oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

protest-poison-trio-604x272

Il 1 ° ottobre la commissione per le libertà civili del Parlamento europeo ha invitato le autorità bulgare a garantire il rispetto dei valori dell'UE e della Carta dei diritti fondamentali. La commissione ha approvato, con 35 voti favorevoli, 30 contrari e un'astensione, un progetto di risoluzione sul "significativo deterioramento del rispetto dei principi dello Stato di diritto, della democrazia e dei diritti fondamentali, compresa l'indipendenza della magistratura, la separazione dei poteri, la lotta alla corruzione e alla libertà dei media ”in Bulgaria. I membri della commissione hanno sottolineato la necessità per il governo bulgaro di garantire un controllo più rigoroso del modo in cui vengono spesi i fondi dell'UE e di affrontare immediatamente le preoccupazioni che il denaro dei contribuenti venga utilizzato per arricchire coloro che sono associati al partito al governo. Il testo si concentra anche sulle persistenti questioni sistemiche nel sistema giudiziario, in particolare la mancanza di un quadro in atto per ritenere il Consiglio giudiziario supremo e il Procuratore generale responsabili e il mancato rispetto di oltre 45 sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo mediante l'esecuzione efficace indagini. I deputati sono inoltre preoccupati per una serie di sviluppi. Tra queste l'annunciata riforma costituzionale, che dovrebbe essere preceduta da adeguate consultazioni ed essere in linea con gli standard internazionali, potenziali cambiamenti nella legislazione elettorale, in prossimità delle prossime elezioni parlamentari, la frettolosa adozione della legislazione da parte della maggioranza al governo, le indagini di alto livello corruzione che non produce risultati tangibili e "corruzione, inefficienza e mancanza di responsabilità", il grave deterioramento della libertà dei media e delle condizioni di lavoro per i giornalisti in Bulgaria nell'ultimo decennio, accuse contro la polizia bulgara riguardo all'uso della forza contro donne e bambini giornalisti durante le manifestazioni e lo stato dei diritti fondamentali in Bulgaria, ad esempio per quanto riguarda l'incitamento all'odio, la discriminazione di genere e sessuale, i diritti dei rom e dei richiedenti asilo. La mossa del comitato è arrivata quando le proteste sono entrate nella loro 85a notte, chiedendo le dimissioni del governo del primo ministro bulgaro Boiko Borissov e quelle del procuratore generale Ivan Geshev. Le proteste in Bulgaria sono scoppiate il 9 luglio, con manifestanti che chiedevano le dimissioni di Borissov e Geshev, sulla base di accuse di corruzione e cattura da parte dello Stato. I cittadini sono scesi in piazza a seguito di due incidenti che si sono aggiunti alla crescente frustrazione del pubblico per la corruzione politica sistemica.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

126065639_2781594628796935_5342807069289340451_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'