oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_205706

Oggi, la Commissione Europea ha raggiunto un primo accordo con l'azienda farmaceutica AstraZeneca per l'acquisto di un potenziale vaccino contro COVID-19 e per donare a paesi a reddito medio-basso o reindirizzare ad altri paesi europei. Ciò segue i passi positivi relativi alla conclusione dei colloqui esplorativi con Sanofi-GSK annunciati il ​​31 luglio e con Johnson & Johnson il 13 agosto. Una volta che il vaccino si è dimostrato sicuro ed efficace contro COVID-19, la Commissione ha ora concordato la base per un quadro contrattuale per l'acquisto di 300 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca, con un'opzione per acquistarne altri 100 milioni, per conto di Stati membri dell'UE. La Commissione continua a discutere accordi simili con altri produttori di vaccini. Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, ha dichiarato: “Gli intensi negoziati della Commissione Europea continuano a dare risultati. L'accordo di oggi è la prima pietra angolare nell'attuazione della strategia sui vaccini della Commissione europea. Questa strategia ci consentirà di fornire futuri vaccini agli europei, così come ai nostri partner in altre parti del mondo ". Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “Oggi, dopo settimane di negoziati, abbiamo il primo accordo di acquisto anticipato dell'UE per un vaccino candidato. Vorrei ringraziare AstraZeneca per il suo impegno costruttivo su questo importante accordo per i nostri cittadini. Continueremo a lavorare instancabilmente per portare più candidati in un ampio portafoglio di vaccini dell'UE. Un vaccino sicuro ed efficace rimane la strategia di uscita più sicura per proteggere i nostri cittadini e il resto del mondo dal coronavirus ". L'accordo approvato oggi sarà finanziato con l'Emergency Support Instrument, che dispone di fondi dedicati alla creazione di un portafoglio di potenziali vaccini con diversi profili e prodotti da diverse aziende. Il candidato vaccino di AstraZeneca è già in studi clinici di fase II / III su larga scala dopo i risultati promettenti nella fase I / II relativi alla sicurezza e all'immunogenicità. La decisione di supportare il vaccino proposto da AstraZeneca si basa su un solido approccio scientifico e sulla tecnologia utilizzata (un vaccino ricombinante scimpanzé non replicativo basato sull'adenovirus ChAdOx1), velocità di consegna su larga scala, costo, condivisione del rischio, responsabilità e capacità di produzione in grado di rifornire l'intera UE, tra gli altri. I processi di regolamentazione saranno flessibili ma rimarranno solidi. Insieme agli Stati membri e all'Agenzia europea per i medicinali, la Commissione utilizzerà le flessibilità esistenti nel quadro normativo dell'UE per accelerare l'autorizzazione e la disponibilità di vaccini efficaci contro COVID-19. Ciò include una procedura accelerata per l'autorizzazione e la flessibilità in relazione all'etichettatura e all'imballaggio. sfondo La Commissione europea ha presentato il 17 giugno una strategia europea per accelerare lo sviluppo, la produzione e la diffusione di vaccini efficaci e sicuri contro COVID-19. In cambio del diritto di acquistare un determinato numero di dosi di vaccino in un dato periodo di tempo, la Commissione finanzierebbe parte dei costi iniziali sostenuti dai produttori di vaccini sotto forma di accordi di acquisto anticipato. Il finanziamento fornito sarebbe considerato come un acconto sui vaccini che saranno effettivamente acquistati dagli Stati membri. Poiché il costo elevato e l'elevato tasso di fallimento rendono l'investimento in un vaccino COVID-19 una decisione ad alto rischio per gli sviluppatori di vaccini, questi accordi consentiranno quindi di effettuare investimenti che altrimenti semplicemente probabilmente non avverrebbero. La Commissione europea si impegna inoltre a garantire che chiunque abbia bisogno di un vaccino lo riceva, in qualsiasi parte del mondo e non solo a casa. Nessuno sarà al sicuro finché tutti non saranno al sicuro. Per questo ha raccolto quasi 16 miliardi di euro dal 4 maggio 2020 nell'ambito del Coronavirus Global Response, l'azione globale per l'accesso universale a test, trattamenti e vaccini contro il coronavirus e per la ripresa globale.

Fonte:novinite.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

119842796_2726483084308090_3823235041083735391_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'