oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

Europa-Bandiera-Europea-450x300

Il secondo mondo ad Ankara. Stava parlando a Mosca, a Kiev o nei Balcani, sullo stato delle cose nel continente europeo.

 

L'unico posto in cui non avrei potuto sentire questo è Bruxelles. Ti senti impreparato a vivere in un mondo in cui la geopolitica è tornata, in cui i governi, così come gran parte del popolo , sono ossessionati dai confini e dai territori,.

 

i Balcani, dove la capacità dell'UE di pensare e agire come attore geopolitico viene messa a dura prova. All'inizio di questo mese, l'UE ha presentato la sua nuova strategia per i Balcani occidentali. Il suo scopo è incoraggiare la riforma in Serbia, Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Macedonia e Albania, rinnovando la prospettiva dell'adesione. Che le istituzioni di Bruxelles, che sono nel mezzo di un'espansione populista che colpisce la maggior parte dei paesi dell'UE, ora sembrano essere il coraggio di rimanere che le promesse di adesione non sono un piccolo miracolo.

 

Una battuta sui Balcani cattura al meglio la mentalità di persone che sentono di aver aspettato troppo a lungo: quando si parla di adesione all'UE, la differenza tra pessimisti e ottimisti è che gli ottimisti credono che la Turchia si unirà alla presidenza albanese dell'UE, mentre i pessimisti ritengono che l'Albania si unirà durante la presidenza turca dell'UE. Significato: mai.

 

Bruxelles ha ragione a chiarire che lo status quo è insostenibile. Ma senza alcun seguito, l'annuncio rischia di produrre instabilità nella regione. Di che cosa dovrebbe occuparsi l'UE, in cui il governo sostiene le aspirazioni europee per l'allargamento (per le quali, leggi la Russia), piuttosto che i governi europei che si stanno mobilitando attorno al progetto.

 

Molti fattori hanno riportato in primo piano i Balcani, non ultima la recente crisi dei rifugiati, che ha profondamente scosso la regione. Ora c'è un crescente slancio per una maggiore integrazione, dopo un periodo in cui l'Unione europea doveva essere conosciuta come un'organizzazione che dava pochi soldi e con molti vincoli.

 

Una incoraggiante, se non notata, è stata la recente ratifica di un'amicizia tra Bulgaria e Macedonia, due paesi le cui relazioni sono state di lunga data, principalmente su questioni di minoranza. Hanno cercato di uscire dai guai della regione.

 

Deve essere consapevole dei momentanei cambiamenti geopolitici che hanno avuto luogo. Nel 2003, quando l'UE prometteva per la prima volta l'adesione, sembrava che non ci fossero dubbi sul fatto che il futuro della regione sarebbe stato europeo. La Russia guardava principalmente ai Balcani come un'area di transito. L'ambizione di Mosca era quindi di conservare un certo grado di influenza piuttosto che di competere con Bruxelles.

 

Quindici anni fa, la Turchia era entusiasta delle sue possibilità di adesione all'UE. È inquadrato nelle sue politiche nei Balcani e nel suo valore strategico per l'Europa. A quei tempi, nessuno parlava della Cina nei Balcani.

 

Oggi la competizione geopolitica è diffusa. La Cina è destinata a diventare l'investitore straniero numero uno in Serbia quest'anno. I piani per costruire una ferrovia ad alta velocità tra il porto greco del Pireo e Budapest, via Belgrado, sono l'immenso valore per la Cina che utilizza la sua rotta commerciale "una cintura, una strada" tra l'Asia e l'Europa. I cinesi sperano che i Balcani occidentali si integreranno nel mercato unico europeo, anche se la Cina non ha fretta perché i suoi progetti infrastrutturali rispettino le regole dell'UE.

 

Questo solleva molte domande. L'UE dovrebbe iniziare a spingere i paesi dei Balcani occidentali ad adottare le proprie norme in materia di appalti ora o in futuro? Cos'è l'UE? Anche l'approccio della Russia è cambiato. Bruxelles non ha bisogno di avere un budget per la Macedonia, ma per il suo valore simbolico.

 

E i responsabili politici europei dovrebbero essere consapevoli della lunga disputa tra Grecia e Macedonia (B) a maggio, che poi segnerà la doppia sconfitta: le ambizioni della Macedonia saranno state infrante e Bruxelles 'dovra' prendere sul serio la regione

 

La regione balcanica è il luogo in cui la Russia può lavorare per destabilizzare l'UE a un costo politico molto basso per se stessa, sia in termini di cassa che nel rischio di uno scontro con gli Stati Uniti. So che tocca alla diplomazia europea convincere Mosca

Articolo di Ivan Krastev

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Punti di vista

Perché sei povero?

News image

Ti sei chiesto mai perché sei solo? Link video:https://yo...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Prezzi del petrolio ed equilibri mondiali

News image

La guerra del prezzo del petrolio si sta surriscaldando. E...

Dal mondo