oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

mars.630x360

Il prof. Petar Getsov ha detto.

 

Secondo lui, i contributi dell'Istituto alla missione di colonizzazione di Marte sono ampi e comprendono lo sviluppo di dispositivi di protezione dalle radiazioni per i coloni. L'Istituto insieme alla Bulgarian Astronautics Society sono partner ufficiali della visita del capo del progetto Mars One Bas Lansdorp in programma per il 23 marzo a Sofia.

 

L'idea dell'organizzazione olandese Mars One è quella di colonizzare la prima colonia umana su Marte. Saranno eseguite diverse missioni, con la scadenza per l'invio di persone nel 2032. Dopo una lunga campagna, 100 volontari sono stati selezionati per essere pronti a far volare un biglietto di sola andata e iniziare un nuovo mondo. Di loro verranno selezionati i 24 finali, metà delle donne. Mars One sta guadagnando sempre più popolarità, specialmente dopo il successo del lancio da parte di Falcon Heavy della compagnia SpaceX di Elon Musk, ha spiegato il professor Getsov.

 

Secondo lui l'istituto, non semplicemente crede nel successo finanziario e nelle conquiste scientifiche di Mars One, ma è disposto a contribuire con le tecnologie bulgare. Ad esempio, da uno dei satelliti di Marte, un dispositivo bulgaro raccoglie già informazioni sulla radiazione del pianeta, un fattore importante per la futura colonia. Si prevede che nel 2020 un rover atterrerà sul pianeta, che sarà di nuovo equipaggiato con strumenti bulgari per questo studio.

 

"Questo è molto importante, perché se si scopre che la radiazione è troppo alta, sarà necessario proteggere i colonizzatori, il che significa un onere aggiuntivo per la navicella che li trasporterà lì", dice il Prof. Getsov. Secondo lui, il compito principale di Marte Uno è calcolare l'acqua e il cibo che devono essere portati su Marte in modo che la colonia possa sopravvivere, ma la nave non sarà troppo pesante. È qui che ci sono speranze per l'introduzione delle nostre tecnologie, dal momento che gli scienziati nativi sono pionieri nello sviluppo della serra cosmica.

 

"È un sistema di produzione alimentare basato sullo spazio in modo che la colonia possa essere indipendente dalle forniture di cibo dalla Terra." Ha già raggiunto un ciclo chiuso di produzione di cereali. Ora i nostri scienziati stanno lavorando alla serra di terza generazione, che ha LED più perfetti ed è completamente separata dall'equipaggio della nave o dell'insediamento della colonia.

 

"Finora, la serra era di tipo aperto, ma vogliamo separarla con un nuovo sistema di irrigazione e un'atmosfera separata, indipendente dagli effetti della respirazione umana", ha rivelato il professor Getsov.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati


Foto del giorno

126065639_2781594628796935_5342807069289340451_o

Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia) 

Interviste e commenti

Intervista all’Ambasciatore Stefano Baldi,un Entusiasta

News image

  Fai l’intervista e non vedi l’ora di arrivare in u...

Interviste e commenti

Dai nostri lettori

La narrazione dell'informazione

News image

Una volta la TV mostrava i fatti ed ai giornali spettava il compito di spiegarli. Oggi, con i giornali in fo... Leggi tutto

Punti di vista

Vi svelo un paio di frottole sul debito pubblico. Firmato: Savona

News image

Il problema del debito pubblico non è quindi quello del ri...

Punti di vista | Administrator

Dal mondo

Accordo Israele ed Emirati Arabi: un terremoto geopolitico ?

News image

  Israele e Emirati Arabi Uniti (UAE) hanno annunciato...

Dal mondo

Novita'

Secondo le previsioni piu' negative il PIL della Bulgaria diminuirà del 3%

News image

Gli ultimi cambiamenti di bilancio adottati dal governo bu...

Novita'