oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_190146

Il presidente bulgaro ha criticato una visita programmata dei funzionari della difesa a Washington proprio mentre il paese cerca offerte per fornire aerei da guerra dagli Stati Uniti e da molti altri paesi.

 

Il ministero della Difesa ha detto che una delegazione guidata dal vice ministro Atanas Zapryanov visiterà gli Stati Uniti la settimana prossima, dopo un invito dell'ambasciata statunitense a Sofia.

 

Ma il presidente Rumen Radev, ex comandante delle forze aeree, ha detto oggi che la visita potrebbe mettere alcuni dei possibili offerenti in una posizione meno favorevole.

 

"Nei paesi dove c'è parità di trattamento, non si tengono riunioni, visite o colloqui dal momento dell'invio degli inviti per le offerte per la fornitura di aeromobili fino alla loro presentazione", ha detto Radev.

 

Lo scorso mese, lo stato del Mar Nero, entrato a far parte della NATO nel 2004, ha inviato una richiesta di proposte (Portogallo, Israele, Italia, Germania, Francia e Svezia) a 16 caccia da combattimento nuovi o usati per sostituire i vecchi MiG-29 di epoca sovietica .

 

La questione di quali aerei da guerra comprare ha vessato i successivi governi in Bulgaria per più di un decennio. Ma la NATO sta incoraggiando i suoi membri orientali a sviluppare, acquistare e gestire nuove attrezzature.

 

"L'unico incontro accettabile è una conferenza in cui tutti i partecipanti potrebbero ricevere informazioni", ha detto Radev, eletto nel novembre 2016 con il sostegno dei socialisti dell'opposizione.

 

Radev ha detto che la visita negli Stati Uniti è stata una decisione del ministero della Difesa che non è stata coordinata con lui. Il presidente della Bulgaria è anche il comandante principale dell'esercito del paese.

 

Il ministero della Difesa non è stato immediatamente disponibile per un commento.

 

A giugno il parlamento bulgaro ha approvato un piano per acquistare i jet in due fasi uguali. Circa 1,8 miliardi di lev (£ 0,78 miliardi) copriranno i primi otto velivoli, oltre a assistenza a terra, formazione a squadre e tre anni di supporto logistico iniziale.

 

Tra le possibili opzioni vi sono il Super Hornet di Boeing F / A-18, il Gripen di Saab, il Rafale di Dassault e l'F-16 di Lockheed Martin o l'Eurofighter. Sofia chiede ai produttori di fare offerte entro l'1 ottobre.

Autore:Angel Krasimirov

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

126065639_2781594628796935_5342807069289340451_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'