oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

2-Euxinograd-604x272

 

L'incontro dei leader turchi e dell'Unione europea, previsto per il 26 marzo nella città bulgara del Mar Nero, a Varna, andrà avanti, dopo che una riunione del Consiglio europeo non ha dissipato l'idea.

 

Il primo ministro bulgaro Boiko Borissov, intervenendo il 23 marzo dopo che la riunione di Bruxelles dei leader dell'UE ha dichiarato una forte condanna delle recenti azioni turche nel Mediterraneo orientale e nell'Egeo, ha affermato che il vertice del 26 marzo si prospetta un "incontro molto duro".

 

L'incontro dei leader UE-Turchia a Varna, il 26 marzo, riunirà Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, Borissov, e Recep Tayyip Erdoğan, presidente della Turchia.

 

"Questa cena di lavoro sarà un'opportunità per valutare gli interessi dei recenti interessi in Turchia, anche nell'area dello stato di diritto e delle libertà fondamentali", secondo un precedente Consiglio europeo.

 

Avanti le relazioni UE-Turchia, sulla base del rispetto reciproco e degli interessi comuni. "

 

Borissov, che ospiterà l'incontro al Palazzo Euxinograd di Varna, ha dichiarato di essere drasticamente peggiorato.

 

Borisov ha detto che ospitare l'incontro sarebbe una grande responsabilità per la Bulgaria, una dimostrazione di fiducia, ma allo stesso tempo.

 

Ha detto che dovrebbe continuare a far parte di questo gruppo di persone a Varna.

 

Borissov ha detto che i cittadini bulgari dovrebbero essere consapevoli del dialogo con la Turchia.

 

Donald Tusk ha detto in febbraio che il Consiglio europeo di marzo avrebbe deciso se le condizioni fossero o meno per questo.

 

Il 22 marzo, Borissov ha dichiarato che l'incontro di Varna potrebbe essere una delle ultime opportunità per mantenere il dialogo.

 

È proseguito l'accordo di migrazione UE-Turchia. Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan sui soldati greci detenuti in Turchia.

 

La riunione del Consiglio europeo ha condannato fermamente le continue azioni illegali della Turchia nel Mediterraneo orientale e nel Mar Egeo e sottolinea la sua piena solidarietà con Cipro e la Grecia.

 

Il Consiglio europeo invita con urgenza la Turchia a porre fine a tali azioni ea rispettare i diritti sovrani di Cipro di esplorare e sfruttare le sue risorse naturali conformemente al diritto dell'UE e internazionale. "

 

Il Consiglio europeo ha preso atto dell'obbligo della Turchia di rispettare il diritto internazionale e le relazioni di buon vicinato e di normalizzare le relazioni con gli Stati membri dell'UE, compresa la Repubblica di Cipro.

 

Il Consiglio europeo ha espresso seria preoccupazione per la detenzione prolungata di cittadini dell'UE in Turchia, tra cui due soldati greci, e chiede una rapida e positiva soluzione di tali questioni.

 

Il Consiglio europeo ha affermato che sarebbe "rimasto sequestrato" su tali questioni.

Fonte: Sofia Globe

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo