oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Bulgarian-Navy-Black-Sea-exercise-2018-photo-defence-ministry-crop-604x272

Il governo bulgaro proporrà all'Assemblea nazionale l'adozione di una versione aggiornata di un progetto per l'acquisizione di due navi di pattuglia per la marina, secondo una dichiarazione del governo il 27 giugno.
La proposta aggiorna il progetto approvato da una precedente assemblea nazionale nel giugno 2016.
La dichiarazione afferma che la nuova versione tiene conto delle modifiche alla legge sull'imposta sul valore aggiunto della Bulgaria entrata in vigore il 1 ° gennaio 2017.
Tra le principali modifiche al progetto di investimento è che il valore massimo stimato del progetto è di 984 milioni di leva (circa 492 milioni di euro) con IVA. Si tratta di 164 milioni di leva in più rispetto al progetto approvato dal Parlamento nel 2016, con la differenza stanziata per il pagamento nel 2025 e nel 2026.
Sono state aggiunte due nuove opzioni di acquisizione. Uno riguarda l'acquisto di un nuovo prodotto, modificato per le esigenze della Marina bulgara, o la produzione su licenza, l'altro una combinazione di sviluppo di un nuovo prodotto e modifica di uno esistente, afferma la nota.
Si prevede che le navi da pattugliamento polivalenti saranno equipaggiate con armamenti di base e le navi avranno anche la licenza, come opzioni, di armamenti aggiuntivi e di oggetti di bordo.
Il progetto prevede la consegna alla Marina bulgara di due navi da pattugliamento polifunzionali modulari, e di altri oggetti tra cui la formazione di equipaggi per le due navi e il supporto logistico integrato per oltre tre anni.
Con l'approvazione del Parlamento, il governo bulgaro ha avviato in precedenza altri due progetti di modernizzazione militare, un riavvio del processo per acquisire aerei da combattimento e l'acquisizione di 150 veicoli da combattimento di fanteria.
Il progetto delle navi in ​​modo efficace è anche un riavvio. Varna's Delfin, l'unico offerente per la fornitura delle navi, ha ritirato la sua offerta alla fine del 2017. Il ministero della Difesa aveva richiesto offerte da altre sei società, di cui quattro rifiutate di presentare una proposta e due non hanno risposto affatto.
A quanto pare, Delfin ha ritirato la sua offerta a causa del pagamento ridotto dovuto alla modifica della legge sull'IVA. In ogni caso, c'era scetticismo sulla fattibilità del processo dato che la somma prevista era stata relativamente bassa. Se il Parlamento dovesse approvare la proposta di Gabinetto, tale fattore cambierebbe, con l'allocazione possibile che salirà a quasi un miliardo di leva.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

BULGARIA_550x347_

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

IL G20 DEI MINISTRI DEL COMMERCIO ESTERO IN ARGENTINA: RIFORMARE IL WTO

News image

  I ministri del commercio dei Paesi del G20 si sono...

Dal mondo