oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

images

Il procuratore capo della Bulgaria ha ordinato più indagini, tra cui il capo della commissione anti-corruzione, in uno scandalo sugli acquisti di immobili di lusso a prezzi favorevoli che ha già portato alcuni politici di alto livello a dimettersi.

 

Il procuratore capo Sotir Tsatsarov ha dichiarato oggi che il commissario dell'anti-corruzione Plamen Georgiev è tra gli indagati per aver fatto false dichiarazioni sulle circostanze in cui lui e sua moglie hanno acquistato un appartamento nella capitale di Sofia.

 

 

Georgiev ha negato ogni illecito e ha detto che collaborerà pienamente con le indagini.

 

I procuratori richiederanno documenti tra cui l'atto di proprietà e le registrazioni bancarie del finanziamento ipotecario al fine di chiarire da dove provengono i fondi per l'acquisto di quella proprietà, ha detto Tsatsarov.

 

Ha anche nominato la moglie del capo della Corte suprema di cassazione Lozan Panov e il figlio del direttore del servizio investigativo nazionale Borislav Sarafov tra gli indagati. Nessuno dei due si e' reso disponibile per un commento.

 

La Bulgaria è classificata come il membro dell'Unione Europea più corrotto dal gruppo  Transparency International. Nonostante le promesse da parte dei governi successivi di eliminare la corruzione, non ha ancora  un alto funzionario che non abbia alle spalle accuse di corruzione.

 

Gli analisti sostengono che la corruzione ad alto livello è il principale ostacolo alle ambizioni della Bulgaria di attirare più investimenti stranieri e aderire alla zona di libero scambio di Schengen dell'UE.

 

Il primo ministro Boyko Borissov ha dichiarato che quelli nominati dal procuratore capo giovedì dovrebbero rassegnare le dimissioni o lasciare le loro assenze.

 

Georgiev ha confermato che si stava congedando quindi non poteva esserci alcun sospetto che avrebbe in qualche modo influenzato le indagini.

 

"Con la presente dichiaro di aver sempre rispettato la legge, e che nel mio lavoro sono stato guidato da alti principi morali e standard professionali", ha dichiarato il capo dell'anti-corruzione.

 

La settimana scorsa, il vice leader del partito GERB bulgaro, Tsvetan Tsvetanov, ha lasciato il parlamento dopo accuse simili.

 

Lo scandalo aveva già spinto il ministro della giustizia bulgaro e due vice ministri a rassegnare le dimissioni in seguito ai rapporti che avevano acquistato appartamenti spaziosi in un sobborgo di Sofia di alta gamma a prezzi inferiori a quelli dello stesso promotore immobiliare.

 

Tutti e quattro i politici negano qualsiasi azione illecita.

 

I socialisti dell'opposizione, che hanno boicottato il parlamento nella metà di febbraio, hanno ripetuto i loro appelli per le elezioni anticipate, accusando il governo di Borissov di non riuscire a combattere l'innesto di alto livello.

 

(Articolo di Angel Krasimirov, editing di Catherine Evans)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo