oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Un dispositivo grande quanto un ricevitore telefonico può rilevare la presenza di Covid-19 anche prima che il virus possa essere rilevato da una PCR. È stato sviluppato da un team di scienziati italiani, spagnoli e bulgari ed è già utilizzato per la diagnosi e il monitoraggio dell'infezione.

Otto esalazioni nel dispositivo sono sufficienti per concludere se l'infiammazione si è verificata nelle vie aeree. In questo modo, è possibile misurare la temperatura dei polmoni e rilevare precocemente un'infezione appena emersa. Con un'infezione da coronavirus, come l'influenza, si pensa che la temperatura aumenti prima che compaiano i sintomi clinici.

"È un dispositivo che possiamo chiamare condizionatamente un termometro per i polmoni", spiega il prof. Todor Popov del Multi-Profile Hospital dell'Università Saint Ivan Rilski, uno scienziato leader nel progetto internazionale. “In linea di principio, ci sono vari tipi di termometri e ci danno un'idea se c'è qualche infiammazione nel corpo. Tuttavia, quando misuriamo la temperatura dell'aria espirata, otteniamo informazioni non solo sulla temperatura generale del corpo, ma anche sulle condizioni del sistema respiratorio e sulla quantità di infiammazione che contiene ".

Il dispositivo è progettato per i pazienti con asma, perché la malattia provoca infiammazione delle vie respiratorie e quindi la temperatura aumenta. E poiché un processo simile avviene con un'infezione da Covid-19 , il team internazionale ha deciso di utilizzare l'attrezzatura già autorizzata per monitorare la dinamica della temperatura. Questo viene fatto non solo in Italia e Spagna, dove ci sono molti più pazienti, ma anche in Bulgaria.

In Bulgaria sono stati distribuiti per primi i cosiddetti termometri alle persone a contatto con pazienti affetti da coronavirus. Con l'aiuto di questi dispositivi, misurano la loro temperatura al mattino e alla sera ei valori vengono registrati automaticamente su un sito Web speciale e viene monitorato se si svilupperà un'infezione nei loro polmoni.

“Qui stiamo parlando di telemedicina, di misurazione a distanza del tipo più moderno”, afferma il Prof. Todor Popov. “In questo modo il paziente non entra in contatto con un'altra persona ed evita di infettarla, capiamo come progredisce l'infezione e cerchiamo di seguirla nel tempo. Quando ha iniziato a salire la temperatura dell'aria espirata, quando sono comparsi i sintomi - cose importanti dal punto di vista del controllo della malattia ".

Secondo il prof.Todor Popov, l'epidemia di coronavirus in Bulgaria si sta attenuando, ma nessuno può prevedere se questa sarà una tendenza duratura e non seguirà una nuova ondata.

fonte novinite.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno


Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Opportunità e Affari

Ristorante Italiano

News image

In posizione centralissima a Sofia si offre in gestion...

Opportunità e Affari

Dall'Italia

Dai nostri lettori

I baby boomer faranno la differenza nel 2021

News image

I cosiddetti “baby boomer” sono le persone nate tra il 1...

Informazioni

Punti di vista

Dal mondo

Le prime bombe di Joe Biden sulla Siria e sul dialogo con l’Iran

News image

Il primo attacco aereo della presidenza Biden è avvenu...

Dal mondo