oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Nikolay-Diulgheroff-crop-604x272

 

Una mostra dal titolo "'Futurismo italiano e arte moderna in Bulgaria. L'esempio di Nikolay Diulgheroff "si apre al Museo dell'Arte Contemporanea di Sofia Arsenal il 3 aprile e prosegue fino al 3 maggio 2018.

 

Il futurismo italiano in Bulgaria, innescato dall'interesse e dall'entusiasmo tra le due guerre mondiali, è intrecciato con altri fenomeni artistici, ha detto la galleria.

 

"La mostra propone diverse pratiche artistiche che sono rilevanti per il futurismo in Italia. Riproduzioni di opere d'arte, fotografie e documenti rivelano collegamenti bulgari con le reti d'avanguardia, dove il futurismo occupa un posto importante. "

 

Diulgheroff era un artista, designer e architetto bulgaro attivo in Italia come rappresentante di spicco del futurismo italiano tra le due guerre.

 

È nato a Kyustendil. Nel 1920 e 1921, ha studiato presso l'Università di Arti Applicate di Vienna, in Austria. L'anno seguente studiò a Dresda, in Germania, e nel 1923 si iscrisse al Bauhaus originale a Weimar, dove era vicino all'espressionista svizzero Johannes Itten. Mentre era studente in Germania, Diulgheroff espose la sua arte a Berlino e Dresda. Nel 1924, tenne una mostra a Sofia.

 

Nel 1926, Diulgheroff si stabilì a Torino, in Italia, per studiare architettura all'Accademia Albertina, diplomandosi nel 1932. Portando con sé una cultura tipicamente centro-europea costruttivista, fu presentato a molti degli eminenti futuristi italiani, come Fillia, e adottò quello stile.

 

Diulgheroff creò le sue opere più notevoli negli anni '20 e '30. Alcune delle sue opere sono esposte nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma. Contribuì ai pasti futuristi formulati in Filippo Tommaso Marinetti e nel Manifesto di cucina futurista di Fillia del 1930: il piatto pollofiat era la sua idea e co-progettò l'interno della Taverna Santopalato, la prima struttura per la cucina futurista

 

Ha creato poster per Cinzano e Amaro Cora e pubblicità per Campari. Diulgheroff fece parte di importanti mostre futuriste negli anni '20 e '30, come quelle di Torino, Lipsia, Parigi, Firenze, Barcellona, ​​Mantova e Venezia.

 

Diulgheroff morì a Torino, città dove trascorse 56 anni, nel 1982. Diulgheroff rimase attivo come artista quasi fino alla morte. È cittadino onorario di Torino, e lo storico dell'arte Enrico Crispolti lo considera il più grande di tutti gli artisti tra le due guerre, secondo la voce di Wikipedia su Diulgheroff.

 

La galleria è in Cherni Vruh Boulevard a Sofia.

Fonte:SofiaGlobe.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

sofia_16

Bulgaria foto di Jean Marc

Dai nostri lettori

L’IPOCRISIA DEL CAPITALISMO LIBERALE MODERNO

News image

Il Capitalismo liberale moderno genera povertà, acuisce il divario sociale e sostituisce con la logica del p... Leggi tutto

Ultime notizie

Interviste e commenti

Intervista a Simone Cossu-a Sofia una nuova vita

News image

  Prima d'ora ci siamo incontrati soltanto una volta...

Interviste e commenti

Dal mondo

CINA E INDIA TORNANO A PARLARSI: IL FUTURO DELL’ASIA PASSA DA QUI

News image

Il primo ministro indiano Narendra Modie il president...

Dal mondo