oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.

1AC20A45-C594-44BC-8383-BEFA00CA63DF

Tre società hanno presentato offerte per la fornitura di due nuove navi di pattuglia polivalenti alla Marina bulgara, ha dichiarato il ministero della Difesa.

 

 Le tre società che hanno rispettato la scadenza del 16 aprile alle 17:00 per presentare le offerte sono p.  Lürssen Werft GmbH & Co.KG della Germania, MTG Delfin AD della Bulgaria e Fincantieri d'Italia.

 

 Il primo ministro Boiko Borissov ha nominato un gruppo di lavoro interministeriale, presieduto dal vice ministro della Difesa Anatoli Velichkov, che si occuperà dell'apertura delle offerte al ministero della Difesa il 22 aprile.

 

 Il gruppo di lavoro comprende esperti e funzionari amministrativi del Ministero della Difesa, oltre a rappresentanti del Ministero delle Finanze, del Ministero dell'Economia, del Ministero degli Affari Esteri e dell'Agenzia di Stato per la Sicurezza Nazionale.

 

 L'apertura delle offerte sarà seguita da un processo di valutazione e da una relazione finale che classificherà le offerte, che sarà soggetta all'approvazione del Ministro della Difesa e poi del Consiglio dei Ministri.

 

 La marina bulgara ha attualmente sei vascelli navali, tre risalenti all'epoca sovietica e le altre navi ex belga di seconda mano.  I tre dell'era dell'URSS hanno difficoltà nel reperire pezzi di ricambio e non sono compatibili con gli standard dell'alleanza Nato che la Bulgaria ha aderito nel 2004.

 

 Il progetto prevede che le due nuove navi sostituiscano le tre dell'era sovietica.

 

 Nel luglio 2018, l'Assemblea nazionale bulgara ha approvato una versione aggiornata del progetto, prevedendo di spendere un massimo di 984 milioni di leva, compresa l'imposta sul valore aggiunto (circa 503 milioni di euro).

 

 L'aggiornamento ha seguito il fallimento del precedente tentativo di portare avanti il ​​processo di acquisizione, quando la società bulgara che ha presentato l'offerta si è ritirata, apparentemente sopra il problema dell'IVA.  Ciò ha portato il Parlamento a modificare la dotazione prevista dalla somma per il 2016.

 

 Il progetto prevede la consegna della prima nave nel dicembre 2023 e la seconda entro la fine di dicembre del 2024.

 

 Il voto del luglio 2018 dell'Assemblea nazionale ha stabilito nuove opzioni, in primo luogo, l'acquisto di navi di nuova fabbricazione adattate alle esigenze della Marina, o la produzione in licenza, o una combinazione di sviluppo di un nuovo prodotto e modifica di uno esistente, ha dichiarato  il ministero della Difesa.  Il progetto prevede che le navi siano fornite di armamenti.                                                  Fonte:Sofiaglobe 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

64785444_2340843206205415_4718368741157502976_o
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo