oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

B0C42EDD-FEEA-4E85-8AF4-89C8E8146DF3

Astral Holidays, il partner bulgaro della defunta società turistica britannica Thomas Cook e uno dei maggiori tour operator bulgari, ha dichiarato il 7 ottobre che sta entrando in una procedura di bancarotta.

 

 Il ministro del turismo bulgaro Nikolina Angelkova ha dichiarato di aver convocato un incontro con la direzione di Astral Holidays e il suo assicuratore.

 

 In una dichiarazione sul suo sito web, Astral Holidays ha affermato che con grande rammarico e delusione, ha dovuto cessare le operazioni a partire dal 7 ottobre ed entrare in una procedura fallimentare, dopo quasi 24 anni sul mercato turistico “e nonostante gli incredibili sforzi della gestione  e dipendenti ".

 

 La decisione era stata presa dopo molte discussioni, sforzi e tentativi di assicurarsi finanziamenti per l'azienda, ha detto Astral Holidays.

 

 La società aveva adottato tutte le misure necessarie e adempiuto ai propri obblighi ai sensi della legge sul turismo per proteggere i propri clienti.

 

 I viaggi di tutti i clienti che avevano acquistato le vacanze da Astral Holidays e che erano attualmente all'estero sono stati interamente pagati "quindi non vi è alcun rischio di problemi con i voli o il rifiuto di alloggio in hotel o altri servizi turistici".

 

 I clienti che avevano acquistato solo biglietti aerei con compagnie aeree di linea o a basso costo sarannoin grado di proseguire i loro viaggi, poiché tutti i biglietti sono stati acquistati e pagati da Astral Holidays.

 

 “Sottolineiamo che i clienti di Astral Holidays International Ltd che hanno effettuato depositi o pagato interamente per i loro viaggi, ma dove Astral Holidays non ha pagato a un partner o un fornitore di servizi, saranno compensati come previsto dalla legge.  Sono garantiti con l'assicurazione del tour operator stipulata con la compagnia assicurativa Unique, con una copertura di 700 000 leva ”, ha affermato Astral Holidays.

 

 Il ministero del turismo bulgaro ha dichiarato che si sta lavorando per chiarire il numero preciso di turisti che hanno contratti con Astral Holidays.

 

 "Il Ministero del Turismo è in costante contatto con i rappresentanti del tour operator e sta monitorando la situazione al fine di proteggere gli interessi dei turisti secondo le norme della legislazione bulgara."

 

 La società di vacanza britannica Thomas Cook è entrata in liquidazione obbligatoria il 23 settembre 2019.

 

 La Bulgaria è stata tra i numerosi paesi da cui i clienti di Thomas Cook sono stati rimpatriati nel Regno Unito.

 

 Pur non essendo il principale attore nel mercato turistico estero delle vacanze estive in Bulgaria, vi è stata una seria preoccupazione per l'impatto che il fallimento di Thomas Cook avrà sul mercato turistico della Bulgaria.

 

 L'Autorità per l'aviazione civile del Regno Unito ha dichiarato il 7 ottobre che il giorno vedrà la conclusione dell'operazione Cervino, rimpatriando circa 140.000 clienti Thomas Cook da varie parti del mondo.

 

 "Il programma di volo di due settimane, che prevedeva l'uso di 150 velivoli da 50 partner provenienti da tutto il mondo, termina più tardi oggi, con il volo finale che arriva all'aeroporto di Manchester da Orlando con gli ultimi 392 passeggeri a bordo", ha dichiarato il CAA britannico.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

Il mea culpa di Calenda: “ Per 30 anni ho ripetuto cazzate sul liberalismo economico”

News image

Carlo Calenda fa mea culpa. Oggi il parlamentare europeo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo