oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

58858884-D003-4B2C-A587-9652F35CA5F4

Centinaia di bulgari, tra cui leader politici e gente comune compresi i rappresentanti della comunità ebraica bulgara, nonché diplomatici stranieri, si sono presentati il ​​10 marzo per una processione intitolata "Insieme per la Bulgaria, Insieme per l'Europa", che segna il 76 ° anniversario del salvataggio degli ebrei bulgari dall'essere uccisi nell'Olocausto.

 

L'evento, organizzato su iniziativa del comune di Sofia e dall'Organizzazione degli ebrei in Bulgaria "Shalom",si è svolto in diversi punti nel centro della capitale bulgara, punti  di importanza simbolica per il salvataggio degli ebrei.

 

Al punto di partenza, la chiesa di Santa Sofia, il ministro degli Esteri Ekaterina Zaharieva ha affermato che il salvataggio di quasi 50.000 ebrei bulgari è stato uno dei giorni più brillanti della storia mondiale, in uno scenario di tempi bui.

 

Ha dato l'esempio che l'antisemitismo, l'odio religioso e l'odio verso il diverso, di cui ci sono state manifestazioni oggi, potrebbero essere superati, ha dichiarato  Zaharieva.

 

 

Foto tramite la pagina Facebook di Shalom.

 

Foto: parlament.bg

Tra i partecipanti all'evento c'erano il presidente del parlamento, Tsveta Karayancheva, il sindaco di Sofia Yordanka Fandukova, il vicesindaco Todor Chobanov, il presidente del Congresso ebraico mondiale Ronald S Lauder, l'amministratore delegato del WJC Robert Singer, il viceministro degli esteri e il coordinatore nazionale contro l'antisemitismo Georg Georgiev, gli Ambasciatori USA, israeliani, britannici e tedeschi, tra gli altri inviati stranieri, il capo del gruppo di amicizia del Parlamento con Israele, Konstantin Popov, il capo del gruppo parlamentare del GERB, Tsvetan Tsvetanov, e il leader del Partito socialista bulgaro nel consiglio comunale, Kaloyan Pargov, così come i rappresentanti del corpo direttivo della Chiesa ortodossa bulgara, il Santo Sinodo.

 

Al monumento di gratitudine per il salvataggio degli ebrei bulgari, la Speaker Karayancheva ha detto di essere felice che ci siano così tanti giovani presenti, "il che dimostra che la tolleranza e l'umanità sono qualità che continuiamo ad educare nei nostri figli".

 

Karayancheva ha detto che il 10 marzo è stato un giorno per rendere omaggio alle vittime, ma anche per chiarire che "condanniamo l'antisemitismo, il razzismo, il conflitto sulle credenze etniche e religiose.

 

 

Il Presidente del WJC Lauder ha fatto riferimento anche alla marcia di Lukov,svolta poche settimane prima in onore del generale nazista, dichiarando che 81 anni fa, quando la Kristallnacht vide la distruzione delle sinagoghe in Germania e in Austria, il mondo non disse nulla. Quando i nazisti hanno iniziato a mettere in atto il loro piano per assassinare milioni di persone, il mondo non disse nulla.

 

"E più tardi da Parigi a Praga, da Bucarest alla Croazia, quando gli ebrei furono radunati, il mondo non disse nulla."

 

Lauder ha aggiunto : "Ma oggi, qui a Sofia, abbiamo inviato un messaggio chiaro a tutti i partecipanti alla Marcia di Lukov. Abbiamo detto no ai moderni nazisti, all'odio, alla divisione. "

 

"Hanno agito come persone decenti, buone e nobili", ha detto, indicando l'eredità dei bulgari che 76 anni prima si erano opposti ai nazisti.

 

"Oh, come vorrei che ogni nazione in Europa avesse il coraggio morale dei bulgari", ha detto Lauder.

 

Ogni discorso indicava anche che mentre gli ebrei bulgari erano stati salvati, 11 343 ebrei delle "nuove terre" nei paesi vicini che all'epoca erano sotto l'amministrazione bulgara furono deportati, tutti tranne una manciata assassinata nel campo di sterminio nazista di Treblinka  pochi giorni dopo  il loro arrivo

 

 

 

L'ambasciatore israeliano Irit Lilian ha anche indicato le manifestazioni odierne di antisemitismo.

 

Il professore associato Alexander Oscar, presidente dell'Organizzazione degli ebrei in Bulgaria "Shalom", ha dichiarato: "Il retaggio di onore, dignità, coraggio e sì, la lotta diretta contro l'antisemitismo, non è solo una questione storica. Non deve mai essere. Oggi la lotta contro l'antisemitismo, contro tutte le forme di discriminazione, è immediata e importante. Il pericolo è chiaro e presente, sulle nostre strade, su tutte le strade d'Europa e in tutto il mondo.

 

"Una delle lezioni chiave del salvataggio degli ebrei bulgari, 76 anni fa, non può essere sottolineata troppo spesso. Il fatto stesso che sia successo dimostra che la vittoria può essere raggiunta nella lotta contro le azioni e il linguaggio dell'odio, prova che il valore della reciproca accettazione nella società può trionfare - con abbastanza sforzo ".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

17E6FE85-0862-42A7-A9B8-17B05230C093
Foto del giorno Bulgaria 

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Sindrome orientale: il commento di Mario Sechi

News image

Il governo tra Cinque Stelle e Lega è al momento l'unico p...

Dal mondo