oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Nikolay-Diulgheroff-crop-604x272

 

Una mostra dal titolo "'Futurismo italiano e arte moderna in Bulgaria. L'esempio di Nikolay Diulgheroff "si apre al Museo dell'Arte Contemporanea di Sofia Arsenal il 3 aprile e prosegue fino al 3 maggio 2018.

 

Il futurismo italiano in Bulgaria, innescato dall'interesse e dall'entusiasmo tra le due guerre mondiali, è intrecciato con altri fenomeni artistici, ha detto la galleria.

 

"La mostra propone diverse pratiche artistiche che sono rilevanti per il futurismo in Italia. Riproduzioni di opere d'arte, fotografie e documenti rivelano collegamenti bulgari con le reti d'avanguardia, dove il futurismo occupa un posto importante. "

 

Diulgheroff era un artista, designer e architetto bulgaro attivo in Italia come rappresentante di spicco del futurismo italiano tra le due guerre.

 

È nato a Kyustendil. Nel 1920 e 1921, ha studiato presso l'Università di Arti Applicate di Vienna, in Austria. L'anno seguente studiò a Dresda, in Germania, e nel 1923 si iscrisse al Bauhaus originale a Weimar, dove era vicino all'espressionista svizzero Johannes Itten. Mentre era studente in Germania, Diulgheroff espose la sua arte a Berlino e Dresda. Nel 1924, tenne una mostra a Sofia.

 

Nel 1926, Diulgheroff si stabilì a Torino, in Italia, per studiare architettura all'Accademia Albertina, diplomandosi nel 1932. Portando con sé una cultura tipicamente centro-europea costruttivista, fu presentato a molti degli eminenti futuristi italiani, come Fillia, e adottò quello stile.

 

Diulgheroff creò le sue opere più notevoli negli anni '20 e '30. Alcune delle sue opere sono esposte nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma. Contribuì ai pasti futuristi formulati in Filippo Tommaso Marinetti e nel Manifesto di cucina futurista di Fillia del 1930: il piatto pollofiat era la sua idea e co-progettò l'interno della Taverna Santopalato, la prima struttura per la cucina futurista

 

Ha creato poster per Cinzano e Amaro Cora e pubblicità per Campari. Diulgheroff fece parte di importanti mostre futuriste negli anni '20 e '30, come quelle di Torino, Lipsia, Parigi, Firenze, Barcellona, ​​Mantova e Venezia.

 

Diulgheroff morì a Torino, città dove trascorse 56 anni, nel 1982. Diulgheroff rimase attivo come artista quasi fino alla morte. È cittadino onorario di Torino, e lo storico dell'arte Enrico Crispolti lo considera il più grande di tutti gli artisti tra le due guerre, secondo la voce di Wikipedia su Diulgheroff.

 

La galleria è in Cherni Vruh Boulevard a Sofia.

Fonte:SofiaGlobe.com

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

CBBA1DFA-84AE-43B8-9A7F-04842E8C54C4
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Mantenere la parola data è un valore democratico

News image

Mantenere la parola data è un principio morale elementare....

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo

Duplice attacco al cuore della produzione mondiale di petrolio in Arabia Saudita

News image

In Arabia Saudita nella giornata di sabato c’è stato un du...

Dal mondo