oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

curarsi-con-le-mani

Il piano per la realizzazione dell’Interconnettore del gas Grecia-Bulgaria (Igb) è giunto nella sua fase finale. Lo ha detto l’amministratore delegato della jointventure Icgb (operatore del progetto), Teodora Georgieva, all’agenzia di stampa azera “Trend”. Il piano di adempimento include i principali passi necessari a garantire l’inizio dei lavori di costruzione del gasdotto, ha spiegato la Georgieva. “L’avvio della costruzione dell’Igb è prevista nel 2018. Dopo l’adozione della decisione definitiva, che è attesa per il prossimo anno, saremo in grado di fare richiesta per i permessi di costruzione in Grecia”, ha detto l’Ad. Il 12 settembre scorso il ministero dello Sviluppo regionale di Sofia ha erogato i permessi di costruzione sul territorio bulgaro. I permessi si riferiscono ai distretti di Stara Zagora, Haskovo e Kardzhali districts. L’Igb è un gasdotto che consentirà alla Bulgaria di ricevere il gas dell’Azerbaigian, in particolare, quello prodotto dal giacimento di Shah Deniz. L’interconnettore verrà collegato, infatti, al gasdotto transadriatico (Tap), attraverso il quale il gas del giacimento azero arriverà nei mercati europei. La capacità iniziale dell’Igb sarà di 3 miliardi di metri cubi di gas e il costo stimato del progetto si aggira intorno ai 240 milioni di euro.       Fonte:Agenzia

18970594-Bombola-di-gas-propano-Archivio-Fotografico

La Russia è pronta ad assicurare le forniture di gas sia alla Bulgaria che alla Grecia tramite il gasdotto Turkish Stream: lo ha dichiarato il ministro dell'Energia di Mosca, secondo quanto riferisce oggi l'agenzia di stampa bulgara "Sofia news agency". "Stiamo discutendo costantemente questi aspetti con i paesi interessati a ricevere il gas dalla Russia, incluse la Grecia e l'Italia. La Bulgaria è ora nuovamente parte dell'iniziativa per fornire il gas russo attraverso il paese", ha affermato Novak. "Questo sono tutte questioni su cui oggi stiamo lavorando - ha aggiunto il ministro russo -. Penso che ora sia una buona idea quella di parlare di quale è l'area più sviluppata. Queste e altre aree sono interessanti sia per i fornitori russi che per i consumatori. Abbiamo molto gas e, se necessario, possiamo fornirlo sia alla Grecia che alla Bulgaria". Secondo Novak, "l'aspetto principale è ora relativo al fatto che vengano ottenute tutte le conferme necessarie per quanto riguarda l'Unione europea e la Commissione europea, in modo che ci siano garanzie per l'attuazione di questi importanti progetti infrastrutturali". 

Temenujka_Petkova_003

Temenujka Petkova

La Bulgaria ha contestato  gli interessi giornalieri  di 167 mila euro che sono stati addebitati da parte della Corte di Arbitrato dovuti alla compagnia russa Atomstroyexport per le attrezzature nucleari per la non - funzionante centrale nucleare Belene che sono state ordinate, prodotte e ricevute ma non pagate. Lo ha comunicato ieri davanti ai giornalisti il Ministro dell’ Energia bulgaro Temenuzhka Petkova.

Foto del giorno

54798399_2280184382271298_1999790318374879232_n
Foto del giorno Bulgaria (sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Sindrome orientale: il commento di Mario Sechi

News image

Il governo tra Cinque Stelle e Lega è al momento l'unico p...

Dal mondo