oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Maya-Manolova-800x450

Eurostat e la Commissione europea sono stati informati di un grave problema relativo ai dati del bilancio dell'economia bulgara consegnato alle istituzioni dell'UE, che potrebbe aver presentato la crescita del PIL del paese molto più elevata di quanto non sia. Rapporti EURACTIV Bulgaria. Alla fine della scorsa settimana, il parlamentare BSP Rumen Gechev ha annunciato per la prima volta al parlamento nazionale che c'era un grosso problema con i dati dell'Istituto statistico nazionale. Lo scorso anno la Banca nazionale bulgara ha riconosciuto l'esistenza di un numero record di "errori e omissioni" nei dati della bilancia dei pagamenti dell'economia bulgara lo scorso anno, pari a 3,3 miliardi di euro, che rappresentano oltre il 6% del PIL del paese. Il problema principale è dovuto alla comunicazione delle importazioni di prodotti petroliferi. Mercoledì (26 febbraio), la questione è stata deferita a Bruxelles da Maya Manolova, ex Mediatore e attuale leader del movimento civile "IzpraviSe.bg" (Rise Bulgaria). Ha annunciato di aver informato il commissario europeo per l'economia Paolo Gentiloni e il direttore generale di Eurostat Mariana Kotseva, cittadina bulgara. Secondo Manolova, il National Statistical Institute (NSI) non ha ancora pubblicato i dati reali e continua a utilizzare e diffondere informazioni false, che secondo lei sono state utilizzate per suggerire una rapida crescita economica del paese. In precedenza, Gechev ha spiegato che se i dati fossero stati corretti, la crescita dell'economia bulgara sarebbe stata solo dello 0,8-1%, rispetto alle attuali stime ottimistiche del 3,7%. Secondo lui, il primo ministro Boyko Borissov e il ministro delle finanze Vladislav Goranov erano stati informati del problema, ma lo avevano ignorato. Dal 2019, le importazioni in Bulgaria di alcuni tipi di prodotti, compresi i prodotti petroliferi, sono segnalate con due tipi di dichiarazioni doganali: semplificate e aggiuntive. Apparentemente, questo ha portato a errori nella segnalazione. Il divario nella comunicazione dovrebbe essere corretto entro il 5 marzo. Grecia? Il problema potrebbe danneggiare l'immagine della Bulgaria per almeno due gravi motivi. Il primo è che l'UE ha già avuto problemi molto seri con le statistiche greche, più di 15 anni fa. Nel 2004, Atene è stata costretta a riconoscere la manipolazione delle statistiche, che ha portato alla luce l'enorme debito estero del paese. La crisi finanziaria del 2009 ha peggiorato le cose e la Grecia è fallita. Il secondo problema è che la Bulgaria è sul punto di entrare a far parte di ERM-2, la sala d'attesa della zona euro. Ciò dovrebbe accadere a luglio. Alcuni Stati membri dell'Eurozona si oppongono all'adesione della Bulgaria all'unione monetaria perché temono che la Bulgaria possa diventare una seconda Grecia a causa della sua economia debole.

La buona notizia

Mercoledì scorso, la Commissione europea ha rimosso la Bulgaria dall'elenco dei paesi con squilibri macroeconomici. Nel 2013, l'esecutivo dell'UE ha creato il cosiddetto semestre europeo, che segue da vicino le prestazioni macroeconomiche degli Stati membri dell'UE a seguito della crisi della zona euro. Nel 2015 la Bulgaria è stata dichiarata un paese con squilibri "eccessivi" a seguito del fallimento della Corporate Commercial Bank, la quarta più grande del paese, ma da allora la situazione con le finanze pubbliche sembra essere migliorata. La CE rileva tuttavia che il paese ha bisogno di riforme strutturali e investimenti per conseguire una crescita sostenibile e inclusiva in una grave crisi demografica. La Commissione osserva che la potenziale crescita del PIL non è sufficiente per garantire che la Bulgaria possa rapidamente recuperare il ritardo con altri paesi dell'Unione. Rileva inoltre che non vi sono sufficienti investimenti stranieri, il che ritarda la necessaria modernizzazione dell'economia.

Fonte:euractiv.com

bulgaria-keep-to-develop-mutual-trade-ties-with-pakistan-1582473506-2444

La Bulgaria è desiderosa di sviluppare legami commerciali reciproci con il Pakistan e può fungere da porta d'accesso all'Europa per gli esportatori di Sialkot, ha affermato l'ambasciatore bulgaro in Pakistan Aleksandar Parashkevov. Il governo del Regno Unito Rivolgendosi alla comunità imprenditoriale della Camera di commercio e dell'industria di Sialkot sabato, ha invitato gli esportatori di Sialkot a esplorare i mercati commerciali della Bulgaria per rafforzare il commercio bilaterale. L'ambasciatore ha inoltre promesso un facile accesso per i prodotti realizzati da Sialkot in Bulgaria e in Europa. Ha detto che il suo paese era interessato a lanciare joint venture in diversi settori in Pakistan. Parashkevov ha sottolineato che i tempi erano maturi per rafforzare ulteriormente i legami commerciali reciproci. Ha inoltre messo in evidenza le aree chiave degli investimenti in Bulgaria come l'istruzione, il turismo e l'industria chirurgica. Ha inoltre invitato una delegazione commerciale sotto l'egida dello SCCI a visitare la Bulgaria ed esplorare opportunità di investimento e commerciali. Nell'occasione, il presidente della SCCI Muhammad Ashraf Malik ha dichiarato che il volume totale degli scambi tra Pakistan e Bulgaria è rimasto a $ 34,78 milioni nell'esercizio fiscale 2018-19. Tuttavia, ha aggiunto che esisteva un enorme potenziale per aumentare il volume degli scambi bilaterali.  "Entrambe le parti devono riflettere sullo sviluppo di una strategia per apportare miglioramenti", ha aggiunto, sottolineando che il Pakistan e la Bulgaria hanno avuto legami amichevoli, basati sul rispetto reciproco e su una convergenza di opinioni sugli sviluppi globali e regionali. Ha affermato che entrambi i paesi dovrebbero facilitare le esposizioni per singoli paesi e incoraggiare frequenti scambi di delegazioni commerciali. In precedenza, l'inviato ha visitato le principali unità industriali della città. Visita a SIMAP In precedenza, l'ambasciatore ha anche visitato l'Associazione dei produttori di strumenti chirurgici del Pakistan (SIMAP) e ha sottolineato che la Bulgaria era desiderosa di sviluppare legami commerciali reciproci e contatti tra imprese con il Pakistan. Ha invitato i produttori e gli esportatori di strumenti chirurgici con sede a Sialkot a esplorare il potenziale commerciale non sfruttato del mercato bulgaro. Ha inoltre chiesto di rafforzare gli scambi bilaterali tra i due paesi.

Fonte:TheNation

aaa

La Bulgaria ha segnalato che potrebbe ritardare la sua adesione all'eurozona nel timore che le fasi preparatorie possano compromettere un tasso di cambio fisso di vecchia data nella valuta comune. Il paese balcanico aveva pianificato di aderire all'ERM-2 - un meccanismo che funge da sala ante dell'euro prima della piena adesione - entro la fine di aprile.Ma il parlamento ha recentemente approvato una legge che impone al governo di aderire all'euro solo ed esclusivamente al tasso di cambio gia' esistente.              Aspirazioni EURO: Altri paesi si stanno candidando per aderire alla moneta unica. Il primo ministro Boyko Borissov ha indicato lunedì che potrebbe sara' necessario più tempo tra le preoccupazioni che altri Stati membri e la Banca centrale europea potrebbero cercare di spostare il peg, che ha offerto prevedibilità alle imprese e alle famiglie dopo una crisi bancaria e valutaria nel 1997. Inoltre, la maggioranza dei bulgari si oppone all'adesione all'area dell'euro, preoccupandosi che le aziende utilizzino il turno per aumentare i prezzi dei loro beni. "Finche' non ci sara' un consenso assoluto, non forzeremo la nostra entrata nell'euro", ha dichiarato Borissov a Sofia. La Bulgaria - insieme alla Croazia e Romania - vorrebbero unirsi alla zona euro composta attualmente da 19 membri. Con bassi livelli di debito pubblico e bilanci in pareggio, la Bulgaria soddisfa la maggior parte dei criteri tecnici per l'adozione dell'euro ed è stata la prima in linea, anche se permangono preoccupazioni sul suo sistema finanziario. Borissov ha propagandato i benefici dell'adesione alla regione euro, ma ha riconosciuto le preoccupazioni delle persone. "Non esiste alcun paese che è peggiorato dopo l'entrata nell'area dell'euro", ha dichiarato . Ma “i bulgari sono preoccupati. Le preoccupazioni del popolo girano intorno a un possibile alzamento dei prezzi.

Fonte:bloomberg.com

Foto del giorno

87457860_2551029595186774_3878344889783549952_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Prof. Neumivaykin e il suo sistema di autoguarigione

News image

Il team russo ha visitato il leggendario dottore e guarito...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Il nemico, come crearlo

News image

L’anticristo, l’uomo più pericoloso del mondo. Un vecchio ...

Dal mondo