oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

methode2Ftimes2Fprod2Fweb2Fbin2F3df474ee-ba35-11e7-b7b5-90f864fcf112

Le proteste si svolgeranno a Sofia e in altre cinque città bulgare il 22 ottobre, chiedendo le dimissioni di Valeri Simeonov come vice primo ministro per i suoi commenti fuori luogo sulle madri di bambini con disabilità.

Simeonov, un co-leader del partner di minoranza governativo degli United Patriots, ha innescato le polemiche quando ha descritto i manifestanti come "donne squilibrate con bambini presumibilmente malati" e li ha accusati di usare i loro bambini per speculazioni.

A Sofia, la protesta, organizzata dal gruppo "Il sistema ci sta uccidendo", si terrà all'esterno dell'edificio del Gabinetto alle 12.30.

Non che le intenzioni dichiarate su Facebook si trasformino in realtà - di solito no - ma nel tardo pomeriggio del 21 ottobre, un totale di 5400 persone si sono dichiarate "in cammino" e 23.000 come "interessate".

Se questo dovesse diventare realtà, sarebbe tra le più grandi proteste da quando il terzo governo di Boiko Borissov è entrato in carica nel maggio 2017.

Le altre proteste previste per il 22 ottobre sono a Plovdiv, fuori dalla sede municipale alle 18:00, a Varna, alle 18:00 di fronte al comune, a Vratsa, alle 11.30 nell'Atlantic Garden, a Stara Zagora alle 18:00 di fronte al al comune, a Silistra alle 12.30 di fronte al comune, mentre a Pleven, gli organizzatori hanno invitato le persone a unirsi alla protesta a Sofia e hanno detto che hanno pianificato di organizzare una protesta il 23 ottobre alle 18.30.

È prevista anche una protesta fuori dall'ambasciata bulgara a Londra il 23 ottobre alle 19:00.

Gli organizzatori della protesta a Sofia hanno detto che le proteste continueranno fino a quando Simeonov non si dimetterà. Hanno invitato i partecipanti a indossare vestiti caldi e portare cibo.

Il 20 ottobre, in una lettera aperta al primo ministro Borissov e a Simeonov, la rete nazionale delle organizzazioni a difesa dei bambini ha chiesto le dimissioni immediate di Simeonov.

La rete, che coinvolge quasi 150 organizzazioni, afferma che la "scandalosa dichiarazione" di Simeonov non solo era estremamente inappropriata in una situazione in cui da mesi si cercava una soluzione per i bambini e i genitori "con la vita più difficile nel nostro paese" ma inoltre era inaccettabile che fosse pronunciata da qualcuno che riveste una carica di governo destinato a servire il pubblico.

La rete ha detto che stava sospendendo il suo impegno con il governo mentre Simeonov rimaneva in carica.

Una petizione online era stata lanciata chiedendo le dimissioni di Simeonov, citando il suo "discorso brutto". Nel tardo pomeriggio del 21 ottobre, aveva quasi 4900 firme.

Il 19 ottobre, Simeonov ha risposto alla polemica come "un'altra campagna politica" contro di lui. Ha detto che i suoi commenti (che sono stati fatti su un canale televisivo che possiede, Skat, strettamente allineato al suo partito nazionale nazionalista per la salvezza della Bulgaria, NFSB, partito) sono stati "presi fuori dal contesto".

Ha ribadito il suo punto di vista secondo cui i bambini con disabilità venivano usati per speculazione politica, anche dopo che il governo aveva approvato la legislazione sugli emendamenti e "rispondeva a tutte le richieste delle madri".

"So che la verità fa male, ma non rinuncio alle mie parole", ha detto Simeonov.

Il giorno seguente, il 20 ottobre, il partito di Simeonov ha rilasciato una dichiarazione in cui dichiarava di condannare fermamente la manipolazione delle sue parole "e l'uso di bambini con disabilità per scopi politici, ovvero la destabilizzazione del governo".

La NFSB ha affermato che la finta campagna mediatica, la presa di parole fuori dal contesto e l'approccio spudorato dell'opposizione da parte del Partito socialista bulgaro, è una disgrazia per la vita politica in Bulgaria.

Il partito ha detto che Simeonov non aveva messo in discussione lo stato di salute dei bambini indubbiamente malati, ma usando la parola "presumibilmente" stava esprimendo risentimento per le "inaccettabili aspirazioni di alcune madri e leader dei partiti di opposizione di usare la disgrazia di questi bambini per scopi commerciali e politici ".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

Mantenere la parola data è un valore democratico

News image

Mantenere la parola data è un principio morale elementare....

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo