oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

3324118B-21CF-44B1-9D8C-139E183B168D

Per anni, Google ha offerto agli utenti di Chrome la possibilità di navigare sul Web senza effettuare l’accesso.

Tuttavia, un esperto di sicurezza ha scritto che Google ha silenziosamente modificato i requisiti in modo che quando gli utenti accedono a un servizio Google, come Gmail, Chrome faccia entrare automaticamente il browser nel loro account senza consenso.

Google ha nascosto i nuovi requisiti di accesso nell’ultimo aggiornamento di Chrome senza avvisare gli utenti, ha detto Matthew Green, esperto di crittografia e professore alla Johns Hopkins University, in un blog post di domenica 23 settembre.

Il blog post, intitolato “Perché ho chiuso con Chrome”, ha iniziato a generare dibattito sui social e sembra anche aver spinto i manager di Chrome a controllare i danni.

Effettuando il login, gli utenti di Chrome potrebbero inviare involontariamente i loro dati del browser a Google, secondo Green. Ha rivelato di aver contattato i manager di Chrome e gli hanno detto che il solo accesso a Chrome non significava che le informazioni di navigazione dell’utente sarebbero state inviate a Google. Gli utenti avrebbero comunque avuto bisogno di attivare la “funzione di sincronizzazione” prima che si verificasse un trasferimento di dati.

Ed è qui che Green, che ha anche detto di aver smesso di usare Chrome, ha riservato alcune delle sue critiche più aspre verso Google. Ha definito la pagina di consenso di Chrome un dark pattern, “modello oscuro”, termine comune che si riferisce a un’interfaccia utenteprogettata per ingannare o indurre in errore le persone.

“Ora che sono costretto ad accedere a Chrome,” ha scritto Green, “mi trovo di fronte a un nuovo menu (di consenso alla sincronizzazione) che non ho mai visto prima.”

Ha suggerito che questo potrebbe indurre gli utenti ad accettare erroneamente. Ha aggiunto che prima della recente modifica di accesso, un utente doveva digitare le proprie credenziali per accedere e quindi consentire la sincronizzazione. Ora, agli utenti basta solo un singolo, anche accidentale, clic per consegnare la propria cronologia di navigazione a Google.

Google ha indirizzato Business Insider a una serie di post su Twitter di Adrienne Porter Felt, ingegnere e manager di Chrome.

In un tweet, ha confermato che Google ha cambiato le procedure di accesso. Ha sottolineato che sebbene qualcuno sia connesso a Chrome, deve comunque consentire prima a una sincronizzazione affinché i suoi dati vengano trasferiti a Google.

Green ha detto che è “pazzesco” che Google sostenga che gli utenti sono al sicuro grazie alla pagina di consenso alla sincronizzazione.

Green ha scritto: “Se non hai rispettato la mia mancanza di consenso sulla più ampia opzione di privacy per utenti di Chrome, (e non mi hai neanche informato che avevi smesso di rispettarla!) perché dovrei fidarmi di qualsiasi altra opzione di consenso che tu mi dai?”.

Fonte:businessinsider

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

CBE2C9A1-B836-4E6A-9FDF-F3D9E4C41937

Autore Paolo Palomba Sofia 

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

India, fra Russia e Stati Uniti un equilibrio sottile

News image

Si è concluso a Nuova Delhi il vertice bilaterale fra il p...

Dal mondo