oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

pinocchi

Sulla salute si sente dire di tutto... anche molte sciocchezze. Non è vero che le supposte sono più efficaci delle compresse, che gli spinaci sono ricchi di ferro e danno molta forza, che chi ha avuto un infarto deve dire addio al sesso. Questi sono soltanto alcuni esempi di una lunga serie di falsità, verità e mezze verità sulla salute ancora molto diffusi. Eccone alcune

SCROCCHIARE LE DITA FA VENIRE L'ARTRITE. Lo schiocco è provocato dall'esplosione delle bollicine d'aria che si formano nel fluido sinoviale, che ha lo scopo di nutrire i tessuti e lubrificare le giunzioni articolari.

Numerosi studi hanno cercato di capire se l'abitudine di piegare le mani per sentire questo rumore sia dannosa, ma non è stato trovato alcun legame con l'artrite. Schioccare le dita non fa né bene, né male. Certo, gli schioccatori compulsivi potrebbero andare incontro a un movimento anomalo di rotazione dell’articolazione che, se fatto spesso, potrebbe causarne l’infiammazione


BISOGNA BERE ALMENO 8 BICCHIERI D'ACQUA AL GIORNO.Mantenersi idratati è importante, ma il nostro corpo sa esattamente come regolarsi e non occorrono rigide imposizioni. Ci si idrata anche mangiando frutta e verdura e bevendo tè, latte, tisane, caffè: la teoria degli 8 bicchieri, diffusa per la prima volta nel 1945 da una prescrizione della Food and Nutrition Board (un'organizzazione USA per la sicurezza nell'ambito della nutrizione), non è supportata da evidenze scientifiche.

LE SUPPOSTE SONO PIÙ EFFICACI DELLE COMPRESSE. Non è vero, è il tipo di assorbimento che cambia e che rende preferibile l'una o l'altra soluzione. A parità di principio attivo, i farmaci in supposta sono assorbiti più lentamente dall'organismo rispetto a quelli in compresse, capsule o altro. Inoltre l'assorbimento è solo parziale, ed è per questo che il loro dosaggio è in genere più alto rispetto ad altre preparazioni.

LA SBORNIA DEL GIORNO DOPO SI CURA BEVENDO. No, fare colazione con un Bloody Mary il primo dell'anno non vi farà sentire meglio. L'alcol ha un effetto diuretico, e l'unica conseguenza che potreste ottenere sarebbe disidratarvi ancora di più. Dopo una sbronza, il nostro fegato deve cercare di eliminare etanolo, dal quale è rimasto intossicato. Aggiungerne altro non farà che peggiorare le cose. Ecco invece alcuni rimedi scientifici per il post ubriacatura

SULLE SCOTTATURE METTI IL BURRO, E PASSA TUTTO. In realtà questo luogo comune non ha alcun fondamento medico, e oltre a essere inutile, perché il sollievo che dà dura poco, è anche controproducente perché potrebbe favorire le infezioni. Molto meglio sciacquare la scottatura con acqua fredda, ricorrere alle pomate apposite o, nei casi più gravi, recarsi al pronto soccorso.

SE HAI LE MESTRUAZIONI, NIENTE BAGNO. Proibizioni e inibizioni come non fare il bagno, non lavarsi i capelli e persino non fare il bucato hanno accompagnato il ciclo mestruale fin dall'antichità. Queste superstizioni non hanno nulla di scientifico: dedicarsi ad attività rilassanti o fare del movimento durante il ciclo aiuta a contrastare gli sbalzi di umore e il malessere dovuto al flusso, oltre a favorire una corretta igiene. Basta premunirsi di non bagnarsi con acqua troppo fredda.

MANGIARE LE CAROTE FAVORISCE LA VISIONE NOTTURNA. La vitamina A contenuta nelle carote fa bene alla vista, ma le quantità umanamente assumibili di questi ortaggi non fanno miracoli, e non danno certo i "superpoteri" a cui spesso sono associate. Durante la Seconda Guerra Mondiale, per tenere segreto l'utilizzo del radar, i piloti britannici della RAF misero in giro una voce che li vedeva capaci di vedere bene anche al buio, grazie a una dieta ricca di carote. Il falso mito sarebbe nato da qui.

Leggende a parte, per proteggere la salute degli occhi la dieta è importante: alcuni carotenoidi (le sostanze che danno a carote e altri alimenti il colore giallo arancio) proteggono la macula, cioè la parte centrale della retina, essenziale per la messa a fuoco.

NON PRENDERE FREDDO, CHE TI AMMALI. Anche se raffreddori e influenze aumentano leggermente con l'arrivo della brutta stagione, non è il freddo che ci fa ammalare. Sono le sue conseguenze: le basse temperature riducono le riserve di muco che di norma proteggono le vie respiratorie dai patogeni, lasciandoci più esposti alle infezioni. Con il freddo tendiamo a passare più tempo al chiuso, dove l'aria è spesso troppo secca e la ventilazione scarsa, un'abitudine che favorisce la trasmissione di virus e batteri.

Fonte:Focus

2161_300_0_374cbd0114

Il bulgaro spende di più per la manutenzione della sua auto che per la casa. Ciò mostra i dati di un'analisi Eurostat della spesa totale dei consumatori per mobili, elettrodomestici e manutenzione domestica nell'UE nel 2016. Secondo le statistiche europee, i bulgari spendono circa il 7,6% dei loro costi totali per le loro auto (rispetto alla media UE del 6,3%), mentre per le pulizie, gli elettrodomestici e i mobili acquistano solo il 5% degli stessi costi (con una media UE del 5,5%).
Nel 2016, il consumo medio complessivo delle famiglie in Bulgaria era di circa 11.000 leva, secondo i dati NSI. Per l'arredamento, la manutenzione della casa (senza materiali di consumo come il riscaldamento e l'acqua) o l'acquisto di vari elettrodomestici - la famiglia bulgara ha speso in media circa 400 levs e il costo medio per persona è stato di circa 175 leva.
Nel frattempo, il costo del trasporto per una famiglia in Bulgaria era di oltre 700 BGN, o una media di circa 320 lev per persona, secondo i dati dell'Istituto.
Secondo loro, lo scorso anno quasi il cento per cento dei bulgari aveva un televisore, un frigorifero o un congelatore, una lavatrice o un telefono cellulare. Pochi oltre la metà dei bulgari (il 52 percento) possedeva computer più Internet.
Solo il 50 percento delle famiglie aveva un'auto privata. Per l'auto, una famiglia bulgara potrebbe permettersi di acquistare una media di circa 300 litri di carburante all'anno dei loro costi totali, secondo le statistiche, senza contare il costo di riparare o assicurare l'auto con diverse assicurazioni.

Vecchiaia-il-testosterone-rafforza-i-muscoli

La vecchiaia uccide più di 110.000 individui al giorno in tutto il mondo. Ma il problema, secondo il Professor Aubrey de Grey, che si è laureato alla Cambridge University nel 1985, non è rappresentato dal numero di persone che passa a miglior vita, ma le sofferenze che patiscono prima di morire. Per questo la Engineerd Negligible Senescence Reasearch Foundation (SENS), situata in California, sta compiendo delle ricerche che potrebbero bloccare il processo d'invecchiamento. Infatti il de Grey ha affermato che la persona che vivrà 1.000 anni è già nata. Ma andiamo a vedere nel dettaglio la notizia.

Fermare l'avanzare dell'età

Il SENS mira a trattare l'avanzare dell'età come una normale malattia e si propone quindi di bloccare la vecchiaia.

Come riportano molte testate giornalistiche di fama mondiale, recentemente alcuni esperti appartenenti all'Università di Exeter e a quella di Brighton, hanno scoperto che teoricamente è possibile fermare l'avanzare dell'età, facendo ringiovanire le cellule che hanno terminato il loro ciclo vitale, dividendole. Ma come è possibile non far invecchiare le cellule del corpo umano? Il team ha prodotto un composto con un fenolo che si può trovare in parecchie piante chiamato Resveratrolo. Questo si trova anche nel cioccolato fondente o nel vino rosso. Ma questo non è l'unico progresso che che ha compiuto la #scienza per il benessere delle persone, poiché negli ultimi giorni per combattere l'obesità sono stati diffusi in rete dei nuovi metodi per dimagrire. 

Vivere per sempre

In un comunicato rilasciato dall'Università di Exeter si può leggere che dopo l'uso del composto le cellule sembreranno più giovani e comincerà il processo diringiovanimento.

Aubrey de Grey ha inoltre affermato che nei prossimi 20 anni le persone potranno ricevere trattamenti per vivere anche 1.000 anni e che quindi la persona che vivrà più di dieci decenni è già nata. Sono molte le critiche che sono state mosse contro Aubrey de Grey, prima fra tutte il problema della sovrappopolazione. Il professore ha risposto che questa non rappresenta una difficoltà, poiché se i governi cominceranno ad investire sull'energia pulita il pianeta Terra potrà supportare un numero di persone maggiore. Nelle scorse settimane è stata diffusa in rete la notizia che vede alcuni ricercatori scoprire un vaccino per un altro male che flagella l'umanità ovvero il tumore al pancreas. Non ci resta adesso nient'altro se non aspettare nuove notizie dal campo della #Ricerca scientifica. A voi i commenti. #medico

Foto del giorno

photo_big_3295

Alexander Nevskij

Dai nostri lettori

L'UNIFICAZIONE DELLA BULGARIA SETTENTRIONALE E MERIDIONALE

News image

Dopo la frammentazione delle terre bulgare, secondo il Trattato di Berlino - 1 (13) luglio 1878,  l... Leggi tutto

Interviste e commenti

Borsa

Any data to show