oroscopo  Meteo
Italian - ItalyБългарски (България)

download_5

Il presidente Rumen Radev ha dato un tradizionale ricevimento di inizio anno ai leader delle missioni diplomatiche in Bulgaria presso il National History Museum di Sofia, lunedì. Nel suo discorso, il capo dello Stato ha affermato che il suo paese sostiene fermamente i Balcani occidentali come priorità durante la presidenza bulgara del Consiglio dell'UE.

 

"Se non rivogliamo l'attenzione dell'Europa a questa regione, l'Europa non può essere unita, sicura e stabile. La chiamata europea dei paesi dei Balcani occidentali non è affatto aperta al dibattito, ma quando terremo questo dibattito dovrebbe essere chiaro che la valutazione si basa sui risultati individuali di ciascun paese ", ha detto Radev.

 

Nelle sue parole, la Bulgaria dovrebbe avviare e moderare dibattiti importanti volti a raggiungere un consenso e decisioni razionali su molti temi importanti all'ordine del giorno dell'Europa. "I valori che seguiamo sono solidarietà, unità politica e sicurezza, ma anche per l'Unione è importante la riduzione delle differenze nello sviluppo economico e il tenore di vita tra l'Est e l'Ovest, il Nord e il Sud", ha osservato Radev.

 

Nelle parole del Presidente, una delle grandi sfide è trovare un equilibrio nel collocamento simultaneo sul tavolo tra le priorità strategiche a lungo termine dell'UE e le questioni che non possono essere rinviate, come la crisi migratoria, la protezione delle frontiere esterne dell'Unione, il dibattito sul quadro finanziario pluriennale, il bilancio decrescente a seguito della Brexit e il modo in cui sarà equilibrato, in modo che le politiche e la sicurezza sociale dell'UE non vengano compromesse.

 

Il capo dello Stato ha osservato che la Bulgaria che presiede il Consiglio dell'UE non significa che l'agenda della politica estera di questo paese sarà completamente dominata dalla presidenza dell'UE. Il partenariato strategico della Bulgaria con gli Stati Uniti e l'interazione all'interno della NATO continuano ad essere una pietra miliare della sicurezza del paese. I progetti legati alla difesa europea e alla cooperazione strutturata permanente non dovrebbero ripetere ma integrare le capacità generate all'interno della NATO, ha osservato Radev.

 

Nelle sue parole, nell'ultimo anno ha seguito la chiara consapevolezza che la politica estera della Bulgaria dovrebbe essere formulata a Sofia e basata sull'apertura, l'adesione ai principi e la prevedibilità per conquistare amici e partner in qualsiasi parte del mondo. "Questa è la base su cui dovrebbero svilupparsi i nostri rapporti con tutti gli altri paesi, con particolare attenzione: i grandi vicini dell'Unione europea da cui dipende la nostra sicurezza comune, la Russia, alla quale siamo legati da stretti legami storici, culturali e spirituali; come l'India, la Cina, il Brasile e molti altri paesi dell'Asia, dell'America Latina e dell'Africa con grandi potenzialità di investimento e economie in via di sviluppo, con particolare attenzione agli stati con cui fino a poco tempo fa avevamo relazioni politiche ed economiche e commerciali molto attive: È nostro dovere ristabilire e sviluppare ulteriormente questi rapporti benefici dal passato ", ha detto Radev ai suoi ospiti.

 

Il Presidente ha anche menzionato le gravi crisi in Medio Oriente, la soluzione alla quale, nelle sue parole, richiede un approccio collettivo. Come confine esterno dell'UE, la Bulgaria è fortemente interessata alla rapida risoluzione dei conflitti in Siria e Yemen, alla normalizzazione delle relazioni Qatar-Golfo, alla cessazione di ciò che rimane dello Stato islamico e alla stabilizzazione dell'Iraq, ha detto Radev. Ha ricordato la partecipazione attiva della Bulgaria alla stabilizzazione dell'Afghanistan.

 

Il capo dello stato ha anche ricordato che quest'anno il suo paese segna il 75 ° anniversario del salvataggio degli ebrei bulgari nella seconda guerra mondiale. È importante celebrare questo anniversario in modo tale che la comunità internazionale possa imparare di più su questa impresa unica della società bulgara in alcuni degli anni più bui dell'Europa, ha detto Radev. "Informiamo questa comunità in modo tale che atti di xenofobia, incitamento all'odio e antisemitismo non siano mai più in grado di determinare l'atmosfera in cui viviamo", ha aggiunto.

Fonte:Sofia

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Foto del giorno

68F65BBC-F3BC-437B-9286-61B33A67DD50
Foto del giorno Bulgaria (Sketches of Sofia)

Dai nostri lettori

I media e l'informazione

News image

In questo tempo in cui l’accesso alle informazioni è facilitato dai mezzi di comunicazione ed è diventato ac... Leggi tutto

Punti di vista

Pensare fuori dagli schemi genera creatività

News image

Il NYT a firma di un noto commentatore economico si incari...

Punti di vista | Alberto Cossu

Dal mondo