE è pronta, ma deve restare vigile, ha aggiunto.

Risorse limitate

È fondamentale sostenere i paesi colpiti "perché altrimenti rischieremmo una catastrofe enorme", ha dichiarato il deputato tedesco di centro destra Peter Liese.

"L'Europa deve sostenere ed intervenire: abbiamo quindi bisogno di risorse", ha detto il deputato tedesco di centro sinistra Matthias Groote. Il bilancio era e interrogato come UE avrebbe trovato i fondi necessari.

Il Commissario Borg ha annunciato che la Commissione prevede di aumentare i finanziamenti spostando una buona parte dei fondi disponibili per lo sviluppo all'assistenza umanitaria. L'UE ha stanziato 11.900.000 euro in aiuti umanitari per l'epidemia dal personale esperto nel marzo 2014. La Commissione europea ha anche messo a disposizione delle infrastrutture e del personale specializzato.

Finanziare la ricerca

Alcuni deputati hanno sottolineato la necessità di sostenere il finanziamento della ricerca non commercialmente valido. Ricordando la ricerca sul vaccino del virus Ebola attualmente in corso all'Università di Oxford (che sarà sperimentato sull'uomo nei prossimi giorni), la deputata liberale inglese Catherine Bearder, ha ricordato che questa ricerca "è stata possibile solo perché l'istituto ha ricevuto i finanziamenti europei".

Divieto di volo

Tonio Borg ha sottolineato che il divieto di volo può aggravare il problema. Infatti l'assistenza umanitaria e il personale non sono in grado di raggiungere le aree interessate. "Abbiamo bisogno di isolare la malattia, non i paesi", ha detto.

L'epidemia di Ebola in Africa occidentale è la più grande in termini di casi, morti e copertura geografica mai registrata. Fino al 26 agosto 2014 ha causato più di 3000 casi e 1552 decessi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

126065639_2781594628796935_5342807069289340451_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'