oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
Cari lettori,

le lettere che pubblichiamo in questa sezione non sono articoli giornalistici e la responsabilità per il loro contenuto e esclusivamente dei loro autori.

Cari lettori,

Pubblichiamo la lettera del sig. Paolo Affortunati (che non conosciamo così come tutti coloro che ci scrivono) che si assume pienamente ed esclusivamente la responsabilità delle sue affermazioni. Lo invitiamo anche a comunicare i nomi delle persone che ha denunciato in modo che - se lo desiderano - abbiano la possibilità di replicare.

Ci teniamo, comunque, a precisare che la gran parte degli italiani che lavorano in Bulgaria sono persone corrette e che il miglior antidoto contro episodi come quello denunciato è la prevenzione, informandosi presso le autorità italiane presenti e chiedendo informazioni ad amici che abbiano fatto esperienze dirette.

La redazione


Éssere un italiano che lavora in un paese estero e subire atti criminali da un'altro italiano che reputi come una persona di fiducia perche' ti e' stato presentato da altre persone di cui hai fiducia e che per di piu' ti fa anche da "commercialista" credo che sia ai vertici della disonesta'.

Ho affittato una ditta di confezione ed l'ho affittata rilevando una societa' dal cosi' detto commercialista che me la aveva offerta per favorirmi in quanto tutto sarebbe stato piu' veloce.

Dopo aver letto i documenti della societa' per il passaggio delle quote , sono andato dal notaio per firmare i documenti necessari accompagnato da una impiegata del cosi' detto commercialista che portava in una cartella i documenti da me appena letti.

Davanti all'impiegata del notaio la gentile fanciulla , ben istruita , mi passava i fogli da firmare ed in mezzo a questi mi ha fatto firmare anche una delega amministrativa a favore del commercialista .

La ditta ha incominciato a lavorare il 15 di settembre 2013 per una ditta amministrata sempre dal sopra mensionato commercialista ed dopo un mese circa sono iniziati i problemi .

Il commercialista che era il mio garante e che si era proclamato garante nei confronti della ditta che lui amministrava inizio' a far vedere quanto fosse falso ed alla fine di ottobre annullo', con la delega che aveva , il mio contratto di affitto della fabbrica di confezioni.

Da que momento non sono piu' potuto entrare in ditta ed mi hanno rubato la merce prodotta , gli ordini di lavorazione causandomi notevoli danni economici e facendo sparire anche documenti degli operai e cose personali .

Nello stesso momento che cancellava il mio contratto ha sottoscritto un nuovo contratto con una sua ditta diventando di fatto lui il proprietario della confezione anche se ha fatto figurare un'altra sua inpiegata.

Ai primi di dicembre riuscendo a riavere l'amministrazione della mia societa' l'ho denunciato alla procura sia di Sofia che di Dubnizza (dove avevo la fabbrica) .

La procura che involontariamente avevo firmato lo autorizzava solo ad operazioni bancarie ed amministrative e non a rovinare una societa' .

Siccome il personaggio dichiara che il mondo e' una me.... ma lui e' una mosca ed lui si sente intoccabile , questa volta c'e' una bonbola spry contro i mosconi e puo' essere certo che funzionera' molto bene .

Tutto questo e' stato fatto quando si e' o si sono resi conto che la mia ditta guadagnava a differenza di una altra ditta uguale che gestita da ladri ed incapaci perde regolarmente .

Al momento non faccio nomi ma la mia storia deve insegnare a noi stranieri quanto i nostri avversari piu' pericolosi siano italiani come noi che per il denaro venderebbero anche la madre.

Sempre piu' dobbiamo guardare con cento occhi ed non lasciarsi ingannare ne da uffici che servono come richiami ne dalle amicizie che spesso vantano.

Paolo Affortunati

Commenti  

 
0 #14 ennio barbieri 2015-04-08 10:26
In Italia se uno fa dei nomi su internet si chiama diffamazione a mezzo stampa e di solito si finisce in carcere o con la condizionale. E siccome questo vomitorium di falsita' rende tutti anonimi e in Bulgaria la diffamazione non viene perseguita ecco una occasione per italiani stupidi di diffamare impunemente altri italiani. in ogni caso se uno ha subito una truffa e vuole sputtanare i truffatori metta i suoi dati completi e quelli dei supposti truffatori che almeno questi possano difendersi. A meno che il diffamatore non sia lui il truffatore o il concorrente.
Citazione
 
 
0 #13 Massimiliano 2014-06-02 21:02
Gentile sig. Ugo, io capisco pienamente quello che intende dire ma- mi creda-, fare nomi, in casi come questi, non è corretto. Ribadisco, ancora una volta che, almeno secondo la legge italiana (ma immagino che le altri legislazioni prevedano norme in qualche modo corrispondenti),si rischierebbe concretamente di commettere reati. Altrimenti tutti saremmo autorizzati a diffamare chiunque indiscriminatamente; facciamo un es.:io e Lei siamo rivali in affari ed invento (o, peggio ancora,modifico un fondo di verità)un evento diffamatorio nei suoi confronti, spargendolo in tutto il mondo tramite web; è immaginabile, quale danno possa soffrirne, nonostante tutte le possibili smentite (e fastidi), per ripristinare il Suo onore leso,questa volta, ingiustamente.Diverso il caso delle "opinioni" ed informazioni commerciali, in qualche modo tutelate.Mi rendo conto che in questo spazio non si può andare oltre botta e risposta. Comunque,ritengo utile denunciare queste cose anche senza nomi.Con stima
Citazione
 
 
-4 #12 sabrina 2014-06-02 00:44
Mi scusi Sig.ra VINCENZI,, ma col suo commento vorrebbe far comprendere che se una persona non è "troppo sveglia" o commercialmente poco preparata, è meritevole d'inganni e truffe ?
A me così pare di interpretare quanto da lei scritto,e se così fosse, non sono certo del suo avviso. Ed in ogni qual modo, ritengo che non si dovrebbe porre l'accento sulla verbalizzazione del sig.Affortunati, ma sulla persona che lo ha truffato così malamente e che sarebbe più che corretto pubblicamente farne il nome.

carissimo ugo, non voglio dire niente di quello che tu intendi. dico solo: chi e' causa del suo mal ... pianga se stesso!!! e non rompa le scatole con storie (tutte da verificare) di truffe e soldi rubati
Citazione
 
 
+1 #11 mario albino 2014-06-01 18:26
Buongiorno
Desidero ringraziare la Redazione, per la lettera pubblicata, e sostenere la trasparenza comportamentale civica e civile della Comunita' alla quale apparteniamo ( per alcuni....loro malgrado).
Aldila' dei motivi della venuta in questa Terra di ognuno di noi, non dovremmo mai dimenticarci degli alti Valori di Convivenza Sociale che la ns Storia,ci ha impregnato , dalle ns case alle piazze, dall'arte al sociale.
E' fuor di dubbio che ci siano stati e ce ne saranno ancora atti illeciti,da parte di conterranei allo spregio della Comune Buonvivenza, e credo sia necessaria una Rete informativa alfine di evitare a noi stessi e chi dopo di noi rimproperi verso il ns comune sentire
Ritengo che nello specifico caso, siano molti i Fatti Oscuri che ci pongono domande, ed anch'ío sono vittima di comportamenti professionali illegali da parte di un sedicente commercialista italiano.. ma che fare, oltre alla via giuridica.....RETE INFORMATIVA!!! grazie
Citazione
 
 
+2 #10 Ugo V 2014-05-30 18:17
Egr Sig Massimiliano, a mio modestissimo avviso, qui non si tratta affatto di fare dei processi, ma di dichiarare dei fatti accaduti facendo i dovuti nomi, come a suo tempo fatto con Targabulgara.com inerente alle "possibili" truffe perpetuate dai suoi rappresentanti.
Dopodichè, se qualcuno si sentirà ingiustamente chiamato in causa, potrà a sua volte replicare. Ritengo quindi che se si è nella ragione dichiarando il vero, come pare essere il suo amico, del quale lei stesso pare darne garanzia, perchè non fare nomi, anzi, facendo i nomi si potrebberò evitare "possibili future sorprese negative" ad altre persone. Cordiali Saluti
Citazione
 
 
0 #9 Massimiliano 2014-05-29 22:05
Leggendo i vari commenti, qualcuno- per fortuna i più- posto in maniera rispettosa e civile, altri decisamente meno (molti confondono il principio democratico di manifestazione del proprio pensiero con altro), mi preme rilevare la rischiosa tendenza ad incoraggiare la pubblicazione dei nomi. Riprendendo la mia precedente risposta al sig.Ugo, mi sento in dovere di rimarcare che tale condotta integrerebbe il reato di diffamazione aggravata, quando non addirittura, il più grave delitto di calunnia. E, comunque, non sarebbe giusto dare giudizi su una persona sentendo una sola campana. E Paolo, persona la correttezza del quale io sono sicuro, giustamente ha evitato.
Un saluto a tutti
Citazione
 
 
0 #8 Massimiliano 2014-05-29 21:52
Gentile sig. Ugo, quello che dice è condivisibile tranne nel caso in cui chiede i nomi espliciti: questo non sarebbe possibile né da un punto di vista penale né da quello umano. Non ho motivi di dubitare quanto scritto da Paolo (il quale conosco bene)ma, giustamente, si è astenuto dal fare i nomi. I pubblici processi inaudita altera parte non sono ammissibili sotto alcun profilo! Lasciamo che sia la giustizia a stabilire come siano andate effettivamente le cose. Cordialmente
Citazione
 
 
+3 #7 Ale 2014-05-29 12:11
Purtroppo truffe come questa sono all'odine del giorno e gli opportunisti sono sempre in agguato.
Paolo, siamo tutti con, fallo nero in tribunale perche' hai davvero tante possibilita' di vincere la causa.
A chi ti da dello stupido e dell'ignorante che posso dire? Purtroppo qui si da dell'eroe al criminale e del coglione alla vittima, queste persone rimarranno sempre piccole ed insignificanti come meritano.
Il team e' con te!
Ale
Citazione
 
 
0 #6 Massimiliano 2014-05-28 22:25
I luoghi comuni sono sempre una brutta cosa ma,a volte,sono realistici. Chi opera all'estero (ma non solo)sa benissimo che i primi dai quali guardarsi, fatte le sparute eccezioni,sono gli Italiani:e non si creda,come l'italiota medio fa,che dipenda dalla Zona di provenienza. È ora di finirla con questa lagna del povero cittadino onesto,vessato dal cattivo politico corrotto (verità comunque indiscutibile): ognuno truffa e ruba secondo le proprie possibilità;le persone sane ci sono eccome:sono quelle allontanate e derise (quando non emarginate) dai più. La cosa patetica, è che ci si crede anche furbi nel perpetrare al prossimo, le truffette alla Totò. Buffoni!Se proprio dovete,imparate dagli inglesi ed americani:loro truffano il mondo, non perdono tempo a rubare 500 euro per cercare di vendere la Fontana di Trevi
Citazione
 
 
+4 #5 Ugo V. 2014-05-26 19:18
QUOTE_PREFIX sabrina vincenziQUOTE_SUFFIX
Egr. Sig. Affortunati, nomen-omen? A parte il suo Italiano proprio incolto, rozzo e sconclusionato che la potrebbe dire lunga sulla sua preparazione, come dice il Sig. Raffaele: e' possibile esistano ancora gli stupidi? Ebbene si! Esistono.


Mi scusi Sig.ra VINCENZI,, ma col suo commento vorrebbe far comprendere che se una persona non è "troppo sveglia" o commercialmente poco preparata, è meritevole d'inganni e truffe ?
A me così pare di interpretare quanto da lei scritto,e se così fosse, non sono certo del suo avviso. Ed in ogni qual modo, ritengo che non si dovrebbe porre l'accento sulla verbalizzazione del sig.Affortunati, ma sulla persona che lo ha truffato così malamente e che sarebbe più che corretto pubblicamente farne il nome.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

CC6EA3A0-6F31-43B6-85D7-C9B748DF0A30

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo