oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

680C6D59-8EC5-4448-BEF9-D024212FC7FC

Il presidente della Bulgaria Roumen Radev afferma che il suo paese dovrebbe astenersi dal sostenere la proposta  dell'Unione europea che riconosce Juan Guaidó come presidente ad interim del Venezuela.

 

Radev, capo dello stato per gli ultimi due anni dopo la sua elezione  sostenuta dall'opposizione e dal partito socialista bulgaro pro-Mosca, ha affermato che esiste un rischio reale di escalation e violenza in Venezuela, ed è  fondamentale mantenere il dialogo tra governo e opposizione.

 

La crisi politica potrebbe essere risolta solo organizzando elezioni trasparenti secondo la costituzione del paese e con l'osservazione internazionale, ha detto Radev.

 

Secondo Radev, la proposta di una posizione europea comune non porterebbe a tale soluzione.

 

La dichiarazione di Radev è arrivata dopo una mossa coordinata per riconoscere Guaidó dagli Stati membri dell'UE: Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Portogallo, Svezia, Danimarca, Austria, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Lettonia, Lituania, Finlandia e Lussemburgo. Mentre l'Italia ha ostacolato una posizione unitaria dell'UE sulla questione del Venezuela.

 

I riconoscimenti del 4 febbraio arrivarono dopo la fine dell'ultimatum di otto giorni per Maduro che chiamava ad una nuova elezione.

 

Maduro, che è entrato in carica nel 2013 dopo la morte di Hugo Chavez, è stato condannato per presunti abusi dei diritti umani e per la sua gestione dell'economia, ha detto la BBC.

 

Maduro ha invitato il leader dell'opposizione e il presidente ad interim auto-dichiarato Guaidó a sedersi con lui e fare una "conversazione faccia a faccia", ha riportato  Voice of America.

 

A partire dalla sera del 4 febbraio, non vi erano state dichiarazioni né del Gabinetto della Bulgaria né del ministero degli Esteri del Paese sulla questione del Venezuela.

 

La decisione di Guaidó di dichiararsi presidente ad interim del Venezuela ha il sostegno dell'amministrazione Trump a Washington DC e, oltre che in Europa, in altri paesi come l'Australia.

 

La Russia ha attaccato le dichiarazioni del 4 febbraio, accusando i paesi dell'UE di interferire negli affari del Venezuela e tentare di "legittimare il potere usurpato", ha riferito la BBC.

 

"La politica non è un gioco da bambini", ha detto Maduro durante un'intervista allo show televisivo spagnolo Salvados.

 

L'intervista è stata registrata la scorsa settimana e trasmessa domenica.

 

A un certo punto, l'intervistatore, Jordi Evole, prese il telefono e chiamò Guaidó e Maduro disse che avrebbe parlato con lui subito dopo. Ma la chiamata è andata a finire ad una casella vocale piena e senza messaggi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno

61949899_2332104777079258_5562669117237886976_o
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

L’India guarda al futuro dopo la vittoria elettorale di Narendra Modi

News image

Dopo la vittoria riportata alle elezioni generali che gli ...

Dal mondo