oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
Os-25-Melhores-Blogs-de-Economia-de-2016-5

Le previsioni economiche della Bulgaria nelle conclusioni degli esperti FMI, possibilità di adesione al ERM II nel 2018 e dati sull'assorbimento dei fondi europei (su informazioni ICE Sofia)

Le conclusioni degli esperti del Fondo monetario internazionale in missione in Bulgaria dal 5 al 14 dicembre scorso sono prevalentemente positive. La continua crescita registrata negli ultimi cinque anni dimostra che l'economia del paese è in buone condizioni e gli esperti prevedono un tasso di crescita del PIL pari a 3.8% per il prossimo anno. Qualora le entrate nel bilancio dello stato superino le previsioni, il governo potrà investire per stimolare ulteriormente la crescita economica. Inoltre il FMI ritiene che, se il governo si atterrà alle prescrizioni, riuscirà nel disegno di aderire all'ERM II (European Exchange Rate Mechanism). All'inizio del mese il direttore esecutivo della Banca mondiale Kristalina Georgieva ha annunciato che con ogni probabilità il paese sarà invitato ad aderire all'ERM II nel 2018.

Secondo l'ultima relazione della Commissione europea sui programmi operativi, pubblicata lo scorso 13 dicembre, nell'Unione Europea sono stati investiti 278 miliardi di euro grazie all'utilizzo dei fondi europei, ed altri 360 miliardi di euro sono disponibili fino al 2020. Secondo i dati nazionali in Bulgaria sono stati accordati oltre il 50% dei finanziamenti e ne sono stati erogati oltre il 15%. Inferiore la percentuale dei finanziamenti accordati tramite il Programma operativo "Ambiente", in quanto i grandi progetti saranno avviati a partire dal 2018.


Fonte: ICE Sofia

aeroporto

Nei prossimi nove anni, altri 256 milioni di leva saranno investiti negli aeroporti di Burgas e Varna. Durante i primi dieci anni la concessionaria ha investito 350 milioni di BGN, a seguito dei quali i due aeroporti sulla costa hanno nuovi terminali, infrastrutture rinnovate, sistemi informatici e di comunicazione. Lo ha detto a Burgas Ulrich Heppe, amministratore delegato della società di concessione negli aeroporti di Bourgas e Varna.
A Burgas durante una cerimonia ufficiale, Heppe ha accettato il premio della Camera di Commercio e Industria - Burgas per il contributo allo sviluppo dell'economia nella regione. Durante la cerimonia dei premi annuali della Camera, anche il concessionario dell'aeroporto ha ricevuto il premio nella categoria delle grandi imprese con oltre 250 dipendenti, 24chasa ha riferito. La società concessionaria è stata inoltre premiata per il contributo e gli investimenti nelle infrastrutture di trasporto, l'attrazione di nuove compagnie aeree e l'aumento del numero di destinazioni e passeggeri.
Continuiamo a investire, cercando di offrire le condizioni perfette per tutti: vettori, visitatori e dipendenti ", ha dichiarato Heppe, informando che nove nuove compagnie aeree hanno completato i voli dall'aeroporto di Burgas quest'anno e dieci nuovi voli sono stati inclusi nella stagione estiva programma I risultati della società di gestione del concessionario dell'aeroporto comprendono anche 48 nuovi posti di lavoro e due nuovi programmi di sviluppo professionale per il personale permanente e stagionale.
Prosegue la ricostruzione degli aeroporti di Burgas e Varna, con Burgas in seguito all'estensione al terminal e sulla piattaforma dell'aeroporto. La società di concessione ha una partecipazione tedesco-bulgara. Ha vinto una concessione per la gestione dell'aeroporto di Varna e dell'aeroporto di Bourgas per 35 anni. Heppe ha aggiunto che nel 2016 entrambi gli aeroporti hanno accolto più di 4,5 milioni di passeggeri e più di 35.000 voli ogni 100 compagnie aeree bulgare e straniere che operano charter e voli di linea verso più di 140 destinazioni in Europa, Asia e Africa. In entrambi gli aeroporti ci sono più di 615 impiegati fissi e 1150 stagionali.

photo_verybig_186050

Il governo bulgaro detiene bitcoin per oltre $ 3 miliardi. Sono stati confiscati dopo azioni di polizia contro un gruppo criminale organizzato. Questo è riportato da Coindesk.com, una delle principali riviste dedicate alle criptovalute.

 

La pubblicazione cita un messaggio del Centro di controllo dell'Europa sud-orientale (SELEC), secondo il quale 213.519 bitcoin sono stati sequestrati nella campagna contro i criminali nel maggio di quest'anno. Durante l'operazione, 23 bulgari sono stati arrestati.

 

Secondo i dati, i sospetti hanno utilizzato computer doganali utilizzando virus speciali e quindi sono riusciti a risparmiare le loro tariffe doganali per l'importazione di merci nel paese.

 

La cosa curiosa qui è che da maggio ad oggi, la criptovaluta sequestrata è salita a oltre $ 3 miliardi.

 

Al momento, non è chiaro cosa faccia il governo bulgaro con il bitcoin confiscato, scrive anche il materiale di Coindesk. È stato anche notato il rifiuto del governo di fornire ulteriori dettagli, sostenendo che un'indagine penale è in corso.

 

Venerdì, il tasso di bitcoin è di circa $ 13.000, anche se presto ha trasferito il limite di $ 18.000.

 

Expert.bg

Foto del giorno

photo_big_3295

Alexander Nevskij

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Any data to show