oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

photo_verybig_190190

                                                      Fonte foto Twitter

Con 111 milioni di BGN saranno finanziati i residenti di 21 città in Bulgaria in modo che possano sostituire stufe e stufe su combustibili solidi con uno più ecologico - condizionatori d'aria, gas, pellet, fotovoltaico, ecc., Riporta Mediapool.Lo ha annunciato il ministro dell'Ecologia Neno Dimov, che ha riferito l'attuazione del programma operativo "Ambiente" (OPE). Il finanziamento di misure per migliorare la qualità dell'aria atmosferica verrà precisamente dai fondi dell'OPE. Il progetto ha ricevuto il via libera dal monitoraggio del programma della commissione e dal sostegno della CE, ha affermato Dimov.I beneficiari saranno i comuni e la prima opportunità di candidature sarà aperta a metà dell'estate, ha detto Dimov.Il problema è che delle 21 città dove c'è inquinamento atmosferico con polveri sottili al di sopra della norma, solo sette hanno programmi municipali che agiscono per la qualità dell'aria atmosferica. Questi sono Sofia, Montana, Vidin, Smolyan, Dimitrovgrad, Burgas e Blagoevgrad, ha annunciato Valeria Kalcheva, capo dell'autorità di gestione dell'OPE.Per questo motivo, è previsto che il secondo invito sia aperto all'inizio del 2019 e che a quel punto dovrebbero essere gli altri comuni
hanno accettato i loro programmi e li hanno implementati.L'obiettivo del progetto è ottenere risultati sostenibili per migliorare la qualità dell'aria e ridurre l'inquinamento della qualità dell'aria, ha affermato Neno Dimov.È arrivato a quello dopo che la Bulgaria è stata condannata dalla Commissione europea per l'inquinamento atmosferico regolare, che sta avvelenando la popolazione. Riscaldamento domestico con carbone e legno, che è il più utilizzato perché è il più economico, e il trasporto sono i principali inquinanti. La Bulgaria sta attualmente cercando di dimostrare a Bruxelles che sta adottando misure per migliorare la situazione al fine di non essere condannato a pagare multe e sanzioni.Eco-riscaldamento con fondi UELo schema di eco-finanziamento con fondi UE prevede che i comuni possano presentare domanda per un progetto in OPE. Una condizione obbligatoria è avere
programma operativo per la qualità dell'aria atmosferica.Il MoEW dà piena libertà alle autorità locali per determinare quali misure saranno finanziate per risolvere il problema dell'aria sporca. La ragione - non ci può essere un approccio comune perché a Sofia e Varna gli inquinatori sono uno, mentre a Smolyan e Dimitrovgrad per esempio altri, ha sottolineato Neno Dimov. Ha specificato che i comuni dovrebbero offrire soluzioni dopo una discussione pubblica con la popolazione locale.Tra le misure ammissibili potrebbe essere la costruzione di un impianto per il collegamento di un condominio al teleriscaldamento se ce n'è uno. Saranno inoltre forniti finanziamenti per la trasmissione del gas in caso di fornitura di gas domestico, ha spiegato Valeria Kalcheva.Idonei al sostegno possono essere misure come la sostituzione di stufe a carbone e legna con riscaldamento a pellet o la sostituzione con condizionatori d'aria che soddisfano una classe energetica elevata, ha sottolineato Kalcheva.Quello che il MOEW vedrà per approvare i progetti municipali è il raggiungimento dei risultati - una riduzione duratura dell'inquinamento con particelle fini, ha sottolineato Neno Dimov.Elevate eco-tasse per le vecchie autoUn'altra misura presa dal governo bulgaro nel tentativo di convincere Bruxelles che sta lavorando a una soluzione duratura al problema dell'aria sporca è l'introduzione delle eco-tasse per i camion TIR e gli autobus che non pagano tali al momento, Neno Dimov ha detto.
Le tariffe saranno differenziate in base all'età dei veguckes oltre le 12 tonnellate e agli standard che soddisfano, ha aggiunto.Inoltre, il ministero propone anche che non ci dovrebbe essere nessuna eco-tassa per i veicoli elettrici, tuttavia per i veicoli leggeri di età superiore ai 5 anni ci sarebbe un aumento delle tasse, ha detto Dimov.Attualmente il documento normativo è coordinato tra i diversi ministeri e dovrebbe essere rilasciato al pubblico
discussione fino alla fine del mese. L'obiettivo è introdurre i nuovi ecotasse per le auto prima dell'incontro a Bruxelles del 12 giugno,
dove saranno presentati i progressi della Bulgaria nella sua battaglia con l'aria sporca, è diventato chiaro dalle parole del ministro dell'Ecologia.Lavare le strade rimane un'iniziativa insoddisfattaUna delle misure che la Bulgaria aveva preso alla CE per affrontare la polverizzazione nelle grandi città era il lavaggio regolare delle strade. Per ora, tuttavia, è solo un'idea positiva che non viene rispettata dalle autorità locali, e il MoEW, che dovrebbe controllare questa attività, non è così, è diventato chiaro dalle spiegazioni di Neno Dimov.Il ministro dell'Ecologia non ha potuto dire come il governo locale adempia a questo impegno e se ci siano sanzioni per il comune per il loro fallimento.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Debito pubblico americano e il mito dell'arma cinese

News image

L’idea che la Cina possa utilizzare le quote di debito pub...

Dal mondo