oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Cari lettori,

Pubblichiamo la lettera del sig. Paolo Affortunati (che non conosciamo così come tutti coloro che ci scrivono) che si assume pienamente ed esclusivamente la responsabilità delle sue affermazioni. Lo invitiamo anche a comunicare i nomi delle persone che ha denunciato in modo che - se lo desiderano - abbiano la possibilità di replicare.

Ci teniamo, comunque, a precisare che la gran parte degli italiani che lavorano in Bulgaria sono persone corrette e che il miglior antidoto contro episodi come quello denunciato è la prevenzione, informandosi presso le autorità italiane presenti e chiedendo informazioni ad amici che abbiano fatto esperienze dirette.

La redazione


Éssere un italiano che lavora in un paese estero e subire atti criminali da un'altro italiano che reputi come una persona di fiducia perche' ti e' stato presentato da altre persone di cui hai fiducia e che per di piu' ti fa anche da "commercialista" credo che sia ai vertici della disonesta'.

Ho affittato una ditta di confezione ed l'ho affittata rilevando una societa' dal cosi' detto commercialista che me la aveva offerta per favorirmi in quanto tutto sarebbe stato piu' veloce.

Dopo aver letto i documenti della societa' per il passaggio delle quote , sono andato dal notaio per firmare i documenti necessari accompagnato da una impiegata del cosi' detto commercialista che portava in una cartella i documenti da me appena letti.

Davanti all'impiegata del notaio la gentile fanciulla , ben istruita , mi passava i fogli da firmare ed in mezzo a questi mi ha fatto firmare anche una delega amministrativa a favore del commercialista .

La ditta ha incominciato a lavorare il 15 di settembre 2013 per una ditta amministrata sempre dal sopra mensionato commercialista ed dopo un mese circa sono iniziati i problemi .

Il commercialista che era il mio garante e che si era proclamato garante nei confronti della ditta che lui amministrava inizio' a far vedere quanto fosse falso ed alla fine di ottobre annullo', con la delega che aveva , il mio contratto di affitto della fabbrica di confezioni.

Da que momento non sono piu' potuto entrare in ditta ed mi hanno rubato la merce prodotta , gli ordini di lavorazione causandomi notevoli danni economici e facendo sparire anche documenti degli operai e cose personali .

Nello stesso momento che cancellava il mio contratto ha sottoscritto un nuovo contratto con una sua ditta diventando di fatto lui il proprietario della confezione anche se ha fatto figurare un'altra sua inpiegata.

Ai primi di dicembre riuscendo a riavere l'amministrazione della mia societa' l'ho denunciato alla procura sia di Sofia che di Dubnizza (dove avevo la fabbrica) .

La procura che involontariamente avevo firmato lo autorizzava solo ad operazioni bancarie ed amministrative e non a rovinare una societa' .

Siccome il personaggio dichiara che il mondo e' una me.... ma lui e' una mosca ed lui si sente intoccabile , questa volta c'e' una bonbola spry contro i mosconi e puo' essere certo che funzionera' molto bene .

Tutto questo e' stato fatto quando si e' o si sono resi conto che la mia ditta guadagnava a differenza di una altra ditta uguale che gestita da ladri ed incapaci perde regolarmente .

Al momento non faccio nomi ma la mia storia deve insegnare a noi stranieri quanto i nostri avversari piu' pericolosi siano italiani come noi che per il denaro venderebbero anche la madre.

Sempre piu' dobbiamo guardare con cento occhi ed non lasciarsi ingannare ne da uffici che servono come richiami ne dalle amicizie che spesso vantano.

Paolo Affortunati

Ciao a tutti,

Sono un italiano e sono stato vittima di una tentata truffa da parte di altri italiani in collaborazione con studi legali, notai e delegati bulgari.

Questa è la mia storia....

Nel dicembre 2013 leggo un sito internet che pubblicizzava consulenza e assistenza ad altri italiani interessati a creare societa in Bulgaria, un paese che offre condizioni fiscali e burocratiche migliori che in Italia. Contatto il sito via internet e mi danno il numero telefonico del loro collaboratore a Bologna. Chiamo Bologna e il collaboratore mi promette di consegnarmi la societa di trasporti nel giro di una settimana dopo avergli consegnato i documenti mandatimi scritti in bulgaro e autenticati in italia presso il tribunale. Chiedo gentilmente di avere la traduzione dei documenti firmati in bulgaro, questi signori mi promettono di mandarmi al più presto la traduzione in italiano ma non mi è mai pervenuta.

Counting_money_003

Nell'articolo del 17 febbraio scrivevo che, secondo i dati della nostra Ambasciata in Bulgaria, erano circa 800 gli italiani iscritti all'Aire. Devo correggere la cifra perché una telefonata dell'Ambasciata mi ha comunicato il numero esatto. Al 19 febbraio gli iscritti sono esattamente 1.111, 862 dei quali maggiorenni e 249 minorenni. Quest'ultimo dato mi fa supporre che gran parte di questi minorenni dovrebbe frequentare le scuole bulgare o la Scuola italiana di Sofia.

Foto del giorno

1CA50D71-A98E-46A6-8BF1-8DDE6ACAC492
Foto del giorno Bulgaria (Burgas)

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

L’impatto delle sanzioni all’Iran nel sub-continente indiano

News image

Le sanzioni americane verso l’Iran stanno suscitando le pr...

Dal mondo