oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Turkstream-opening-ceremony-EDM-February-19-2020-640x360

Le tensioni tra Russia e Bulgaria hanno preso il via alla risoluzione alla fine del mese scorso. Ma da allora la fiducia tra i due paesi è diminuita. Alla fine di gennaio, la Bulgaria ha annunciato l'intenzione di sostituire metà del suo consumo di gas naturale russo con volumi provenienti dagli Stati Uniti (Lenta.ru, 28 gennaio). I media russi hanno paragonato con rabbia questa dichiarazione al "ricatto", progettato per estorcere i prezzi più bassi (Aftershock.news, 3 febbraio). Secondo le ultime informazioni, Bulgargaz è nelle fasi finali dei negoziati con Russian Gazprom; le parti sperano di raggiungere un accordo per ridurre significativamente i prezzi del gas per la Bulgaria entro la fine di febbraio (TASS, 11 febbraio). Sembra, tuttavia, che il dibattito in prima linea sui prezzi del gas abbia attirato l'attenzione su attriti bilaterali molto più gravi. In particolare, il 24 gennaio, le autorità bulgare hanno annunciato l'espulsione di due diplomatici russi. La Procura bulgara ha rivelato che la decisione era motivata dalle informazioni ricevute dall'Agenzia statale per la sicurezza nazionale su sospette attività di spionaggio da parte di due russi con immunità diplomatica (Prb.bg, 24 gennaio). L'espulsione della coppia di diplomatici russi è arrivata sulla scia di un precedente scandalo di spionaggio: tre russi accusati criminalmente del tentativo di assassinio del commerciante di armi Emilian Gebrev e di suo figlio e collega (BBC News — Servizio russo, 23 gennaio) . A novembre, Bellingcat, The Insider e Der Spiegel hanno pubblicato i risultati della loro indagine congiunta sul caso Gebrev. I giornalisti e i ricercatori hanno concluso che fino a otto agenti dell'intelligence militare russa (GRU) potrebbero essere stati coinvolti nell'avvelenamento del commerciante di armi bulgaro da parte di un agente sconosciuto (Bellingcat.com, 23 novembre 2019). A dicembre, la procura di Sofia ha confermato il coinvolgimento russo nell'avvelenamento dell'imprenditore. Gebrev stesso afferma che potrebbe essere stato il bersaglio dei servizi speciali russi perché la sua compagnia ha fornito armi all'Ucraina (Dnevnik.bg, 10 dicembre 2019). Il tentativo di assassinio di un cittadino bulgaro sul suolo bulgaro, condotto con tale disprezzo per le vittime non correlate attraverso l'uso di una sostanza neuroparalitica mortale, sembra particolarmente stonante, data la ben nota reputazione di Sofia per le relazioni amichevoli con Mosca. In effetti, nel 2016, l'esperta bulgara Georgy Dimitrov si è lamentata del fatto che la Bulgaria non è mai completamente sfuggita all'indebita influenza russa perché, secondo lei, tutte le posizioni chiave nel paese - incluso il Primo Ministro Boyko Borisov - sono in un modo o nell'altro legate all'ex Partito Comunista e il comitato per la sicurezza dello Stato (KGB bulgaro). “Un anno dopo la sua nomina a sindaco di Sofia, nel 2006, Borisov si vantava di essere l'unico ospite straniero del Servizio di sicurezza federale (FSB) a Mosca durante una celebrazione dell'anniversario delle forze speciali Vympel dell'FSB. Il capo del governo bulgaro ha anche recentemente notato che il KGB sovietico è "un'organizzazione da cui molti esperti potrebbero imparare molto", ha ricordato il commentatore bulgaro (Lb.ua, 4 novembre 2016). Dimitrov ha anche lamentato la dipendenza della Bulgaria dal petrolio e dal gas russi e ha sottolineato che l'esercito bulgaro fa ancora molto affidamento sull'attrezzatura russa (Lb.ua, 4 novembre 2016). La dipendenza della Bulgaria dalle fonti energetiche russe è stata rilevata due anni prima dalla pubblicazione tedesca Deutsche Welle, secondo cui, a seguito dell'invasione di Mosca in Ucraina, l'Unione europea stava invitando Sofia a trovare alternative al gas russo (Deutsche Welle — servizio russo, 14 giugno 2014). Infine, a maggio 2019, la Grecia e la Bulgaria hanno iniziato a costruire un gasdotto di interconnessione che consentirà a Sofia di importare gas da fonti diverse dalla Russia. Tuttavia, il progetto non è previsto per il completamento fino alla fine di quest'anno. E direttamente in contrasto con questi piani per la ricerca di fonti di energia non russe, la Bulgaria (insieme alla vicina Serbia) si è effettivamente impegnata a costruire le infrastrutture necessarie per transitare il gas russo verso l'Europa proveniente dal gasdotto TurkStream appena inaugurato. Il 9 gennaio 2020, durante una grande cerimonia a Istanbul, il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan e Vladimir Putin hanno aperto ufficialmente TurkStream. Alla cerimonia erano presenti anche il presidente serbo Aleksandar Vučić e il primo ministro bulgaro Boyko Borisov (vedi EDM, 23 gennaio). Nella stessa Bulgaria, questa iniziativa ha suscitato reazioni contrastanti. Il Consiglio Atlantico della Bulgaria, con sede a Sofia, tuttavia, ha fortemente criticato il progetto. In particolare, ha osservato che TurkStream soddisfa solo le esigenze della Russia, che sono "estranee" agli interessi nazionali della Bulgaria, aggiungendo: "Esiste un reale pericolo che la Bulgaria venga utilizzata come cavallo di Troia russo nell'UE e nella NATO [il trattato del Nord Atlantico Organizzazione] "(Atlantic-council.bg, 2 marzo 2019).

Fonte:jamestown.org

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

91033134_2577268819229518_7188800197143560192_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

CoronaVirus: la posizione shock dello scienziato Montanari

News image

La biografia del dottor Stefano Montanari, nanopatolo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Coronavirus,momento critico per le Borse.

News image

  Giornata da dimenticare per Piazza Affari: l'indic...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'