oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

C087E336-3E03-4520-91F6-9A0381AA8054

[In una conferenza a Bratislava, il viceministro degli esteri bulgaro Yuri Sterk ha espresso preoccupazione per il crescente affermarsi del populismo in Europa che sta creando un terreno favorevole per lo sviluppo di fenomeni come l'antisemitismo.

 

Sterk ha sottolineato la politica attiva della Bulgaria al fine di contrastare ogni intolleranza e odio razziale, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri rilasciata alla fine della conferenza di due giorni del 6 febbraio.

 

La conferenza è stata organizzata dalla Presidenza slovacca dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e dall'Ufficio dell'Organizzazione per le istituzioni democratiche e i diritti umani (ODIHR). La resistenza all'antisemitismo fa parte del lavoro dell'OSCE sulla dimensione umana della sicurezza, afferma la dichiarazione.

 

Gli aspetti principali delle discussioni erano di rafforzare la sicurezza delle comunità ebraiche, investire in iniziative educative per aiutare a prevenire l'antisemitismo e mantenere viva la memoria dell'Olocausto e il ruolo dei media in questi processi. Sono stati ricercati nuovi approcci per risolvere il vecchio e inesistente fenomeno dell'odio razziale.

 

Sterk ha illustrato le iniziative adottate dalla Bulgaria durante la sua presidenza del Consiglio dell'UE nel 2018 per combattere l'antisemitismo e il futuro impegno del paese in materia.

 

Ha visto questo riconoscimento all'ammissione della Bulgaria come membro a pieno titolo dell'Alleanza internazionale per la memoria dell'Olocausto (IRA).

 

Nel corso della conferenza, i paesi partecipanti hanno convenuto che le manifestazioni di discriminazione e intolleranza che provocano crimini di odio mettono in pericolo non solo gli individui ma alimentano anche il potenziale di violenza diffusa che può diventare una minaccia per la sicurezza internazionale.

 

Sterk ha tenuto un incontro separato con il CEO del World Jewish Congress, Robert Singer.

 

Ha personalmente ringraziato Singer e il WJC per aver sostenuto l'adesione della Bulgaria all'IHRA nel novembre 2018.

 

L'incontro ha confermato la volontà di lavorare insieme contro l'antisemitismo e l'intolleranza e di diffondere le lezioni del passato tra la generazione in crescita, per superare la possibilità di ripetere la tragedia dell'Olocausto, ha detto la dichiarazione del ministero degli Esteri bulgaro.

 

In questo, l'esempio del salvataggio degli ebrei bulgari dai campi di sterminio dell'Olocausto ha avuto un posto speciale, come prova evidente che il valore è possibile anche nei giorni più bui della storia, ha detto Sterk.

 

L'incontro ha anche confermato la disponibilità della Bulgaria a mettere a punto un piano d'azione nazionale sulla base del memorandum di cooperazione firmato nel 2018 tra il governo, l'Organizzazione degli ebrei bulgari "Shalom" e il WJC, ha affermato la dichiarazione del ministero degli Esteri.                                                                     Fonte:Sofiaglobe 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

SIGNORAGGIO, "DIVORZIO" E DEBITO PUBBLICO

News image

di Thomas FaziSta facendo molto discutere il servizio di&n...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

L'europa nella tormenta.Governi in crisi e piazze in fiamme

News image

L’immagine che arriva in queste settimane dai diversi ango...

Dal mondo